Adblock Plus in arrivo per Edge

Il sito ufficiale di AdBlock fa ben sperare per una futura integrazione con Microsoft Edge.


Solo ieri vi abbiamo annunciato il prossimo arrivo delle estensioni per il browser Edge, che in particolare vedeva protagoniste Pinterest e RES. Tuttavia, come ci avete fatto sapere anche voi, tra i programmi più attesi per accompagnare la nostra navigazione, vi sono le estensioni che permettono di bloccare automaticamente le inserzioni pubblicitarie, che rallentano e infastidiscono notevolmente l’utilizzo di molti siti. Oggi, con grande piacere, sappiamo che una delle estensioni più famose di questo tipo, Adblock Plus, sta lavorando per sbarcare proprio sul browser di Redmond. Direttamente sul sito ufficiale, infatti, si legge che la versione per Edge arriverà presto ed in versione completamente gratuita, promettendo un’esperienza d’uso completa e funzionale.

adblock plus edge estensione

Sfortunatamente non è trapelata nessuna informazione aggiuntiva riguardo le tempistiche di questo progetto, più probabilmente, secondo i programmi di Microsoft, potremo vedere all’opera Adblock nei primi mesi del 2016, quando il supporto alle estensioni sarà ufficialmente attivato. sarà anche curioso capire se si tratta di un porting da Chrome o di un’estensione riscritta appositamente per il browser di Windows 10.

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Simone Mascarino
La vita e la bici hanno lo stesso principio, devi continuare a muoverti per stare in equilibrio
  • Rabza

    Resto in trepidante attesa ☺

  • E se funzionerà su Edge da Smartphone! Sarebbe un bellissimo proposito per il 2016

    • Se non mi sbaglio e ricordo bene (ma è un vago ricordo, non molto preciso quindi non ne sono sicuro) mi pare che in una intervista o in una sessione di qualche conferenza qualcuno aveva detto che stavano valutando anche se era possibile (per prestazioni, sicurezza e policies ed usabilità) utilizzare le estensioni anche su Windows 10 Mobile

      • Esattamente, le hanno definite “progetto a più lungo termine”