Aeries si aggiorna alla versione 1.2: notifiche in background e tanti fix

Recentemente vi abbiamo parlato di Aeries, un nuovo client di Twitter, esclusivo per la piattaforma Windows Phone (in futuro anche su Windows) che ci ha incuriositi per la qualità grafica della sua interfaccia, mentre ci ha lasciati un po’ delusi sui fronti della funzionalità e dell’usabilità. A circa una settimana dall’uscita, Brad, lo sviluppatore, ha già rilasciato un corposo aggiornamento volto a sistemare qualche lacuna e qualche bug di troppo e a sottolineare il proprio impegno concreto nei confronti del suo lavoro.

wp_ss_20150228_0001

L’applicazione è infatti passata alla versione 1.2.0.10 caricandosi di nuove feature piuttosto interessanti, descritte in un lungo changelog di cui cercheremo di esprimere l’essenziale in questa sede.

Dal punto di vista della personalizzazione il developer ha integrato la possibilità di modificare il colore dell’application bar in base al colore in evidenza che abbiamo scelto, mentre da quello dell’usabilità ha aggiunto un sistema automatizzato di completamento dei tag mentre scriviamo i nostri tweet e la facoltà di impostare un nome per i nostri filtri al fine di ritrovarli più facilmente.

wp_ss_20150228_0003

Sul lato strettamente funzionale Aeries supporta ora la condivisione delle immagini Xbox e dei video di Instagram, per un’esperienza d’uso social più completa. Su questo fronte sono state inoltre integrate diverse funzionalità in background che vanno a migliorare le possibilità di lettura offline e le performance del live tile e a ad aggiungere le tanto attese notifiche selettivamente attivabili (menzioni, messaggi diretti e retweet) per ogni account.

A questo già ricco pacchetto di novità si aggiungono tantissimi fix ed interventi volti ad incrementare notevolmente la stabilità dell’app e il supporto a 3 nuove lingue (greco, norvegese e indonesiano) che ne espandono potenzialmente il mercato di interesse.

wp_ss_20150228_0002

Ci sono tuttavia problemi con le notifiche (a me per esempio non sempre arrivano), riconosciuti dallo stesso autore di Aeries che però ha già annunciato un aggiornamento previsto per questo weekend al fine di sistemare questo aspetto. Manca ancora la controparte per PC/tablet, sebbene lo sviluppatore abbia ripetuto più volte che è in lavorazione e che sarà disponibile tra non molto, aumentando quindi il valore agli occhi del pubblico di una app potenzialmente perfetta, ma che qua e là non rende ancora giustizia al suo prezzo non certo basso (4,49 euro).

wp_ss_20150228_0005

Rimango soddisfatto dell’acquisto perché penso di aver riposto la mia fiducia in buone mani (e questo update sembra darmi ragione di crederlo), ma ovviamente attenderò ulteriori sviluppi prima di esprimere un giudizio definitivo e di aggiornare la mia recensione (che trovate QUI, se siete interessati ad approfondire).

Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates
  • Non si possono spendere tutti questi soldi per un client alternativo senza una possibilità di prova.

    • De Vettor Ervin

      Condivido appieno. Fossero stati i canonici 99 cent si, ma così non ne vale la pena.