Arricchiamo i nostri scatti fotografici con PhotoTag

In questi ultimi anni le fotocamere integrate negli smartphone sono diventate oltremodo performanti e ricche di qualità.

Sempre più persone, così, si sono appassionate al mondo della fotografia, cercando non solo di sfruttare al meglio l’hardware a disposizione, ma anche e soprattutto cercando nel software dedicato, sempre più sofisticato ed amichevole, un aiuto per realizzare scatti finali di buona qualità, stravaganti o semplicemente diversi dal consueto.
PhotoTag (versione 1.8.0.1), l’app della quale parliamo oggi, ha proprio l’obiettivo di “decorare” le foto, aggiungendo elementi grafici e di testo (preimpostati) utili a fornire informazioni addizionali allo scatto.
Prima di annoiarvi con mille parole, guardate l’immagine qui sotto.
primadopo

Si nota subito, confrontando il prima e il dopo, a cosa possa servire PhotoTag.
In pratica, aggiunge degli elementi preimpostati alle nostre foto, cioè dei ‘tag’ (info di testo), in modo da esplicitare dettagli in merito alla ‘situazione’ nella quale avete effettuato lo scatto.
Le ‘situazioni’ previste di default (non modificabili né incrementabili) sono: luogo, meteo, cibo, bambino, tachimetro, ‘data e ora’.

Come si evince dall’esempio, la semplice foto della bevanda é stata arricchita cosí da renderla più eloquente ed allegra; ma anche più precisamente contestualizzata.

Gli scenari di utilizzo sono vari. Presumibilmente, peró, la mission principale di Photo Tag é creare foto più “particolari”, da poter immediatamente condividere sui maggiori social network, quindi Facebook, Tumblr, Flicker, Vk e Twitter. Inspiegabilmente, tuttavia, Instagram non c’è.

Il programma fa uso dei servizi di posizione del telefono per inserire i dati relativi al ‘dove ci troviamo’, quindi assicuratevi di attivarli se non volete assistere ad un promemoria di attivazione ogni volta che l’avviate. Tenete inoltre presente che: volendo, potrete modificare a mano i dati di ora/data/luogo di ciascuno dei vostri scatti; e che il programma vi consentirà di operare non soltanto sulle foto scattate dalla propria interfaccia, ma anche su quelle già presenti nella memoria del telefono (prelevando, qualora fosse posisbile, i dati di geo localizzazione da quel file).

Una volta ottenuta la composizione  desiderata, una semplice schermata ci proporrà gli strumenti per pubblicare il risultato dei nostri sforzi sui citati Social (cioè quelli che avremo precedentemente configurato ed autorizzato a pubblicare), con tanto di ashtag “phototag” e spazio per una didascalia di commento… Ed anche un ulteriore passaggio che ci darà modo di aggiungere filtri alla foto, cosí da renderla ancora più particolare e bella, prima di tornare alla “rampa di lancio” dei Social, alla quale poc’anzi accennavo.

Articolo precedenteArticolo successivo
R. Laterza
Orienta la tua vita in maniera che nessuno possa dire che l'unica cosa che hai di smart sia il tuo telefono!
  • reanna

    Ho bisogno di aiuto…da un po’ di tempo non riesco ad aggiornare phototag, mi dá messaggio di errore : c101a7d1.
    Come posso risolvere?