Attivare il God Mode su Windows 10, ecco come fare

Come abilitare la modalità GOD per accedere ad impostazioni nascoste

Gli utenti di lungo corso conosceranno il cosiddetto God Mode, un nome epico ed altisonante per indicare nulla più che una scorciatoia per visualizzare assieme tutte le impostazioni di sistema in un’unica cartella. Vediamo insieme come fare per utilizzarla.

Chi troverà vantaggio da questo God Mode: può tornare utile a chi amministra il computer a livello professionale, a chi necessiti una scorciatoia per alcune impostazioni ed ovviamente può far sentire più “figo” l’utilizzatore smanettone che ama conoscere queste opzioni nascoste per poter fare il “grosso” con gli amici meno informati.

Premesso questo, il mio invito è di stare ATTENTI, poichè l’uso improprio di alcune impostazioni può creare danni al vostro computer. Ok?

 

Attivare il God Mode è semplicissimo. Ecco in breve i passaggi che dovrete attuare:

1) Accedete con un account dotato di privilegi amministrativi al vostro Pc;

2) Fate click con il tasto di sinistra sul mouse in un punto vuoto del desktop di Windows 10 e create una nuova cartella;

3) usate la stringa di testo sottostante come nome della cartella appena creata:

GodMode.{ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C}

Copiatela TUTTA, senza alcuno spazio dall’inizio alla fine.

4) premete invio.

Nb. Se volete, potete sostituire la diciutra “GODMODE”, lasciando invariato tutto il resto dal punto in poi, con qualsiasi altra parola, es. “WPL” o “lunarossa”, etc.

Se tutto è andato come doveva, avrete una nuova cartella, simile alla seguente:

creare icona per avere accesso al god mode
Cliccate due volte su questa cartella per avere accesso a tutti i settaggi contenuti in essa. Ecco un esempio di come si presenterà il tutto:

Elenco delle impostazioni in God Mode

In questa cartella, che tecnicamente mostra il Windows Master Control Panel shortcut, ossia il Pannello dei principali collegamenti di impostazione di Windows (traduzione arbitraria e personale, che spero possa essere esplicativa), troviamo circa 40 collegamenti ad altrettanti pannelli di impostazione di Windows 10, in relazione alla versione del s.o. da voi posseduta.

Che dire in conclusione? Un’opzione nascosta (presente già in passato sui sistemi operativi targati Microsoft) che magari non sarà entusiasmante come il nome lascerebbe presagire, ma che tuttavia può rivelarsi comoda e funzionale per gli utenti più smaliziati.

E voi, avrete bisogno di questo piccolo accorgimento?

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo

Orienta la tua vita in maniera che nessuno possa dire che l’unica cosa che hai di smart sia il tuo telefono!

  • Utile anche su win 8.1 devo dire :D
    Ho una domanda, perché anche se sul mio PC c’è la cartella nascosta $Windows.bt di 6,59 gb non mi fa procedere all’aggiornamento ? Neanche il comando da cmd wuauclt.exe/updatenow funziona più

    • Ciao Eddy.
      Guarda, i misteri che ci sono dietro a questo aggiornamento ‘automatico’ sono troppi. Potrebbe essere questione di tempo, come la mancanza di uno specifico update automatico.
      Domanda: Perché non usi Media Creation Tool, eseguendo l’update da lí (NON cliccare su crea supporto da ISO)?

      • Se mi mantiene le applicazioni e i file ci provo

        • Dovrebbe, attento a cosa selezioni e prima fai un backup

  • Daniele Giuliano

    e se vorrei eliminarla normalmente trascinandola nel cestino e svuotarlo succederebbe qualcosa di grave?

    • Assolutamente nulla ?

      • Daniele Giuliano

        Ok grazie ?

  • Uh, quindi non serve a trasformarsi in una divinità? ?

    • Per quello c’è un altro comando :)