Bluetooth 5.0: il futuro della connessione di medio/corto raggio

bluetooth 5 - SIG - feature - Windows Lover

Il Bluetooth 5.0 è il futuro molto prossimo della connessione “low range” più utilizzata al mondo. Ecco le specifiche rilasciate agli OEM dal SIG, cioè l’organo che ne standardizza le caratteristiche.

Per tutti gli amanti storici della tecnologia, la parola Bluetooth non può che richiamare gli stessi paesaggi freddi che hanno visto sbocciare aziende come Nokia o Eriksson, tra le altre. Per costoro, non sarà una novità nemmeno sapere che il nome di questa utilissima tecnologia, cioè appunto Bluetooth,  è mutuato da quello di un antico re Vikingo, che ebbe la capacità di “unire” due paesi molto diversi tra loro. Se siete curiosi, potete leggere la storia della nascita del Bluetooth seguendo questo link davvero interessante.

Per restare nella tematica di questo piccolo focus, invece, non possiamo che raccontare brevemente cosa sia SIG e cosa c’entri con il Bluetooth.

Lo Special Interest Group del Bluetooth

Dietro alla tecnologia Bluetooth, nata a sèguito dell’interessante storia linkata poco sopra, esiste un vero e proprio “consorzio” di standardizzazione denominato Special Interest Group [o S.I.G.] e composto da personale tecnico di alcuni dei più grandi marchi dell’elettronica industriale a livello mondiale (come Intel, Qualcomm, Mediatek, etc. Per dettagli, leggi qui)

Questo “consorzio”, fondato nel 1998, si occupa di definire una serie di specifiche tecniche relative a questo protocollo di comunicazione, di brevettarlo e quindi di concederlo in licenza ai produttori di dispositivi elettronici.

Ciascuna standardizzazione darà vita ad uno specifico protocollo Bluetooth, caratterizzato da nomenclature più o meno note come Bluetooth 3.0, 4.0, 4,1 e sigle varie che abbiamo imparato a conoscere leggendo le schede tecniche di cellulari, televisori, cuffie e quant’altro.

Proprio in questi giorni, il SIG ha rilasciato il dettaglio delle specifiche del nuovo standard di connessione, denominato Bluetooth 5.0. Ne aveva parlato Simo Masca qualche tempo fa, ma finalmente oggi abbiamo le specifiche ufficiali!

Bluetooth 5.0 : l’evoluzione della specie

Per venire incontro alle nuove necessità dell’industria dell’elettronica di consumo, il Consorzio SIG ha provveduto a rivedere molte delle specifiche della tecnologia Bluetooth degli ultimi anni, creando un nuovo “protocollo” standard qualificato come dicevo dal numero 5.0.

Per scoprire quali novità prevede il nuovo standard, iniziamo con una immagine dalla grande eloquenza esplicativa:

Bluetooth 5.0 - specifiche - sig - Windows Lover

Le feature del nuovo protocollo:

  • Aumento del bandwidth, con minore assorbimento energetico
    Il nuovo standard Bluetooth sarà in grado di muovere dati alla velocità teorica di 2Mbps, consentendo quindi una maggiore velocità nel trasferimento dati tra dispositivi;
  • Aumento della portata del segnale, matenendo un consumo energetico ridotto
    Un segnale più potente, ma senza incremento di consumo energetico, che consentirà di garantire una portata superiore allo standard attuale (limitato a 10 metri di distanza tra apparecchi). E’ garantita inoltre la possibilità di salvaguardare un consumo ridottisimo di energia, modulando la potenza del segnale per tutti quei dispositivi che non richiedono una portata molto ampia di connessione (esempio: perchè consumare molta energia per inviare il segnale BT tra impianto audio e cuffie BT, nella stessa casa?);
  • Broadcasting channel improvements
    Il nuovo standard prevede altresì un miglioramento dei canali di trasmissione sfruttando meglio la banda di trasmissione da 2,4 ghz (molto affollata da altri tipi di trasmissione) e rendendo il “trasporto” dei dati più efficiente.
  • Slot availability masks
    La nuova tecnologia Bluetooth prevede anche una serie di accorgimenti per ridurre al minimo le interferenze in fase di trasmissione dei dati.

Se volete conoscere con maggiore dettaglio le novità relative alle varie caratteristiche, leggete qui.

I primi device equipaggiati con il bluetooth 5.0 dovrebbero apparire sul mercato a partire dalla metà del 2017

 

Nordic Semiconductor

La notizia nella notizia è che una delle prime aziende OEM a ingegnerizzare un chip Bluetooth 5.0 in un prodotto-prototipo è stata la Nordic Semiconductor.

Per celebrare questo primato, la stessa Azienda ha pensato di postare un video “test” nel quale non solo racconta qualcosa della nuova tecnologia, ma si produce anche in un test “live” delle nuove feature tramite l’utilizzo di un drone.

Se ne avrete voglia, potrete vedere qui di seguito il video in cui il team della Nordic sperimenta la maggiore portata del segnale (quadruplicato rispetto alla specifica del Bluetooth 4.2) nel proprio SoC nRF52840. Se non riuscite a visionarlo, cliccate qui.

 

Forte, no?

 

Articolo precedenteArticolo successivo
R. Laterza
Orienta la tua vita in maniera che nessuno possa dire che l'unica cosa che hai di smart sia il tuo telefono!