Bounce for Band: trasformiamo il nostro Band in un controller

Microsoft Band è sbarcato da poco in Europa e non si può certo negare che sia uno strumento interessante. Ogni giorno monitora i miei passi, i miei battiti, la mia attività fisica e il mio sonno e conserva ogni dato al sicuro nel cloud sul mio account Microsoft Healthvault.

wp_ss_20150427_0003

Sebbene abbia acquistato questo prodotto principalmente per il suo profilo fitness, non si può certo negare che si presti bene per tanti altri utilizzi. Girovagando per lo Store a caccia di app, mi sono imbattuto in Bounce for Band: un simpatico gioco in cui non sono le nostre dita ad orchestrare la partita, ma il nostro polso.

wp_ss_20150427_0004

Di cosa si tratta? Sullo schermo troveremo solo una pallina e una piattaforma che scorre orizzontalmente a velocità crescente, mostrando di tanto in tanto qualche buco di dimensione variabile. Tenendo il Band rivolto verso il basso potremo direzionare la caduta della pallina ruotando il polso e dovremo cercare di non far mai cadere la pallina nelle discontinuità che presenta la piattaforma sottostante: ad ogni salto avvenuto con successo faremo un punto.

wp_ss_20150427_0002

Come sottolinea l’autore, si tratta di un software creato in un momento di svago e a scopo illustrativo: il fine è quello di mostrare altri utilizzi possibili del bracciale di Microsoft, in campi in cui ancora non è stato sfruttato, come appunto quello del gaming. Le potenzialità ci sono e penso che chiederò al developer se pensa di sviluppare qualche altro titolo… che ne direste di una versione rivisitata del celebre “pong”?

Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates
  • vediamociallesei

    Non so…
    Tutto questo entusiasmo per queste tecnologie invadenti mi preoccupa. Essere sempre controllati, consentire a sconosciuti di conoscere i nostri interessi, le nostre abitudini, persino la frequenza del nostro battito è inquietante. ? Impossibile non pensare a 1984 di G. Orwell.

    • Di certo non vengono a spiare me e poi, se salisse al potere qualche dittatura, tecnologia o meno troverebbe il modo di controllare tutto… e il passato l’ha dimostrato in ogni forma…

      • vediamociallesei

        Perché ora no? ? Non siamo forse ugualmente schiavi di una mentalità comune, credendo di essere liberi? Acconsentiamo ad omologarci, investiamo la nostra quotidianità su oggetti di cui non conosciamo nemmeno il funzionamento. Ovviamente parlo di noi profani, voi WPL siete bravissimi. Insomma, mi piace la tecnologia, mi piace molto l’innovazione, la comodità, come tutti. Però quello che voglio dire è che ora ci sarà la corsa a questi cosi indossabili, poi si passa alla casa computerizzata, le auto già sono su quella strada da un pezzo. Prima, si rompeva qualche laccio nella 500 e con un ferro filato

        • vediamociallesei

          zincato si riusciva in qualche modo ad arrangiare una riparazione per tornare a casa, tutti erano in grado di farla. Ora schede madri, computer di bordo, troppe comodità ci hanno instupiditi. Mi spiace solo di questo, ecco. Mi sembra una corsa a chi si rincretinisce prima. ??

          • Appunto, che sia uno schedario compilato a mano su delle tavolette di creta o un Microsoft band al polso, il potere ha sempre modo di controllare il suo popolo… hai mai letto Focault? Non quello del pendolo… la peste era un ottimo modo per tenere sotto controllo la popolazione, con appelli mattuttini e tutto il resto… ora c’è una malattia meno mortale ma altrettanto grave: la Apple! Scherzo ahahahah (sono proprio un fanboy!) comunque non mi faccio paranoie, finché c’è almeno un’apparente democrazia io sto tranquillo… come diceva Pertini (spero non sia una classica frase messa in bocca ad un personaggio famoso per fare più condivisioni su Facebook): “la peggiore delle democrazie è comunque meglio di una dittatura”. Ok, sto andando OT. Comunque se rubano i dati dal mio band non scoprono granché di interessante… ahimè ahahahahah

          • vediamociallesei

            ? Quello che hai detto non fa una piega, ma mi spiace, non riesco proprio a tranquillizzarmi. Non ci trovo nessuna felicità in un braccialetto che conosce la mia posizione se voglio imboscarmi con Luigi XV.

          • può disattivare il rilevamento della posizione e mantenere solo il sensore del battito cardiaco, giusto per monitorare il livello di passione raggiunto!

  • Guest

    zincato si riusciva in qualche modo ad arrangiare una riparazione per tornare a casa, tutti erano in grado di farla. Ora schede madri, computer di bordo, troppe comodità ci hanno instupiditi. Mi spiace solo di questo, ecco. Mi sembra una corsa a chi si rincretinisce prima. ?