Come risparmiare la batteria del nostro Lumia?

Risparmiare batteria Lumia

Per quanto i Windows Phone si difendano bene in termini di durata della batteria, almeno gli ultimi modelli, la sete di energia è sempre grande.

Questa guida è un “Rewind” cioè la riproposizione di un vecchio ed interessante articolo, aggiornato, modernizzato e riscritto con lo scopo di farlo apprezzare alla nuova utenza e, ovviamente, di provare ad impostare nel miglior modo possibile il nostro smartphone, in maniera tale da ottenere un pochetto di autonomia in più dalla batteria. E qualche batteria portatile in offerta, in fondo!

 

Premessa

Ci tengo a precisare che quelle che riporterò vanno considerate come opinioni personali, dettate dall’esperienza d’uso o dal buon senso. Data questa premessa, quindi, non starò a confrontarmi con altre opinioni, per la semplice ragione che sono appunto “esperienze d’uso personali“, ossia qualcosa che riguarda singolarmente ciascuno di noi, il proprio modo di utilizzare il cellulare e, non da ultimo, la situazione ambientale in cui ci si trova a vivere e lavorare con il proprio smartphone.

Una fonte di consumo non trascurabile, infatti, è la ricerca della rete e della rete dati. Il cellulare, per sua natura, deve agganciarsi ai dei ripetitori detti “celle” e questo consuma energia ad ogni aggancio (e mantenimento del segnale). Di conseguenza, quando il cellulare si trova in movimento (per esempio per un viaggio in treno) la ricerca di queste celle può essere davvero esosa in termini di batteria. In questi casi, se non necessario, potete disattivare la rete dati o addirittura mettere il vostro telefono in modalità aereo per evitare consumi inaspettati e ritrovarsi col telefono scarico quando meno ce lo si aspetta.

 

Schermo

La primaria fonte di consumo per uno smartphone è lo schermo. Perciò impostate la luminosità automatica, che vi eviterà di sprecare luminosità in luoghi poco illuminati. Tuttavia, se siete all’aperto con il Sole, la luminosità automatica può addirittura peggiorare l’autonomia: perciò valutate con attenzione gli scenari d’uso!

Anche il tema influisce sul consumo dello schermo. Per i display LCD tradizionali (e IPS), è quasi indifferente scegliere il tema scuro rispetto al tema chiaro. Ma per i display OLED, invece, può influire molto sui consumi e consigliamo un tema scuro.

 

Applicazioni in background

Le applicazioni hanno spesso la possibilità di svolgere dei compiti anche quando sono chiuse (a intervalli di tempo regolari). Anche se Windows Phone e Windows 10 Mobile hanno un efficiente sistema di gestione dei processi in background, può essere utile disattivarne alcune.

Tutte le applicazioni che visualizzano notifiche o che hanno un riquadro animato sulla schermata start (live tile), hanno dei processi in background. Possiamo disattivare questi processi andando nelle impostazioni di Risparmia batteria. Disattivate tutte le applicazioni di cui non avete bisogno (ad esempio le notifiche dei giochi, o riquadri animati che non desiderate).

Alcune app hanno dei settaggi aggiuntivi, come la mail per esempio. Potete impostare che la ricerca di nuove mail avvenga ogni 1-2 ore, invece che “alla ricezione delle nuove mail”.

 

Impostazioni

Nelle impostazioni potete disattivare anche altri dispositivi fisici del vostro telefono, se non ne avete bisogno:

Bluetooth
NFC
Schermata Glance: si può scegliere di non usarla
Posizione: serve a Cortana, ma nei viaggi può essere utile disattivarlo, se non serve
Touch: regolate la sensibilità su normale, se non dovete usarlo coi guanti
Rotazione schermo: fissa, potrebbe migliorare l’autonomia (il sistema non va a monitorare l’accelerometro per rilevare rotazioni)
Doppio tap: lo sblocco con il doppio tap sullo schermo, fa consumare più energia, disattivatelo
Windows Hello: lo sblocco del dispositivo con la vostra iride, è ovviamente molto energivoro, disattivatelo
Disattivate la vibrazione: il motorino della vibrazione consuma un sacco di energia! Se non ne avete bisogno, disattivatela.
Dati di movimento (sensor core): disattivalo se non avete bisogno di controllare i vostri passi

 

Schermata Start

Questi sono ultimi drastici accorgimenti che limitano la bellezza del nostro sistema mobile e potrebbero anche non influire sul consumo, ma a senso potete:

– Tenere meno riquadri sulla schermata Start: genericamente significa meno sforzo per il processore per “farveli vedere” (quindi meno consumo)
– Non mettere una immagine come sfondo: usate un colore, vale il motivo sopra

 

Altri consigli

Se proprio, dopo tutto questo disattivare, ancora la durata della batteria non vi soddisfa: munitevi di una batteria portatile. Ce ne sono per tutte le tasche e per tutti i dispositivi! Ve ne elenchiamo un po’ tra quelle più convenienti attualmente disponibili;

Aukey PIE® Mini Powerbank da 3.600mAh con la tecnologia AIPower [6,59 €]

Caricabatterie AmazonBasics da 5.600 mAh [15,99 €]

Aukey da 12.000mAh con due porte USB [Offerta lampo 14,99 € invece di 55!]

Anker PowerCore+ da 10.000 mAh con guscio in alluminio e QuickCharge 2.0 [30,99 € spedizione gratuita]

 

Che ne pensate dei suggerimenti? Attendo con impazienza le vostre opinioni e, soprattutto, i vostri trucchetti per cercar di far durare ancora di più la batteria del vostro smartphone. Ovviamente, se dopo aver provato questi suggerimenti notate miglioramenti, raccontatecelo!

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Francesco Tili
When you change the way you see the world, you'll change the world you see - S. Nadella