Con Windows 10 e DirectInk Microsoft dà “carta bianca” allo smartphone

Dopo il rilascio del Software development kit di Windows 10, Microsoft ha anche rivelato la nuova piattaforma DirectInk, che dà agli sviluppatori la possibilità di implementare nella loro app il riconoscimento dell’input pen&ink e della scrittura a mano.

Windows 10 includerà infatti un rinnovato controllo della scrittura e il supporto a hardware a bassa latenza.

DirectInk presenta molte altre caratteristiche e potenzialità tra cui la sensibilità alla pressione e il riconoscimento della mano.

Ma la grande novità è che anche gli smartphone saranno supportati, con la ovvia condizione che abbiano i requisiti hardware adatti.

Ecco quindi che con poche linee di codice i developer potranno aggiungere alle loro app una funzionalità che renderà ancora più naturale il rapporto degli utenti con i loro device, unendo l’invenzione con la quale si sono scritti i capolavori della letteratura mondiale con la tecnologia per merito della quale siamo qui a parlare di questa notizia.

Come vedete questa futura possibilità? A me “tanto gentile e tanto onesta pare”, anche se i più reazionari potrebbero rispondermi “o tempora, o mores!”.

Vi lasciamo intanto al video esplicativo: prendete “smartphone e penna” e appuntatevi tutto!

FONTE: Wmpoweruser

Articolo precedenteArticolo successivo
Michele Lichinchi
Con la passione per la scrittura e maniaco di tecnologia, un esploratore dei recessi della comunicazione e dei suoi mezzi: un Indiana Jones dell'era digitale