Cortana multi-piattaforma e la nuova app Phone Companion

Da poche ore Microsoft ha pubblicato un video (allegato all’articolo) in cui Joe Belfiore mostra le ultime novità sulla nuova app “Companion” che sarà integrata in Windows 10 per PC.

Con questa nuova applicazione si potrà connettere il nostro Windows Phone al computer per usare tutta una serie di strumenti di sincronizzazione tra i nostri dispositivi. Questa applicazione sarà sostanzialmente l’evoluzione dell’app Windows Phone che viene automaticamente installata ora su Windows 8.1 quando si connette per la prima volta il nostro dispositivo mobile preferito.

La vera novità, però, sta nell’espansione della compatibilità di questa applicazione anche ai dispositivi Android e iOS. Ciò rimane nella moderna ottica multi-piattaforma che Microsoft sta portando avanti come una valanga e che, anche se porterà qualche scontento negli animi dei più schierati a favore della casa di Redmond, non farà che migliorare le funzioni e la fruibilità dei suoi servizi anche a noi utenti affezionati Windows.

Image4_122

Nel video di presentazione si nota facilmente che, in realtà, oltre alla classica sincronizzazione dei nostri contenuti multimediali (come foto, video e musica), l’app si pone come un centro di trasformazione per gli smartphone “avversari”. Un vero cavallo di troia per i servizi Google o Apple, perché saranno chiari tutti i passaggi necessari per passare ai servizi Microsoft in modo da ritrovare facilmente il tutto sincronizzato coi nostri PC. Ad esempio installando Office, OneDrive e OneNote sul nostro smartphone, usando Outlook e Skype. Insomma uno smartphone Android che possa essere “trasformato” utilizzando Outlook invece di Gmail, OneDrive invece di Google Drive e via dicendo. Lo stesso per iOS, scartando iCloud e gli altri servizi ufficiali per utilizzare il proprio iPhone in modo ottimale con un computer Windows (senza iTunes “pesantone”).

Image1_122

Ma la vera novità qual è? L’avete intuita nel titolo, perché (udite udite) anche Siri e Google Now avranno filo da torcere con la pubblicazione di Cortana su Android e iPhone come un’app. Avete capito bene! Nello screen che vedete sopra vi è la schermata di configurazione per un iPhone che mostra in bella vista l’icona di Cortana! Ed è proprio su Cortana che Joe Belfiore si concentra illustrando le classiche funzionalità che già ben conosciamo, ma esponendo come queste stiano per arrivare anche su iPhone, iPad e dispositivi Android.

Image2_122

Ovviamente nessun passaggio sarà necessario per i nostri Windows Phone che contengono già tutto il necessario affinché la magia avvenga nel migliore dei modi. E quando dico “migliore dei modi” intendo proprio che la nostra esperienza con i servizi Microsoft sarà sempre un passo avanti agli altri in quanto a qualità del servizio, all’unificazione dell’interfaccia, alla sincronizzazione e al supporto sicuramente estensivo che Microsoft offrirà ai propri prodotti hardware.

Diventa sempre più chiara, quindi, la strategia di Microsoft a riguardo: portare Windows ovunque, ma proprio dappertutto. In modo che chiunque possa usare il proprio PC Windows 10 sfruttando le capacità e l’utilità della sincronizzazione e della continuità dell’esperienza grazie ai servizi Microsoft. Per questo Windows sarà compatibile con tutto, così come lo saranno i suoi servizi. Windows 10 funzionerà perfettamente con qualsiasi dispositivo avrete, ma secondo voi gli utenti sapranno sfruttare queste funzionalità? Sapranno carpire le potenzialità di queste pervasive e potenti piattaforme Microsoft? A voi utenti l’ardua sentenza.

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Francesco Tili
When you change the way you see the world, you'll change the world you see - S. Nadella