#Focus: Cortana e tutte le altre [con Video!]

Dopo un primo focus a caldo (QUI) oggi analizzeremo Cortana in qualche aspetto più dettagliato (con tanto di video girato da noi).

Cortana, per quanto riguarda la lingua italiana, è in versione Alpha: ovvero mancano ancora molte funzioni (e già ne ha tante!) che son presenti nella versione anglofona. Se non ci credete, impostate il vostro telefono in inglese e la regione “Stati Uniti” e vedrete quante cose in più sa fare: arriveranno anche da noi!

Ad oggi però non sono certo poche le cose che può fare:

  • chiamare un contatto (anche se ci si trova Offline): si può anche scegliere di assegnare parentele (mamma, madre, papà, fratello, cognata etc.) o dei soprannomi (amore, capo, amico scemo etc.) senza modificare il contatto in rubrica. Io amo la rubrica ordinata con nome e cognome, chiunque sia.
  • mandare SMS: anche in questo caso valgono i “soprannomi” assegnati. Rispetto a Siri e Google Now, possiamo anche aggiungere del testo, ridettare nel caso abbia capito male o abbia cambiato idea etc.. E una cosa che fanno da sempre i comandi vocali di Windows Phone (da Windows Phone 8.0) prima ancora che Cortana arrivasse, così come da sempre possiamo scegliere che se abbiamo auricolari (Bluetooth o con filo) i messaggi ci vengano letti per poi rispondere vocalmente (addirittura da Windows Phone 7).
  • Cercare nel telefono (anche Offline): nel calendario, nei messaggi, nella rubrica. Ad esempio: “Cerca messaggi di Roc Lat” e mi appariranno tutte le mail e gli SMS di quel contatto (anche nei Club). Oppure “Cerca messaggi foto” e mi appariranno tutti i messaggi, indipendentemente dal contatto, in cui compare la parola foto. “Cerca messaggi mail da Roc Lat” per visualizzare le e-mail ricevute da quel contatto.
  • Attivare o disattivare Wi-Fi, Bluetooth, “non disturbare” (anche Offline)
  • Cercare ristoranti, bar, stazioni e così via: basterà poi dire “portami al numero uno, due, tre etc.” o “chiama uno, due, tre etc.” per avere indicazioni stradali o avviare una telefonata per prenotare o avere maggiori informazioni. Al momento non riconosce i numeri cardinali “primo, secondo, terzo” ma con il tempo imparerà anche questi.
  • Per “filtrare” i ristoranti bisogna specificare “5 stelle” o “economici” ma i risultati attualmente non sono così precisi: anche in questo caso sarà il tempo a migliorare i risultati (soprattutto l’uso da parte di molte persone e il miglioramento di bing che, ricordiamo, viene usato anche da Siri e da altri motori di ricerca).
  • Chiedere informazioni sul meteo, chiedere successivamente anche “per domani?”, oppure “a Torino?” e così via.
  • Informazioni sul traffico “Com’è il traffico per andare a Milano?” oppure indicazioni stradali “portami a Yucca Summer Cafè a Rescaldina” o “portami in via Chiesa a Malvaglio”
  • Sarebbe interessante se potessi chiedere “Guidami verso Mario Rossi” (e Mario Rossi, nella mia rubrica, ha un indirizzo inserito): Siri lo fa (è la più anziana dei tre d’altronde)
  • Operazioni matematiche (15 – 8, 9+5 etc.) ma ancora non sa fare le moltiplicazioni e le divisioni (a meno che non le scriviamo noi), conversioni di valuta (anche in questo caso monete particolari richiedono la scrittura manuale), chiedere azioni etc. di solito non parla ma restituisce dei risultati comunque ben visibili.
  • Impostare Reminder: “quando arrivo a lavoro ricordami di…”, “quando esco di casa ricordami di…”, “alle ore X ricordami di”. Cortana, a differenza di Siri e Google Now riconosce anche luoghi non “salvati dall’utente”. Come ad esempio posso chiedere “quando vado al supermercato, ricordami di comprare le pesche” e sarà poi Cortana a cercare e chiedermi a quale supermercato della zona mi riferissi (anche Ogni Supermercato può essere una delle opzioni da scegliere). Altra cosa che può fare solo la nostra Cortana è avvisare di “compiere un’azione” quando un contatto mi chiama o mi manda un SMS apparirà il reminder!
  • Ovviamente si possono aggiungere anche appuntamenti (anche se purtroppo non chiede il luogo) il tutto con una facilità ed una schematicità che diventerà obsoleto farlo dal calendario di sistema…
  • Chiedere risultati sportivi “risultato partita Milan” o “prossima partita Inter”
  • Aprire App
  • Integrarsi in applicazioni di terze parti e basterà premere su “vedi altro” nella schermata principale di Cortana per scoprire quali lo fanno già (al momento a me compaiono solo LinkedIn e musiXmatch ma presto ci saranno Facebook, Twitter e tante altre). Si potrà quindi dire: “Facebook nuovo post” (o quel che sarà) per postare qualcosa solo con l’uso della voce.
  • Al momento Cortana in italiano non risponde (se non con una semplice ricerca) a domande come “Chi è Nelson Mandela?” o “Quanto è alto il monte Everest?” ma arriverà in futuro.
  • Al momento, complice la complessità della lingua, molte volte non capisce frasi dette in un certo modo anche se riconosce già molti sinonimi e frasi costruite in vari modi. Ma imparerà con il tempo, trattandosi di una AI che si sviluppa con l’uso, sia personale, sia globale.
  • Al momento Cortana non analizza le mail e gli sms per riconoscere appuntamenti, carte di imbarco, biglietti aerei e ferroviari e così via: lo farà in futuro.
  • Cortana, a differenza di Siri e Google Now, funziona anche offline per le cose dove ho espressamente indicato.
  • Cortana, a differenza di Siri e Google Now, può essere usata in modalità “silenziosa” ovvero scrivendo: tutti i comandi detti qui sopra, comprese le domande “divertenti” (mi vuoi sposare? da dove vieni? raccontami una barzelletta etc.) e risponderà solo a video. Reminder, sveglie e calendari semplicemente scrivendo “svegliami alle 9” oppure “ricordami di buttare fuori la spazzatura” direttamente da Cortana senza cercare l’app, aprirla etc.

Le funzioni sono così tante e varie che non posso realmente elencarle tutte. Per vederla in azione e un breve confronto anche con “le altre due assistenti” vi propongo un video girato da me, il primo per Windows Phone Lover (non che in passato abbia vinto qualche Oscar…). Non datemi una stella (o un pollice verso su YouTube) altrimenti ci rimango male!

Buona visione:

Articolo precedenteArticolo successivo
Mariano Mercuri
Chiedere ragione, è la prima cosa che l'apprendista filosofo dovrebbe apprendere a fare. Là dove nessuno chiede ragione, come può la filosofia anche solo cominciare? La domanda "perché?" ci fa scoprire l'intreccio di etica e logica, su cui i filosofi si interrogano, da Platone a Husserl. Se l'etica è la logica dell'agire giusto, la logica è l'etica del pensare [Roberta De Monticelli]
  • Scar24

    Scusate, come si assegnano le parentele?! 0.o

    • in alto a destra (in cortana) c’è la voce “contatti preferiti”, ma puoi anche dirgli “chiama mia madre” e ti chiederà, la prima volta, qual è il nome di tua mamma e se lo salverà… facile no?

      • Scar24

        Quindi tra i soprannomi basta scrivere ad esempio “fratello” per salvarlo con quel grado di parentela (in realtà soprannome). Ho notato inoltre che quando é lei a chiedertelo (e a salvarsi la parentela) i soprannomi per quel contatto diventano 4, cioè 3 aggiunti da te e il quarto da lei…questo mi ha fatto pensare che ci fosse una divisione tra parentela e soprannome, invece no ?

        • esattamente, il suo interesse non è ricostruire il tuo albero genealogico ma capire che “Mario Rossi” e “fratello” sono la stessa persona, senza necessariamente agire sulla rubrica (di solito legate ai social network etc. quindi dare nomi, come si faceva una volta, tipo Mario Fratello, poi complica l’associazione automatica con il profilo facebook eheheheh)

          • Scar24

            Capito ?