#Focus: etichetta di “garanzia”

Se avete acquistato un Lumia di seconda mano o state per farlo , questo articolo potrebbe interessarvi. Ma credo che il contenuto di questo articolo possa interessare un po’ tutti.

Sul web ci sono svariati siti dedicati allo scambio di beni usati, che sono utilissimi per chi voglia risparmiare qualche soldino ed ottenere “di seconda mano” un device di ultima generazione.

Le motivazioni che possano portare qualcuno a comprare un cellulare oggi ed a rivenderlo praticamente “domani” sono svariate ed ovviamente non è in questa sede che staremo a ricercarle. La questione che intendiamo affrontare oggi, invece, riguarda precisamente che cosa fare in queste circostanze, così da poter essere pienamente sicuri e garantiti contro acquisti apparentemente favorevoli ma che invece nasconodo una bella fregatura.

In questo senso, che siate venditore o acquirente (in buona fede, quindi non intenzionati a imbrogliare), una buona prima norma è stare attenti allo scontrino.

Dopo aver acquistato un prodotto, sarebbe interessante fare immediatamente una fotocopia dello scontrino, poichè gli inchiostri di stampa usati dai grandi magazzini sono pessimi e, nel giro di pochi mesi, vi potreste ritrovare con un tovagliolino bianco, dove a malapena si può leggere qualche ombra tipografica.

In questa sede, non ci addentreremo nella normativa relativa a diritti e doveri del consumatore, poiché l’obiettivo è di concentrarci sullo scambio “di seconda mano”.

COSA DEVO CONTROLLARE PER NON ESSERE TRUFFATO?

Il mondo Window Phone, per fortuna, non è molto soggetto al fenomeno dei CLONI.

I CLONI sono cellulari apparentemente simili a quelli originali, specialmente da lato estetico, i quali però non sono assimilabili per qualità e caratteristiche a quelli che mirano ad imitare.
Specialmente nel mondo Android ed Apple, questa è una vera e propria piaga e moltissimi utenti hanno speso cifre anche considerevoli per acquistare un device che, alla prova dei fatti, era soltanto una opaca imitazione dell’originale.

Come possiamo difenderci da questa piaga?
Uno dei primi strumenti dei quali disponiamo è la verifica del cosiddetto CODICE IMEI.

Il CODICE IMEI (che sta per  International Mobile Equipment Identity) è una stringa numerica di 15 cifre, che identifica in maniera univoca un telefono cellulare, un po’ come avviene per le persone con il codice fiscale.

Perchè è importante?

Il codice IMEI è interessante per diversi motivi. Ad esempio, nel caso vi rubino il cellulare, è FONDAMENTALE voi lo conosciate al momento di fare la denuncia, così da consentire alle autorità di bloccare il vostro terminale. Nel caso non l’abbiate fatto, segnatevelo.

Dove trovo il codice IMEI?

Vi sono due metodi:

– il primo, consiste nel cercare questo numero all’interno del vostro cellulare, ad esempio sotto la batteria;

– il secondo, specie nel caso di device monoscocca, è più semplicemente quello di digitare questo numero sulla tastiera del cellulare:

*#06#

Ok, capito tutto. Come posso accorgermi di una truffa?

Presto detto.

Allorchè vi incontrate con la persona che vuole vendervi un cellulare usato, state attenti a:

A) per prima cosa, guardate il cellulare: è in buono stato? Presenta evidenti segni di cattivo uso quali ammaccature, graffi, raschi, etc.? Solo in un secondo momento, basatevi sull’aspetto della persona. Non è detto che un tizio tutto strano sia un delinquente, come non è detto che un individuo vestito “bene” sia una persona onesta!

B) guardate lo scontrino, che DEVE ESSERCI. Altrimenti: ringraziate, salutate ed andate via.
Lo scontrino è uno strumento FONDAMENTALE nelle vostre mani, per ottenere il riconoscimento del diritto di garanzia che vi spetta sul cellulare.

Controllate che la data sia quella che vi era stata detta e che non ci siano manomissioni o cancellature strane. Va bene anche una fotocopia, l’importante è che non ravvisiate anomalie di sorta o incongruenze.

Se possibile, prestate attenzione alla dicitura: se vi stanno proponendo un Lumia 520 e sullo scontrino c’è scritto 425, allora qualcosa non va. Anche qui: grazie e arrivederci.

Se il venditore dovesse cercare di giustificare l’assenza dello scontrino con frasi del tipo: “Si tratta di un regalo doppio ed essendo un regalo non mi hanno dato lo scontrino” o “Me l’hanno regalato a Natale ma non mi piace”, diffidate. Spesso infatti in questi casi ci troviamo davanti ad una persona che non ha acquistato il device: potrebbe averlo rubato o preso in abbonamento con un operatore telefonico e avere ancora tutte le rate da pagare. In entrambi i casi dopo un paio di mesi potreste ritrovarvi con un dispositivo bloccato e utile come un fermacarte (in seguito alla denuncia di furto viene bloccato l’IMEI, idem se il venditore ha preso il telefono a rate e smette di pagarle dopo avervelo venduto).

C) CODICE IMEI:

In genere, le confezioni dei cellulari hanno stampigliato, da qualche parte, le caratteristiche sintetiche del cellulare (nome, modello, specifiche tecniche, etc.) ma soprattutto il succitato codice IMEI.

Ora, sarà vostro dovere di consumatori attenti verificare che il codice della scatola sia corrispondente a quello del cellulare.

Ricordate: *#06# . La verifica sarà semplice.

E se la scatola non c’è?
Beh, questo è già un piccolo problema. Ma non disperate.

Una soluzione alternativa può essere quella di prendere nota del codice imei indicato dal cellulare.

Esistono vari siti web per mezzo dei quali controllare se il vostro cellulare ha un IMEI genuino oppure no.

Tuttavia, noi vi sconsigliamo di utilizzarli, poichè non solo spesso è rischioso concedere a terzi tale numero, ma spesso porta anche a risultati errati, che potrebbero mettervi in allarme.

Un sito AFFIDABILE, invece, e che fornisce un servizio utile, è quello di Microsoft, nel quale, con un apposito strumento, possiamo verificare se l’IMEI del device che abbiamo tra le nostre mani sia “genuino” ed in che situazione di garanzia si trovi.

 

Recatevi all’indirizzo:

http://www.microsoft.com/it-it/mobile/supporto/stato-garanzia/

E compilate il form con il vostro codice IMEI. Dopo ciò, premete INVIA.

Dovrebbe apparire una schermata come la seguente:

Cattura di schermata (11) copia

In questo caso, significa che il dispositivo è “riconosciuto” dai server di Microsoft e che, quindi, il prodotto si presume essere originale (e coperto dalla garanzia).

 

Il consiglio finale è di diffidare sempre da prezzi super vantaggiosi, poichè troppa differenza dal prezzo di mercato è sempre un’avvisaglia di qualcosa che non va. Inoltre, state anche attenti a cercare la dicitura “garanzia Italia” sulla confezione del vostro cellulare. Certo, non cambia la vita rispetto a “garanzia Europa”, ma i tempi di riparazione e riconsegna saranno decisamente inferiori. E non è poco!

Avete esperienze in merito? Avete consigli da suggerire per rendere migliore questa piccola “guida”?

Dateci sotto nei commenti: aiutarci a vicenda è il nostro obiettivo!

 

Nota: Grazie ad Alessandro e Franscesco per il supporto alla stesura di questo articolo.

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Orienta la tua vita in maniera che nessuno possa dire che l'unica cosa che hai di smart sia il tuo telefono!
  • Valerio

    Ottima guida! Io su subito.it ho trovato due venditori che si sono presentati il giorno dello scambio senza scontrino e, poco prima di vederci, mi hanno mandato una foto di uno scontrino preso chissà dove (la parte relativa alla data era tagliata), giustificandosi con le scuse più strane (me l’ha regalato mia madre che vive a Pavia e lo scontrino ce l’ha lei oppure me l’ha regalato la mia ragazza e lo scontrino lo ha lei che abita a centinaia di km da qui ecc.). Per l’imei, entrambi risultavano a posto (chiamai il centro assistenza Nokia) però la somiglianza degli avvenimenti e la foto dello scontrino inviata poco prima dell’incontro (se ce l’hai, è ovvio che te lo porti dietro) non mi convincevano. Durante la visione del cellulare erano ansiosi e andavano di fretta. Ho chiesto loro di tornare il giorno dopo con lo scontrino.. non si sono più visti. Alla fine, per non perdere tempo e dar soldi ad ipotetici truffatori (chi me l’assicura che tra tre mesi il cellulare non mi viene bloccato per qualche motivo imputabile ad una persona che non conosco), ho speso più di quanto avevo in programma (circa 150-200 per un 920 quando erano fuori produzione e non si trovavano più in sottocosto) e mi sono comprato un signor cellulare (il 1520 in offerta a 450). Non so se, per una maggiore sicurezza, si possa fare una scrittura privata in cui ci sono i dati di entrambi (con il numero di carta di identità) in modo che, qualora ci siano problemi, si possa rintracciare il tipo,o denunciarlo.

  • Guida perfetta. :)