#Focus: Lumia in perdita? Non è una notizia (a mio parere)

Questo dovrebbe essere un articolo in cui, se volessi fare il blogger serio, dovrei farcire di dati, grafici e quant’altro per dire a tutti: pare che Microsoft ci stia perdendo con i Lumia. E invece mi sparo una riflessione tra me e, se volete, voi.

La notizia, riportata da tutti i blog del settore, riporta che Microsoft nella divisione Phone Hardware sia in perdita: per darvi un’idea più precisa si dice che perda 12 centesimi di dollaro per ogni Lumia venduto.

Praticamente pare che sia un flop catastrofico ma pochi si fermano a riflettere che è evidente e non è necessariamente sinonimo di “fallimento” di questa avventura.

In primo luogo l’azienda ha presentato, nel complesso, un bilancio solido che indica la buona salute del colosso dell’informatica.

I Lumia al momento non possono portare un guadagno: anche se sono anni che si dice che la situazione sta migliorando, sta cambiando etc. è comunque un percorso che richiede tempo per portare realmente i suoi frutti. La situazione sta migliorando? Certo! Ci sono diversi paesi come il nostro, il Brasile e tanti altri che hanno percentuali impensabili fino a qualche anno fa! Anche se globalmente siamo al 4% o quel che è.

Siamo tutti in attesa di Windows 10 e il mondo degli sviluppatori è curioso: sia quelli non ancora presenti sulla nostra piattaforma, sia quelli che da anni sviluppano per Windows Phone e si aspettano grandi cose dal nuovo sistema operativo.

Torniamo alla perdita. Se fai telefoni dal rapporto qualità prezzo strabiliante (vedi Lumia 640 e 640XL) e punti tutto sulla fascia bassa, è ovvio che i guadagni, anche a fronte di vendite discrete, non siano altissimi e vengano “nullificati” da altre voci del bilancio.

Inoltre anche altre aziende hanno perdite simili, come ad esempio Samsung (volete forse dire che vende poco?). Quest’ultima fa promozioni enormi e marketing a tutto spiano e, anche se qualsiasi top di gamma vende con numeri enormi, è comunque la fascia medio bassa ad avere la meglio (e spesso nei periodi “in saldo”).

Ora, Microsoft Lumia deve diffondersi: più si diffonde più attira sviluppatori. Quando gli sviluppatori inizieranno ad interessarsi realmente al nostro sistema operativo, allora aumenteranno anche le vendite dei Top di Gamma che portano guadagni reali (dato che il margine di guadagno è superiore).

Inoltre, per diffondersi, deve puntare molto sul marketing e sulla formazione degli addetti vendita delle grandi catene. Così come deve sviluppare un ottimo servizio di assistenza (e pare che dai tempi di Nokia le cose siano migliorate parecchio, nonostante non fosse così terribile come sembra dai soliti “lamentoni” dei forum).

Insomma: c’è ancora tanto da spendere e da fare prima che Microsoft veda dei guadagni reali in questo settore, ma di certo a livello di “brand” sta letteralmente ribaltando le opinioni di molti. Paradossalmente, gli anni in cui guadagnava di più, erano gli anni in cui veniva anche criticata tantissimo (quando venne coniato il termine Winzozz o l’acronimo M$, quando io stesso ero schifato da Windows Vista ed ero in procinto di passare ad Apple, cosa che non feci per mancanza di denaro. Ora ho realizzato che se avessi speso i soldi di un Mac per comprare un PC, probabilmente anche Vista non sarebbe stato così male). Ora Microsoft ha una reputazione totalmente diversa: un’azienda che vuole innovare e sta innovando. Che ha presentato gli HoloLens. Ho letto articoli in cui è stata paragonata ad un’Apple che ormai non è più così innovativa (anche se continua a fare prodotti “perfetti”, non sia mai che si dica che l’Apple Watch non sia il miglior Apple Watch di sempre!) e, addirittura, a Google.

Quindi non lasciatevi spaventare da queste notizie: i Lumia godono di ottima salute e saranno sempre più belli e performanti tra le vostre mani. Ora penserete che io sia un fanboy a voler difendere a tutti i costi Microsoft. Non lo sono: semplicemente vi riporterò il mio pensiero critico su questa notizia in particolare. Se poi volete sapere cosa non mi piace di tutta questa storia posso farvi un articolo a parte in cui i punti principali sono: anni a perdere tempo, un marketing che ha puntato troppo sul “business”, una strategia che è stata poco chiara e lenta negli anni, una chiusura iniziale dell’OS che, seppur stabile e performante, non ha mai convinto il pubblico nelle vendite. Delle scelte anche sbagliate da parte di Nokia: Lumia 610, vi dice niente? E prima Silverlight e poi Runtime, ma un Runtime che non era pronto come doveva essere… gli sviluppatori non è che fossero così contenti. Diciamo, se proprio vogliamo essere pessimisti, che se anche con Windows 10 non si vedranno risultati concreti (non guadagni stratosferici, ma comunque guadagni) allora sarà inutile cercare di fare mercato, vuol dire che nel mondo non c’è posto per un terzo sistema operativo, per quanto possa essere valido.

Senza contare quella mancanza di “esclusività” degli oggetti in sé: il Surface Pro 3 è in magnesio, bellissimo e innovativo e vende bene anche se effettivamente ci sono PC o tablet PC più economici che “fanno le stesse cose”, perché il mercato, come insegna Apple, vuole sentirsi “figo” quando acquista qualcosa, non vuole semplicemente usarla. Con i Lumia manca ancora un prodotto simile: costa tanto, è figo. Perché? Perché non ci sono app per giustificare la spesa alta per un prodotto bello, mentre invece un Surface Pro 3 fa girare qualsiasi programma PC esistente al mondo.

Ora io (noi) con gli sviluppatori ci parlo (parliamo) tutti i giorni. Anche se il //build è domani, già si sa che determinate cose sono state risolte e che finalmente ci si troverà davanti ad un OS completo: quel che Microsoft avrebbe sempre voluto fare ma il tempo non ha permesso. Un cammino iniziato con Windows 8 che trova finalmente compimento e stabilità. Anche se la Technical Preview ci lascia intravedere che di lavoro da fare ce n’è tanto e non è semplice, sappiamo che è una fase normalissima e che quando uscirà sarà la versione perfetta di quel che vediamo ora “in fase embrionale”. Così come anche il Duomo di Milano era sicuramente meno bello da vedere quando era un’impalcatura e 4 mattoni nel 1386, un architetto con il progetto in mano poteva immaginarsi e vedere la bellezza di quel che sarebbe diventato, di quel che è ora.

Siate architetti, siate folli! [semi cit.]

 

Articolo precedenteArticolo successivo
Mariano Mercuri
Chiedere ragione, è la prima cosa che l'apprendista filosofo dovrebbe apprendere a fare. Là dove nessuno chiede ragione, come può la filosofia anche solo cominciare? La domanda "perché?" ci fa scoprire l'intreccio di etica e logica, su cui i filosofi si interrogano, da Platone a Husserl. Se l'etica è la logica dell'agire giusto, la logica è l'etica del pensare [Roberta De Monticelli]
  • roberto

    D’accordissimo con te, i margini di miglioramento sono enormi

  • Microsoft in ogni caso non ci perde mai. Ed in ogni caso guadagna già abbastanza da quanto i singoli produttori di Android le devono versare per ragioni di brevetti e similari.
    Sì, di Android.

    • Federico

      Microsoft ormai vende un ecosistema completo che copre soluzioni hardware, software (sia di sistema che applicativo) e servizi.
      Alcune di queste voci è fisiologico che non siano in grado di generare utili, ma nel suo complesso l’offerta di Microsoft risulta vincente sia in termino di crescita che di profitto.
      Come dici tu Rock è anche in possesso di un portafoglio brevettuale di notevoli dimensioni, che le consente di limitare la spesa per i suoi prodotti e al tempo stesso ricavare un introito da quelli dei concorrenti.

      Nel suo complesso Microsoft è una delle migliori aziende del mondo, ormai orientata ai prodotti di alta qualità. Chiave di questo successo è l’espansione del suo ecosistema verso le piattaforme dei competitor, via iniziata da Ballmer ed alimentata con grande vigore da Nadella.
      Come dimostrano ancora una volta i dati di mercato bisogna assolutamente smettere di pensare ai singoli prodotti ed al marchio di Redmond, perchè i cento milioni di download di Office su Apple ed Android indicano chiaramente che è solo dall’apertura può arrivare nuova linfa.

  • Sal Cantali

    Sono fiducioso di quello che sta creando MS, credo che ne vedremo delle belle con l’avvento di W/WP10…. Intanto rimango alla finestra e mi godo il mio meraviglioso 640 xl lte.

  • TheVexed

    Esclusività: Avevo visto un concept di un lumia in stile surface, dire che era figo era riduttivo! Purtroppo credo rimarrà solo una fantasia perché MS da quando é entrata nel mondo Smartphone é sempre ad inseguire. Negli altri campi ci saranno innovazioni, ma fin dalle sue radici é sempre stata business con tante limitazioni! Bisogna vedere se effettivamente con W10 si arriva alla parità (se non superare) gli altri OS e se si producono device esclusivi. Il tutto ovviamente con la crescita dello store, favorendo dev e porting dalle altre piattaforme (se queste app fatte con decenza) dato che l’interfaccia del 10 dovrebbe essere un fattorea favore.

  • Omega

    Con i nuovi lumia e w10 Microsoft ha fatto un ottimo lavoro niente più 512 RAM intanto per i nuovi telefoni.. a Microsoft basterà w10 e dei top di gamma seri per avanzare di brutto
    A parer mio pero un telefono della Microsoft perfetto di aspetto dovrebbe essere un 635 ma 5 pollici con un solo tasto centrale come quello dell’iphone ma con la finestra microsoft

    • TheVexed

      A mio parere, un solo tasto é un errore perché ad esempio nell’iphone per andare indietro devi andare a pigiare in alto a sinistra (e poi magari critichiano chi li ci mette l’hamburger). La freccia sta bene li dove é. Poi a me questi 3 tasti risultano stracomodi per ricerche e cosi via. Rimarrà il dubbio di se e come metteranno il touch id ma vedremo

      • Omega

        Sarebbe come un surface in miniatura di bellezza sarebbe il migliore meglio dell’iphone anche se pure io ho notato quella scomodità nell’iphone però il problema sono i menu e le barre in alto

  • Lorenzo

    D’accordo su ogni cosa! Ottima riflessione :)

  • bellissimo articolo come sempre, la parte del “non mi piace” purtroppo è verissima

    • Grazie. Beh, obiettivamente di “c**ate” ne ha fatte, penso per la fretta di entrare in questo mercato… diciamo che han dovuto cambiare qualche guglia in corso d’opera, ma ora sta venendo su un bel Duomo. Mi sto approcciando a Windows Phone con rito ambrosiano, è preoccupante la cosa…

      • ahahahahah della serie “preghiamo che vada tutto bene”
        comunque ribadisco, dovreste tradurre (almeno articoli come questo) anche in inglese

        • My english is not very good! Beh, il progetto di diventare internazionali non è male…

          • Paolo

            Già il nome wp lover vi rende più in inglese che ad un pubblico italiano

          • beh, spero che in Italia il termine lover non sia così sconosciuto, quanto meno per il famoso latin ?

  • Altiero Spinelli

    L’ho scritto anche su altri blog: i risultati negativi, le perdite d’esercizio, le vendite inferiori sono il frutto di tante concause, in primis quella dell’accensione dei relativi costi per l’enorme mole di investimenti effettuati. La strategia aziendale sta seguendo un suo percorso preciso, delineato e scandito da scadenze a medio-lungo termine. L’esclusività per differenziare ed esaltare un progetto, un marchio, la si ritroverà nella concezione del software unico legato a specifici prodotti contraddistinti, si spera questa volta, da funzioni particolari con caratteristiche hardware di tutto rispetto. Il discorso applicazioni è da analizzare in prospettiva positiva per il semplice fatto che il dato oggettivo 400.000, (che siano inferiori o meno rispetto ai competitors, che siano di qualità inferiore) è positivo se si pensa che Microsoft ha soltanto il 3% di share mondiale sul versante mobile. Non penso che il progetto possa essere abbandonato qualora i frutti raccolti non dovessero essere quelli sperati proprio per il semplice motivo che ormai la concezione, la prospettiva è unica, globale: servizi, software unico e prodotti. Dubito fortemente che un colosso come Microsoft non possa rinnovarsi e mutare strategia per aumentare lo share, le vendite e il fatturato effettivo (utile netto). Quel che abbiamo avuto modo di vedere in passato, errori compresi nella realizzazione del software, a mio modo di vedere e interpretare la realtà segue una logica ben precisa: l’acquisizione di Nokia. Non voglio descrivere ipotesi di complotto e non faccio parte del famoso programma di Focus XD ma se si analizzano gli eventi, i riscontri, la conclusione appare chiara, probante la la tesi.
    P.s: concordo pienamente con l’autore dell’articolo e gli faccio i miei complimenti per la strutturazione e l’analisi globale. I Lumia adesso non godono di ottima salute per le vendite e gli introiti generati ma la solidità aziendale e il progetto faranno godere i futuri possessori, oltre quelli attuali! Tempo al tempo…

    • Grazie mille, mi aspettavo commenti totalmente diversi e invece apprezzo il fatto che non sia l’unico a pensarla così! Ci fate sentire meno soli, grazie! :-P

  • Sono d’accordo in tutto. Possiedo un Lumia 1520 (da un mese anche un 435) e un Surface Pro 3 e, lo scorso fine settimana, ero a un meeting Herbalife con mia moglie (al Palacongressi di Rimini) e la gente intorno guardava incuriosita la mia strumentazione elettronica. Il 1520 e il Surface (ma anche il 435, “dalla bella linea”, come ha sottolineato un mio interlocutore, si difende bene) sono oggetti che non passano inosservati…

    • ecco, ora ti invidio… il surface pro 3 l’ho regalato a mio fratello che si è laureato ed ora a lavoro fa un figurone… sai fare ad un cliente un preventivo usando le macro di Excel su un tablet del genere, con tanto di pennino per eventuali annotazioni… e poi gli mandi il pdf via mail… altro che ipad… (che non gestirebbe mai le macro di Excel, tra l’altro)

  • Marco Cavina

    Beh io ho il mio 630 con il suo mezzo giga di ram. E mi sta bene. Esagero nel dire che attualmente fa le stesse cose dei telefoni più performanti (parlo dei lumia)? Ovvio non ci gioco. Ma le altre applicazioni vanno più che benissimo. Se voglio giocare uso altre piattaforme. No?

    • No non sbagli. Il discorso è che un top di gamma fa “di più” in termini di prestazioni, di foto, di design, di qualità dei materiali, di risoluzione del display etc. Un domani ci sarà Windows Hello e magari sarà sul 1520 e sul 930 ma non su tutti quelli delle fasce più basse… certo, non ti cambia la vita, ma fa figo…

      • Marco Cavina

        Esatto! Mariano bravo ? … Ah si anche l’ accordatore modtuner pro spiazza tutti quanti. Qualunque piattaforma. Vedi? Tutto dipende dall’ utilizzo. Per esempio nel mio caso non cambia la vita ma. Più probabile che perda un accordatore che il telefono! ?

        • io ne ho persi una marea di accordatori, anche se l’ultimo fortunatamente ce l’ho ancora… da qualche parte in cameretta in qualche cassetto… faccio prima ad usare il telefono ahahahah

          • Marco Cavina

            Ah no ma infatti. Quello che ho citato fa paura. Poi lo uso col violino quindi funziona da dio OT

  • Federico

    Che tu stia iniziando a rivedere la tua posizione riguardo ai terminali di fascia alta, Mariano? :)

    • la mia posizione può anche rimanere quella, ma il mercato non sono io (purtroppo, cioè, se fossi stra miliardario sarei io da solo il loro mercato ahahahah) quindi amen: di certo da Microsoft non voglio solo la bellezza e l’esclusività, voglio anche le funzioni, come il surface pro 3! Dio quanto amo quel pennino!

  • Emanuele

    .. siate anche Ottimisti..

  • Raffael

    Ottima riflessione, concordo sugli aspetti positivi e, purtroppo, anche su quelli negativi! Bravi!

  • Paolo

    Io ci metterei anche tanti progetti che sono stati mostrati o pensati dalla parte Research e non ancora portati a fine( o almeno quasi ) dopo anni(per alcuni)!
    Come pensano che il 2020 sia come loro lo immaginano se non portano a termine le loro idee

  • Chiara

    Vogliamo parlare degli addetti alle vendite che, di fronte ad una richiesta-tipo “mi puó far vedere un terminale che costi massimo 200 euro?”, il piú delle volte ti presenta un Android, spacciandotelo per un ottimo prodotto (quando quasi tutti sappiamo che gli Android di fascia bassa sono disastrosi) e alla tua domanda “ma un Lumia? Che ne pensa?” ti guardano schifati, dicendoti “i Lumia peró non hanno tante app come gli Android”?

    • ed aggiungo: falli girare le app e i giochi su un Motorola da 200€, ti passa la voglia… moto g, 10 secondi (se non di più) per aprire WhatsApp

      • Chiara

        Quando i miei clienti mi portano un device Android da 200 euro, il quale non funziona, il loro disappunto é evidente. “Ma come, ha 2 gb di ram e si impalla!”… Ehhhh tesoro mio, se vuoi spendere 200 euro, non pretendere un gran terminale Android… Prendi un Lumia e stai da dio (bestemmionechepartearandom)…

  • Tommaso Palmieri

    Sono in completo accordo e penso che con Windows 10 Microsoft debba fare un grande lavoro di marketing, aprire store ufficiali con possibilità di assistenza (tipo Apple store) cosa che peraltro ho visto che ha iniziato a fare e aiutare il porting di app da altri OS