#Focus: Microsoft spegne la musica nel club, ma la festa non è finita

Con Windows 10 Microsoft cercherà di segnare un passaggio significativo nella storia dell’informatica. Un’unica piattaforma in grado di funzionare su praticamente ogni tipologia di dispositivo e di comunicare in maniera diretta e naturale con i suoi “simili”. Un progetto lungimirante che mira a togliere quell’immagine di vecchio ed immobile che ormai aleggia nelle menti della massa nei confronti del colosso di Redmond.

03-crisalide

Siamo in una fase di metamorfosi del sistema, di cui noi possiamo vedere solo alcuni dei processi interni attraverso quella crisalide semitrasparente che passa sotto il nome di Technical Preview. Possiamo in altre parole vedere l’ombra dei mutamenti che stanno plasmando quella materia che comunemente chiamiamo Windows Phone; talvolta quest’ombra cala su di noi lasciandoci inermi e spaesati dinanzi ad alcune meccaniche che non comprendiamo del tutto.

OneNote-on-Windows-Phone_Rooms_feat

Microsoft ha comunicato ieri l’interruzione del servizio “club”. Non so quanti di voi lo utilizzassero, ma si trattava senza dubbio di un aspetto peculiare del sistema operativo, un unicum che caratterizzava il terzo polo dell’informatica mobile. Addio quindi ai nostri calendari condivisi, ai file in comune, alle chat in “famiglia”, ma soprattutto addio ad una feature interessante ed apprezzata.

Finisce così la festa? No, Microsoft ha già annunciato che sono in arrivo nuove modalità di interazione sociale attraverso la sua piattaforma e che quindi quest’ombra calata su di noi è destinata a scomparire. Non sappiamo tuttavia in cosa consisterà tale sostituto al club: l’unica cosa che conosciamo è la prossima integrazione di Skype all’interno dell’app dei messaggi. L’azienda di Redmond sembra però aver lasciato qualche briciola sul sentiero per permetterci di ipotizzare quando vedremo qualche spiraglio di tale novità.

familyroom_wp8_1

Non dimentichiamoci che la chiusura dei rubinetti per la funzionalità “club” avverrà nel mese di marzo, periodo in cui con buona probabilità sarà rilasciata una nuova Build della Technical Preview. Risulta facile supporre che forse (e sottolineo forse) potremmo vedere qualcosa in merito in quell’occasione: altrimenti perché disabilitare i club? Rimane ancora l’interrogativo sul motivo dell’attuazione di tale modifica già ora per noi utilizzatori di Windows Phone 8.1, che non avremo modo di accedere stabilmente a Windows 10 prima di qualche mese.

Ci sono altri ambiti allo stato attuale in cui la musica sta cambiando. È innegabile che Windows 10 modificherà molti dei paradigmi a cui noi appassionati siamo molto legati e affezionati, chi più, chi meno. Lo stile tipografico, caratteristico di Windows Phone già dalle prime versioni, armato di pivot e panorama e forte dello swipe, lascerà spazio ad un’interfaccia più standard tra pulsanti e hamburger menu.

windows-phone-7-panorama

Questo processo in atto ha origine dal desiderio di unificazione delle UI (User Interface) dei dispositivi che saranno dotati di Windows 10, ma non solo. L’intervento di Microsoft è focalizzato su più fronti: da un lato lo scopo è quello di rendere più “familiare” l’interfaccia grafica ai nuovi utenti, dall’altro è di semplificare il processo di porting delle app presenti sugli altri sistemi operativi.

Sarà la morte di quel Windows Phone che conosciamo e apprezziamo? Più che una morte sarà un cambiamento, un passaggio intermedio che punta ad essere appetibile sia alla vecchia scuola che alle nuove leve, attraverso uno stile Modern 2.0 che mantiene l’ossatura di alcuni pilastri come i tile e la Start screen, ma ne abbandona altri come quelli appena citati.

photos-windows-10-scn2

Allo stesso modo è opportuno ricordare che possiamo far sentire la nostra voce attraverso lo strumento dei “feedback”. Microsoft ci ascolterà? La risposta rapida è “certamente”, quella completa è “sì, ma fino ad un certo punto”. L’obiettivo della compagnia è quello di espandersi sul mercato e credo che difficilmente potrà accontentare tutti perché in questi casi è il marketing che volenti o nolenti fa da padrone.

Vogliamo le app? Servono sviluppatori. Vogliamo sviluppatori? Dobbiamo motivarli. Come? Con un pubblico sufficientemente ampio. Come aumentiamo il numero di utenti? Accontentando la massa di persone che preferiscono approcci più classici all’informatica. Siamo sempre lì. È come inserirsi tardi in una partita a scacchi iniziata male da un altro giocatore: puoi ancora vincere, ma devi adattarti allo stile di gioco. Si tratta del medesimo processo che sta avvenendo in ambito PC. Windows 8.1 è poco diffuso. Nonostante sia un ottimo sistema operativo, ha commesso l’errore di dare troppa importanza all’interazione tramite un’interfaccia touch, in un mondo in cui, pur essendo passati anni, questa tecnologia non si è adeguatamente diffusa sui PC tradizionali (il cui turnover è stato inoltre minato dall’arrivo dei tablet).

Io ho un Surface Pro 3 da un mese, ma uso Windows 8 praticamente dagli esordi e da sempre sentivo che mi mancava qualcosa nell’interazione con il mio PC. Con l’acquisto di Surface mi sono reso conto che quel qualcosa era proprio il touch e che l’unico modo per apprezzare completamente questa versione del sistema fosse avere un dispositivo del genere. Su PC infatti Microsoft con Windows 10 mira a fare uno step intermedio che unisca il mondo touch con quello non-touch, cosa che avrebbe dovuto fare con la versione precedente per incidere positivamente sul mercato negli ultimi anni.

dresscode

Tutto questo per dire cosa? Per dire che sebbene Microsoft sembri spegnere la musica qua e là, sta in realtà semplicemente cambiando disco, con l’obiettivo di riempire quel “club” chiamato Windows Phone che per lungo tempo è rimasto esclusivo, di alterare quel “dress code” che ha tagliato fuori diversi utenti che non avevano un guardaroba adeguato per questo sistema e hanno scelto un altro locale in cui divertirsi.

Piacerà anche a noi la nuova musica? Io sono fiducioso e non mi sono cambiato d’abito.

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates
  • Quello che non capisco è perché interrompere adesso e non aspettare l’uscita di Win 10 -_-

    • Federico

      Perchè in ottica di marketing sarebbe stata una pessima idea.
      Se la cosa fosse stata contestuale il nuovo OS sarebbe stato associato ad una negatività (vera o presunta poco importa), non il massimo per il lancio di un prodotto.

  • M_90® ????⚡??

    almeno integrassero tutto con Skype

  • Che bell’articolo, complimenti!
    Non posso che essere affranto per la presunta rimozione di peculiarità, come l’interfaccia pivot/panorama/tipografica (non so bene come chiamarla xD), però d’altra parte non posso che essere d’accordo sul fatto che Microsoft sta cercando di andare incontro alle esigenze dell’utente (per dirne due, con la modifica dell’interfaccia di Windows mobile per renderla più in linea con la concorrenza e la reintroduzione di un pulsante Start in Windows desktop) cercando però di rimanere se stessa (con la schermata Start con le Live Tiles, per dire).
    Insomma, alcune scelte sono discutibili, ma mi pare di capire che Microsoft sa cosa sta facendo, e Nadella mi ispira molta fiducia, e in effetti dovremmo vedere tutte queste mosse, negative o positive che possano sembrare, come un cammino per raggiungere un “bene superiore”! Quindi aspettiamo a giudicare dopo l’uscita di Windows 10, per ora limitiamoci a speculare e fare sentire le nostre preferenze tramite il feedback, poi sarà Microsoft a trovare il modo di fare il sistema operativo che tutti vogliamo!
    Kudos per la metafora degli scacchi, molto efficace!

  • Inviasubito

    Io vedo somiglianze (grafiche) con android, non che sia brutta ma, come già detto in un altro articolo, non mi convince affatto.
    Per ora ho visto solo foto (aspetto la compatibilità con il mio dispositivo per provarlo di persona) e non mi convincono..

    Vedremo. Sono fiducioso.

  • Ottimo articolo come sempre!Riguardo la storia di pivot e hamburger sono d’accordo al 100%.

    Riguardo alla ms: capisco che se abbiano deciso di chiudere Room a fine marzo non possano dirlo 2 giorni prima, ma ad oggi obbiettivamente stanno togliendo una funzione senza dare precisazioni su quello che avverrà…

    Ci sarà una cosa ancora più facile e utile? Benissimo, però prima introducete la nuova e DOPO chiudete la vecchia…

    Microsoft ci ascolterà?

    Ascoltano ma sono lenti: per file manager e toggle rete dati hanno aspettato di avere circa 100k richieste su uservoice…