#Focus: Più vita alla batteria? Proviamoci

Risparmiare batteria Lumia

Per quanto gli Windows Phone si difendano bene in termini di durata della batteria, la sete di energia è sempre grande.

Lo scopo del Focus di oggi – come avevo promesso in qualche commento, alcuni giorni fa – è quello di provare ad impostare nel miglior modo possibile il nostro smarphone, in maniera tale da ottenere un pochetto di autonomia in più dalla batteria.

Ci tengo a precisare che quelle che riporterò vanno considerate come OPIONIONI personali, dettate dall’esperienza d’uso. Data questa premessa, quindi, non starò a confrontrami con altre opinioni, per la semplice ragione che sono appunto “esperienze d’uso personali“, ossia qualcosa che riguarda singolarmente ciascuno di noi, il proprio modo di utilizzare il cellulare e, non da ultimo, la situaizione ambientale in cui ci si trova a vivere e lavorare con il proprio smartphone.

Perchè dico questo? Semplicemente perchè se, ad esempio, TIZIO passa 3 ore in treno o molto tempo in metrò, è normale che a parità di qualsiasi altro parametro, la sua batteria durerà MENO di quella di CAIO, poichè – sempre per dire – il GPS del suo cellulare non dovrà lavorare per cercare più e più volte la posizione.

Fatta queste importante premessa: ciak, si gira!

Dividiamo le aree di intervento in tre parti:

■ AREA IMPOSTAZIONI

Settaggi consigliati:

  • Start e tema: 2 colonne, sfondo scuro;
  • Toni e suonerie: eliminate la vibrazione, se non vi necessita;
  • Email ed account: impostate su “in base al mio utilizzo” solo quella che ritenete essere la più importante e con “controlla ogni ora/due ore” quella/e meno importanti;
  • Schermata di Blocco: blocco schermo dopo 30 secondi;
  • Bluetooth: spento, se non ne avete necessità;
  • NFC: spento, se non ne avete necessità;
  • Risparmia batteria: “quando la batteria è inferiore al 20%”;
  • Luminosità: impostatela su MEDIA e poi bloccate il toggle con AUTOMATICA;
  • Rotazione schermo: bloccata. Variatela via Action Center se necessario;
  • Posizione: attiva. Ma se non vi serve, disattivatela;
  • id annunci: disattivato;
  • Tastiera: lasciate solo la tastiera che usate davvero. Eliminate le altre lingue;
  • Schemrata Glance: visualizza. Il resto a vostra scelta.
  • Display: qui regolatevi voi. Provate con e senza i settaggi proposti. Disattivare le due opzioni vi regalerà qualche piccolo grammo di energia in più. Io qui ho tutto attivo;
  • Touch: sensibilità al tocco: NORMALE (l’extra serve solo se usate guanti). Riattiva: NO. Barra spostamento: SI.

■ AREA HOME SCREEN

Ricordate che, in linea puramente teorica, la tile GRANDI consumano più energia, poichè spesso sono utilizzate per mostare in quantitativo maggiore di informazioni. Mi rendo conto possa sembrare una stupidaggine, ma ci sono alcune tile che – secondo il mio metro di valutazione – consumano di più.

Il mio consiglio personale è di NON PINNARE (verbo orribile!) le seguenti app. O se proprio dovete farlo, seguengo questo schema e limitandovi a quelle che proprio vi necessitano:
Facebook: tile piccola: OK
Hub foto: tile piccola: OK. Altri formati: SOLO se con foto statica.
Hub contatti: tile piccola e media: OK
Facebook Messenger: tile piccola: OK
Telegram/Wzapp/altro messenger: Tile piccola: OK; Tile media: OK.

In generale, cercate di ridurre al minimo le tile grandi. Usate solo quelle che davvero servono e risultano essenziali. Stesso discorso per eventuali altre tipe dinamiche tipo Meteo, status vari e sensori di stato (campo, batteria, etc.) specie se non Microsoft.

■ AREA “SENSORE BATTERIA”

Il sensore batteria è uno strumento molto comodo ed un prezioso alleato per consetirvi di ridurre al massimo i consumi del vostro smartphone.

Il mio consiglio è di tenere la tile sel sensore batteria sempre in home, assieme a quello del sensore dati. Sono gli unici due che davvero servono.

La schermata che dovreste vedere avviando il “sensore batteria” è simile alla seguente:

wp_ss_20150122_0001

Come noterete, in questa pagina vengono elencate le app che hanno totalizzato un utilizzo maggiore delle altre, nell’ultimo periodo di tempo considerato.

Noterete anche due istogrammi: il primo, quello di colore più vivace, indica l’utilizzo “attivo”; il secondo, appena sotto, indica l’utilizzo “in background”, che l’app fa della batteria.

Nell’esempio, il 30,1% della mia batteria è stato destinato – nel lasso di tempo considerato – alla gestione delle telefonate. Con una piccola quantità di uso in background. Questo per voi deve essere un grande segnalatore d’abitudine, poichè non dovreste mai lamentarvi se dopo 5 ore di telefonate, il cellulare è inspiegabilmente a metà batteria. Uhm!?
Detto questo, avrete anche notato la presenza di un “SI” e di un “NO” sotto alcune delle voci sopra riportate. A cosa si riferiscono?
Semplice e pericoloso allo stesso tempo! Leggete BENE.

Quelle due piccole paroline, che starà a voi impostare secondo “necessità”, indicano al telefono COME comportarsi con la gestione dell’energia in backgroud (= ciò che avviene in un sistema di processi, pur non dandone necessariamente segnale evidente o esplicito ) nel vostro cellulare.

Vi faccio un esempio. A me non interessa che lo Store mi notifichi la presenza di nuovi aggiornamenti o mi suggerisca alcunchè, poichè controllo tutto manualmente due volte al giorno. DUNQUE, nel mio caso, tenere “SI” sul funzionamento in backgroud dello Store è una cosa inutile. E quindi l’ho disattivata.

Ma state ben attenti, poichè questa è un’arma a doppio taglio. Dovete essere ben consci di quello che state facendo, poichè altrimenti potreste causare un mutismo (diciamo così) di alcune app, che smetteranno di fare per voi quello che normalmente vi aspettereste facessero.
E qui, credetemi, davvero nessuno ha voglia di farvi sembrare il vostro cellulare peggiore per causa di una svista. ATTENZIONE quindi a quello che fate.

Che ne pensate dei suggerimenti?

Attendo con impazienza le vostre opinioni e, soprattutto, i vostri trucchetti per cercar di far durare ancora di più la batteria del vostro smartphone. Ovviamente, se dopo aver provato questi suggerimenti notate miglioramenti, raccontatecelo.

Articolo precedenteArticolo successivo
R. Laterza
Orienta la tua vita in maniera che nessuno possa dire che l'unica cosa che hai di smart sia il tuo telefono!
  • Diego!

    Perché la luminosità con il toggle bloccato su MEDIA e non su BASSA?

    • Beh, se posso esserti sincero, perchè io voglio sì che la batteria duri di più, ma voglio pure che il cellulare sia “bello”. Sono soluzioni di compromesso.
      Bloccando su MEDIO, il cellulare tiene un livello di luminosità decente, nè troppo alto nè troppo basso, e non creando “sbalzi”.
      Se metto basso da subito, il cellulare dovrà contrastare con questa mia volontà, quando le condizioni si luce sono così pessime da rendere di fatto necessario cambiare impostazione.
      Ho dovuto scegliere, in buona sostanza, tra varie conseguenze. E, secondo me, lasciando medio, la gestione della luminosità diviene più uniforme, meno sobbalzante. E quindi consuma meno.

      Un po’ contoroto, ma c’ho pensato abbastanza a come settare tutte queste voci. :)

      • Stefano Fabbri

        Questo che tu dici lo riscontravo appieno su WP 8.0 (all’epoca ero con l’8X) ma da 8.1 (col 1020) ti assicuro che l’automatica non guarda minimamente al livello base di luminosità (basso/medio/alto).
        Piuttosto, se mi parli di rimedi drasticissimi per la batteria (alcuni non li condivido), ti propongo la mia: toggle della luminosità nell’action centre così che abbatti anche i costi energetici del sensore di luminosità ambiente. ;)

        • Ciao. Beh, come ho scritto, sono impressioni d’uso personali.
          La parola chiave è “ti assicuro”. Non puoi. Proprio perchè nella mia esperienza (ed ho provato prima di scrivere), questo settaggio mi ha dato i risultati migliori.
          MA non escludo che con il tuo, le cose siano differenti. Io lo noto con grande evidenza lo scarto di luminosità che intercorre tra medio/auto e medio/fisso. E così via con alto/auto, basso/auto, etc etc.
          Specie se questi li relazioni ai valori di leggibilità diretta sotto la luce del sole e schermo sensibile o meno.

          Rimedi drasticissimi?
          No, preferisco piccole ottimizzazioni per poter ancora usare il cellulare. Vedi la risposta di poco sopra la tua. Altrimenti avrei consigliato ben altri settaggi, in più di una occasione. Compreso il disabilitare il servizio posizione (il quale, guarda caso, sul mio non da noia alcuna e consumi ridottissimi, mentre su altri cellulare crea una marea di consumi inspiegabili).

          Ottima idea quella del toggle luminosità. E’ una soluzione che può aiutare a gestire meglio i consumi. Personalmente, per ora, ho tutti i 4 toggle occupati e non mi è comodo sprecarne uno per gestire quello della “luminosità”. Ma non mancherò di sperimentare ancora.
          That’s all. :)

  • Salvatore

    Non trovo giusto che io mi devo comprare un telefono che mi promette di avere un certo tipo di funzioni e poi devo castrarlo in modo drastico perché se no non mi arriva a sera

    • Ciao. Comprendo quello che dici, ma non lo condivido appieno.
      In questa mia “”GUIDA”” ho provato a non penalizzare praticamente nessuna funzione “interessante” del telefono, privilegiando l’eliminazione delle cose invece “superflue”. Quindi, in parte concordo con te: voglio avere il meglio dal mio smartphone.
      TUTTAVIA, a volte i piccoli compromessi sono necessari, SOLO se lo sono. Il non arrivo a sera non dipende da quanto sei stato bravo a settare il tuo cellullare, ma di 1) quanto lo usi tutti i giorni; 2) quando è performante la tua batteria; 3) quanto è buona la gestione che il tuo telefono fa del suo hardware.
      Se non arrivi mai a sera, forse non è quello che usi il telefono giusto in base alle tue esigenze. Personalmente ho provato un 820, prima del 720, e devo dire che se avessi dovuto scegliere di restare su Lumia in base all’820, non sarei qui.
      Con una batteria da 2000 sto decisamente meglio.

      Qui, in sostanza, non provavo a dirti come resuscitare un telefono che non dura quanto vuoi. Ma a far durare un po’ di più un telefono che già ti “appaga”. Se non arrivi a sera, come dici, allora devi considerare soluzioni drastiche come un powerbank o, magari, considerare un cellulare (magari un windows phone) che abbia una battaria di capacità maggiore.

  • Alessandro

    Ho notato che per quanto comodo il doppio tap consuma parecchio. In ogni caso a grandi linee sono le mie stesse impostazioni. :-) Una domanda: Che serve internet explorer,attiva in background? Personalmente poi vorrei che almeno una mail, quella di uso principale, si possa impostare “sempre sì”, nelle app attive in background ma posso capire che basterebbe disattivare il risparmio batteria.

    • Ciao.
      Di fatto, secondo me, tenere attivo Explorer in background non serve proprio a niente. A meno di esignete super particolari che personalmente non ho. Infatti appena avrò modo (ho resettato di fresco) farò una super pulizia.

      Per la mail, impostala su “all’arrivo”. E, di conseguenza, sino a risparmia batteria non troverà mai stop nemmeno in backgorund. O non ho compreso la questione?

      • Alessandro

        Sì scusa forse mi sono espresso male, intendo dire che come Whatsapp se fosse presente anche la mail tra le app in background si potrebbe impostare “sempre sì” di modo da poter ricevere almeno le email anche con risparmio batteria attivo, come accade appunto con whatsapp. Anche Facebook messenger non prevede tale funzione. Ma effettivamente basterebbe disattivare risparmio batteria se c’è così urgenza di messaggi o ricevere le email. D’altronde se si terrebbero attive comunque questi processi, il risparmio batterie in fondo smetterebbe di avere la sua funzione proprio di risparmiare. :-)

      • secondo me è per i download delle cose (o l’upload), rimane in background se spegni lo schermo (non se passi ad un’altra app però, mi pare)