Frederic: resurrection of music (Gratis per 36 ore con MyappFree)

Ci fu un tempo in cui la chitarra era lo strumento degli eroi. Prima, però, venne il pianoforte! O forse dopo? Scopriamolo con Frederic.

No, non sto rievocando le memorabili performance di Jimi Hendrix né i poderosi assoli dei Van Halen, né alcuna delle leggende del rock da Santana a Brian May. Più semplicemente, proponevo una citazione di un pezzo di storia del gaming musicale, ossia quel Guitar Hero che, nelle sue varie declinazioni, é sbarcato più o meno ufficialmente su tutte le maggiori piattaforme, creando un vero e proprio genere amato da migliaia di persone nel Mondo, me compreso. Vi assicuro, Guitar Hero è, non senza ragione, un gioco divertentissimo.

Ora, dopo questa piccola premessa, passiamo a parlare di Friedric: resurrection of music (ver. 1.1.0.0), sviluppato dalla Forever Entertainment S.A.  e pienamente rientrante nella tipologia indicata quale clone in salsa retró/moderna del titolo chitarristico (Guitar Hero) sopra citato.

La storia creata per introdurci e lasciarci immergere nello vivo del gioco é tutto sommato carina. Vestiremo i panni di  Frederic Chopin, uno dei più noti compositori di musica classica di tutti i tempi, che, per un bizzarro gioco del fato, si trova a resuscitare nella Parigi moderna (in una non meglio precisata epoca attuale dai contorni un po’ steam punk ed un po’ retro-futuristici), entrando in contatto con tutte le stramberie e le aberrazioni che la musica attuale ha assunto. Il nostro compito sarà aiutare Chopin in un avvincente giro del Mondo, volto a vincere duelli contro avversari che rappresentano la  musica “senza senso” che ormai ha preso piede tra i moderni.

Quale sarà il nostro compito? Ci troveremo a dover sfidare a duello, in vari contesti ambientali (10 località del mondo), una serie di nemici a colpi di note musicali, con il meccanismo tipico di questo genere di giochi. Il nostro stumento sarà un pianoforte (e non la chitarra dell’illustre antesignano): ciascuno dei tasti di “ebano ed avorio” (citazione) corrisponderà ad un filo, sul quale scorreranno le note. A noi, come viene facile immaginare, toccherà premere il tasto corrispondente seguendo il fluire delle note musicali, allorquando esse giungeranno in prossimità del relativo tasto. Semplice semplice ed immediato.

Tutto simpatico, ma… Il contatto col gioco a me ha lasciato un po’ perplesso.
L’ottima introduzione in stile fumetto, la belle animazioni di contorno ed un aspetto grafico decisamente sopra la media, hanno un contraltare a mio avviso solo sufficiente nella giocabilità.
Ho iniziato impostando un livello di difficoltà medio, proprio per saggiare la fruibilità del titolo anche a chi si approcciasse per la prima volta a questo genere di giochi: portare a termine il livello é stata una cosa davvero complessa; ciò denota o un cattivo bilanciamento della difficoltà, oppure poca accuratezza nella gestione delle note, le quali cadono a pioggia rendendo quasi impossibile giocare con “serenità”.  Anzi, diciamo pure che la frustrazione é sempre in agguato. Le cose vanno (poco) meglio impostando il livello di difficoltà su easy.
Ovviamente, se siete dei maniaci del genere “musicoludico”, allora forse la difficoltà sarà un evidente pregio e non potreste chiedere nulla di meglio. Personalmente, avendo compito di scrivere “per tutti” ed avendo provato Guitar Hero, non mi sono divertito troppo.  Gusti.

Piccola nota: il gioco “pesa” 400 mega circa. State certi di scaricarlo sotto rete WiFi per non avere sorprese con il vostro traffico dati mobile, ok?

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Orienta la tua vita in maniera che nessuno possa dire che l'unica cosa che hai di smart sia il tuo telefono!