GetHired: mai più senza un lavoro, gratis per oggi con myAppFree!

“Chi cerca trova”. Facile a dirsi, difficile a farsi. Non sempre cercare qualcosa che ci serve è una operazione semplice (e io ne so qualcosa quando cerco le chiavi di casa prima di uscire), ma con un po’ di ordine fisico e mentale, buona volontà e qualche piccolo aiuto si riesce prima o poi nell’impresa. Quando poi l’oggetto della nostra ricerca è una cosa importante come il lavoro, un valido aiuto non solo è gradito, ma potrebbe essere vitale. Se siete anche voi ancora sulle tracce della vostra strada o siete a caccia di un impiego per guadagnare qualche soldo nel tempo libero, la app gratuita offerta oggi da myAppFree è ciò che fa per voi!

GetHired di AppSplice è una delle migliori risposte del Windows Phone Store a chi cerca un lavoro di qualsiasi genere. L’applicazione sfrutta cinque dei portali più famosi in questo settore (Indeed.com, CareerJet.com, SimplyHired.com, CareerBuilder.com e JobServe.com) per garantire all’utente di poter effettuare una ricerca completa in pochi secondi. Una volta inserito il tipo di impiego e il luogo in cui ci troviamo ci basterà un tap per dare il via alle danze.

wp_ss_20140909_0002
wp_ss_20140909_0008

L’interfaccia utente ci offre un buon panorama di opzioni e rapide scorciatoie. Dalla schermata principale è possibile specificare che cosa vogliamo fare e dove abitiamo (non necessario se i servizi di localizzazione sono attivi) e, grazie al tasto “impostazioni”, regolare fattori come la localizzazione, le fonti e l’organizzazione dei contenuti delle videate successive. Quest’ultime ci riporteranno a nostre azioni precedenti come le ricerche recenti, l’elenco delle nostre proposte di occupazione preferite e la lista di quelle visionate ultimamente.

wp_ss_20140909_0003
wp_ss_20140909_0006

Dati in pasto all’applicazione i due parametri richiesti, avremo accesso ai risultati, divisi per sito di origine. Scorrendo orizzontalmente il carosello passeremo da una fonte di offerte all’altra, mentre uno swipe verticale ci consentirà di scorrere gli esiti dell’operazione di ricerca. Se abitate in una grande città è probabile che la lista sia davvero lunga e suddivisa su più pagine ed è qui che entra in gioco l’application bar. Grazie ai tasti “freccia” posti su di essa è possibile cambiare pagina. Tramite il bottone “filtro” possiamo invece affinare i risultati impostando il tipo, l’ordine di rilevanza e il raggio di azione dell’app rispetto alla nostra posizione.

Selezionata una proposta ne visualizzeremo un breve riassunto seguito da una vista web estratta direttamente dal portale. L’application bar in questo caso è rivolta alla condivisione, all’aggiunta delle offerte alla nostra lista dei preferiti o alla schermata di Start come tile secondari. Non lasciatevi ingannare dalle opzioni “posta elettronica” e “SMS”: sebbene possano sembrare sistemi di contatto diretto con i datori di lavoro, sono invece modalità più rapide di condivisione degli annunci.

Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates