Google Chrome 64 Beta, interessanti novità e HDR su Windows 10

Dopo avere rilasciato la versione 63 stabile, Google ha reso disponibile al test Chrome 64 Beta. La versione del browser porta con sé grandi novità.

Le novità di Google Chrome 64 Beta

Questa nuova versione del browser Google comprende miglioramenti e novità sia sul versante della sicurezza che su quello delle nuove feature. È arricchita, infatti, da un nuovo blocco pop-up e un blocco per i reindirizzamenti automatici.

Come si legge nel post sul blog ufficiale di Chromium (link in fondo), l’obbiettivo è combattere i link a siti di terze parti travestiti ad esempio da pulsante play, o altri controlli, o livelli trasparenti installati sulle pagine web che possono catturare i nostri click e portarci verso pagine indesiderate. Un avviso avvertirà l’utente del tentativo di reindirizzamento.

Inoltre, il nuovo pop up blocker impedisce ai siti web di aprire nuove schede o finestre durante la navigazione.

Le novità si estendono anche all’esperienza di navigazione, sarà possibile eliminare tutti i suoni generati da una pagina web tramite una voce nel menù delle informazioni e, per gli utenti Windows 10, è stata introdotta la possibilità di riprodurre video in HDR, a patto di avere Windows 10 Fall Creators Update, scheda e display che supportino l’HDR e le impostazioni adeguatamente settate.

Per le altre novità, decisamente molto più nerd, consultate il post sul blog ufficiale.

Grazie a Francesco per la segnalazione

Immagine: TechnoAndroid
Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo

Ogni tanto mi viene in mente qualcosa… e qualche volta la scrivo.

  • Flavio Migliorati

    OT: sono appena passato da windows mobile ad iPhone 8.

    Nonostante tutto, volevo condividere con voi alcune cose di windows mobile che gia mi mancano:

    Innanzitutto la possibilità di ricevere tutte le notifiche del lumia sul pc windows, che trovavo comodissima (ma in parte si puo fare con MacOS, quindi a breve proverò a fare l’hackintosh)

    L’app LockMix, che riempiva la schermata di blocco con molte informazioni utili (io avevo messo il meteo, il calendario e la mappa)

    Il fatto di poter cambiare al volo la batteria, infatti ne possiedo 2 e le alternavo, quando una si scaricava usavo l’altra, ma devo ancora sperimentare l’autonomia, che magari mi basterà.

    Di sicuro però non mi mancherà la mancanza di app, la fluidità non proprio perfetta e la lentezza generale del sistema (ma d’altronde avevo un lumia 540)