Google fa i conti con Windows Phone

Che la storia tra Google e Microsoft soprattutto in merito a Windows Phone non sia mai stata una storia d’amore lo sappiamo ormai bene. Un esempio su tutti, la rimozione forzata dell’app YouTube sviluppata dalla stessa Microsoft all’epoca del rilascio di Windows Phone 8.Non si contano poi le fatiche d’Ercole che bisogna fare, sia come utenti sia come developer Windows Phone, per accedere in modo soddisfacente ai servizi del colosso di Mountain View, che, da parte sua, finora non è sembrata minimamente intenzionata a sviluppare applicazioni per quella che ha definito “una piattaforma insignificante” (in termini di numeri).

Ma com’era il proverbio? Il gatto si morde la coda e non sa che la coda è sua. E lo dimostra questo annuncio made in Google:

Googlejob

 

Notate qualche incongruenza con quanto sempre detto da BigG? Nel campo “qualifiche essenziali” (minimum qualifications), al secondo punto, Windows Phone viene nominata insieme a iOS e Android come “una delle maggiori piattaforme mobile“.

Che a Google si siano ricreduti dopo i risultati in termini di vendite ottenuti da questa “insignificante piattaforma”? O che stiano iniziando a considerare Microsoft dopo l’adozione di Yahoo! (che sappiamo essere basato su Bing) come motore di ricerca predefinito da parte di Mozilla (in alcuni Paesi tra cui USA in prima linea) e medesima una tendenza alla scelta di Bing da parte di Apple nel suo browser Safari a conclusione dell’attuale contratto con Google in scadenza il prossimo anno?

In ogni caso, non può fare che piacere notare come il comportamento scorretto di Google perpetrato ai danni degli utenti Windows Phone stia avendo delle battute d’arresto e come, volente o nolente, il colosso della ricerca stavolta abbia dovuto piegare la testa… e le parole.

FONTE Informazioni: Google.com

Articolo precedenteArticolo successivo
Con la passione per la scrittura e maniaco di tecnologia, un esploratore dei recessi della comunicazione e dei suoi mezzi: un Indiana Jones dell'era digitale
  • Clemente De Lucia

    Deve ritornare per forza sui suoi passi poiché Windows Phone non è più un prodotto insignificante come diceva all’inizio ma adesso è una forza

  • Alessandro

    A mio parere terrà duro ancora per un po’. Chi la dura la vince, poi raccoglierà quel che ha seminato. ;D

  • TonioC

    :)

  • È brutto da dire, ma probabilmente la Google ha citato Windows Phone nella lista per evidenza di fatti, in quanto WP oramai ha una certa fama, però non mi aspetto di certo che Google si ricreda in quanto è un azienda troppo immatura! Se non lo fosse, non giocherebbe questi brutti colpi bassi…