[Aggiornato] Guida: come installare Windows 10 Compact OS

Windows 10 Compact OS

Il nostro lettore Federico nei commenti dell’articolo riguardanti la forzatura dell’aggiornamento a Windows 10 November Update, mi ha dato l’idea per l’articolo di oggi: come installare Windows 10 in versione compressa. Partiamo col dire che questa procedura è consigliata solo agli utenti esperti, è possibile che perdiate i vostri i dati! Difficolta_Alto

Windows 10 Compact OS

Compact OS è una modalità d’installazione pulita (con questa espressione si intende una formattazione e ad una successiva installazione del sistema operativo) di Windows 10, studiata per i dispositivi con poca memoria a disposizione (si pensi ai tablet economici con 16GB o 32GB di memoria interna), che permette di risparmiare una notevole quantità di spazio: si va dai 2.6GB ai 6.6GB. Nello specifico 2.6GB vengono liberati grazie alla compressione del sistema operativo e altri 4GB vengono salvati grazia alla mancata installazione della partizione di ripristino. Windows 10 Compact OS Per poter procedere con l’installazione abbiamo bisogno di una chiavetta USB su cui sia caricata l’immagine di Windows 10, per semplicità potete utilizzare il tool rilasciato da Microsoft in questa paginascaricate il Media Creation Tool, cliccando sulla voce “scarica ora lo strumento”. Windows 10 Compact OS Media Creation Tool Una volta completato il download, aprite il programma scaricato, chiamato “MediaCreationTool.exe”. Windows 10 Media Creation ToolUna volta avviato il programma, cliccate sulla voce “Crea un supporto d’installazione per un altro PC“. Windows 10 Compact OS Ora vi verrà chiesto di selezionare l’architettura e la lingua di Windows 10, in questo caso il programma vi darà una mano: se non conoscete la vostra architettura, allora, vi basterà semplicemente attivare la spunta “Usa le impostazioni consigliate per questo PC“, tuttavia, nel caso in cui abbiate la necessità di aggiornare più PC (o tablet), allora vi converrà impostare la voce architettura su “Entrambi“, il download sarà più grande, ma dovrete usare una sola chiavetta USB e, come se non bastasse, risparmierete una notevole quantità di tempo. Tenete bene a mente che, generalmente, i tablet utilizzano Windows 10 Home con architettura a 32bit (x86), soprattutto quelli economici; l’architettura a 64bit (x64) è presente solo su dispositivi di fascia alta: Surface et similia. Windows 10 Compact OS Nell’ultima fase vi verrà chiesto il tipo di supporto che vorrete utilizzare: una chiavetta USB o un DVD, in questo caso, ovviamente sceglieremo la prima opzione. Windows 10 Compact OSUna volta terminata la preparazione della chiavetta USB, recatevi a questo link, scaricate il file chiamato “createpartitions-uefi.txt e copiatelo all’interno della chiavetta, servirà tra poco! Windows 10 Compact OS Avviate l’installazione di Windows 10 da chiavetta USB avviando la periferica dal BIOS, una volta avviata la procedura cliccate sull’opzione “Ripristina il computer”. Windows 10 Compact OS Nella schermata successiva cliccate su “Risoluzione dei problemi“, successivamente su “Opzioni avanzate” e, infine, su “Prompt dei comandi“.

N.B. D’ora in poi, troverete i comandi riportati tra virgolette, questi vanno digitati senza di esse.

Windows 10 Compact OS All’interno del Prompt dei comandi digitate il comando: “diskpart” e date invio. Windows 10 Compact OSOra inserite il comando “list vol“, in modo tale da poter vedere quale lettera è stata assegnata alla chiavetta USB che state utilizzando (la voce corrispondente in tabella è “Let.“), tenetela a mente, nel mio caso la lettera è “F”, la riconoscerete dalla sigla “Tipo” con su scritto “Rimovibile” o “USB”! Digitate “exit” e date invio. Una volta individuata la lettera dell’unità, digitate il comando “diskpart /s F:\CreatePartitions-UEFI.txt“, ricordate che “F” è la lettera della mia chiavetta USB. Windows 10 Compact OS Ora andremo ad inizializzare l’installazione di Windows 10 utilizzando il comando “DISM /Apply-Image /ImageFile:F:\sources\install.wim /Index:1 /ApplyDir:C:\ /Compact“, anche in questo caso, ricordate che “F” è la lettera della mia chiavetta USB. Windows 10 Compact OS Ora creiamo il boot di Windows 10 digitando il comando “bcdboot C:\Windows“. Windows 10 Compact OS A questo punto l’installazione sarà terminata, riavviate il pc dando il comando “shutdown -r“. Windows 10 Compact OSOra, se la procedura è andata a buon fine, vi troverete davanti alla classica configurazione iniziale di Windows 10. Windows 10 Compact OS A questo punto avrete installato Windows 10 Compact OS, il sistema operativo occuperà meno spazio, ma le prestazioni risulteranno essere pressoché invariate. Con l’occasione ringrazio l’MVP Vito Macina che ha provveduto a caricare il video su Channel9 da cui deriva questa guida. Vi è piaciuta questa guida? Avete mai sentito l’esigenza di risparmiare spazio sull’installazione del sistema operativo made in Redmond? Mi farebbe piacere discuterne assieme nei commenti.

FONTI: Channel9 Microsoft MSDN Official Windows Blog

Articolo originale del 11 nov 2015

Aggiornamento del 22/11

Il nostro lettore, Arturo, che ringrazio, ci segnala nei commenti questo comando che permette di abiliare la modalità compatta di Windows 10, anche se il sistema operativo è già stato installato.

La procedura è molto semplice, basta avviare il prompt dei comandi come amministratore (tasto destro sul tasto start).

Windows 10 Compact OS

Digitare “compact /compactos:always“.

Windows 10 Compact OS

Una volta terminata l’operazione, riavviate il dispositivo.

Ho testato il comando sul mio tablet ed ho risparmiato circa 1.5GB di spazio, non male per una procedura che non richiede l’installazione pulita.

Windows 10 Compact OS

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Angelo Gino Varrati
Studio ingegneria meccanica, sono appassionato di Harley Davidson, Kustom e meccanica in genere! Adoro il mio Lumia 830 e fotografo con una Canon EOS1000d! Amo cucinare e l'informatica (sono un MSP). Amo essere italiano!
  • lore_rock

    Domanda banale….perche deve esistere una versione normale di Windows e una più compatta se non ci sono differenze prestazionali? Deve esserci qualche mancanza…

    • Francesco

      No semplicemente viene eliminata una partizione del disco. Non viene alleggerito il sistema operativo eliminando app o informazioni inutili (file temporanee, cartelle vuote, file duplicati ecc…) ma viene eliminata una partizione del disco.

    • Esatto, come dice francesco, per risparmiare 6 GB, 2 Vengono risparmiati per la mancata decompattazione di alcuni file e altri 4 vengono salvati perché non c’è la partizione di ripristino

    • Ci sono differenze prestazionali.

      I file di sistema vengono compressi, ma in questo stato non possono essere utilizzati e quindi quando il sistema necessita di uno di questi file lo decomprime al volo e questo riduce leggermente le prestazioni.

      Quando si installa Windows 10, l’installer fa un controllo sulla quantità di memoria di massa a disposizione, la quantità di RAM e la velocità del processore e valuta automaticamente se attivare la modalità compact per risparmiare spazio se non si perde eccessivamente in prestazioni o non attivare la modalità compact, se le prestazioni fossero troppo basse

  • Stefano Trerotola

    Non sembra complicato. Ma se cancello la partizione di ripristino e poi mi si imputtana il sistema come li recupero i dati su? Non è che posso tirare via il disco da un tablet

    • Xfce

      Forse con Linux da live se funziona sui tablet

    • Ciao! Per recuperare il SO, dovrai estrarlo prima su una chiavetta USB (Media Creation Tool), avviare il boot della chiavetta dal bios e poi dare “ripristina sistema”, anziché installa!

  • Fenixlumia 535

    Una domanda sui nuovi lumia…
    Sono usciti i lumia 950 ecc…con Windows 10 a bordo,
    Quello che voglio dire,hanno già l’ufficiale windows 10 mobile oppure la prewiew????

    • La versione più vicina a quella ufficiale.

      • Fenixlumia 535

        Sicuro?
        Quindi chi lo compra avrà problemi di bug ecc…?

        Se non è ufficiale perché non hanno aspettato?
        Non ha senso

        • Dipende da cosa intendi per ufficiale.
          Ciò che viene montato “di fabbrica” sul 950(XL) sarà quello che per Microsoft è “definitivo”, per QUEI telefoni, che sono NATI con QUEL sistema operativo. Come dire: su quei due telefoni, andrà a meraviglia, perchè nascono con quella versione. Teoricamente, non dovrebbero avere bug, perchè non sono dotati di un sistema operativo “adattato”, come invece sarà per noi che aspettiamo la versione “stabile”.

          Noi utenti della generazione precedente, invece, aspettiamo una vestione (con stessa numerazione) ma che è stata adattata al nostro modello. Da qui: l’aggiornamento scaglionato e le attese di alcuni sino a febbraio.

          Infine, ricordati che i cellulari moderni sono costantemente aggiornabili, sino a che il produttore o il software non rendono questa cosa preclusa.

          Cioè: se sul tuo (faccio per dire) 920 Windows 10 Mobile avrà ancora bug, non è detto che gli stessi bug ci siano sul 950 o sul mio 735.

          Mi sono spiegato?

          • Fenixlumia 535

            Si ?

  • Federico

    Bene! Grazie!

  • Gionata mummia800

    Scusate ragazzi un OT, ma su edge come si fá a tradurre una pagina web? Si IE tasto dx e traduci ma su edge deserto, sicuramente il problema son io, grazie.

    • Non saprei.. Prova con “chiedi a cortana”

      • Gionata mummia800

        Ho fatto, ma non ho trovato nulla, cosi passo in ie e traduco, ma é fastidioso, grazie.

        • Decisamente fastidioso. Dobbiamo sperare nelle estensioni..

    • Non è abilitato dovremmo aspettare le estensioni con redstone

  • Luca Serri

    Io tempo fa ho tolto la partizione di ripristino dal mio portatile visto che avevo scaricato le ISO dal sito Microsoft, ho guadagnato ben 16 GB :o ma cosa diavolo ci devono fare con tutto quello spazio…

  • Arturo

    Bella guida! Aggiungo che è possibile abilitare compactOS anche ad installazione avvenuta: prompt dei comandi (come amministratore)-> compact /compactos:always :D

    • alex

      Abiliti quindi libero comunque spazio?

      • Arturo

        Sisi lo spazio si libera comunque

        • Provvedo ad aggiungere il comando all’articolo! ?

    • Ok, questa non la sapevo! ?

  • alex

    Ma facendo così quindi si alleggerisce solo il sistema giusto?
    Velocizza anche il PC o no?

    • Velocizza no, riduce semplicemente lo spazio occupato

  • fra

    scusate mi continua a dire “impossibile aprire o leggere il file di script” verificare che il file esista. io l’ho scaricato e copiato nella pennetta. cosa sbaglio?.

    • Mmm strano.. L’hai copiato nella chiavetta usb (nessuna sottocartella)? Hai cambiato la lettera nei passaggi?

      • fra

        Prima di tutto grazie per la risposta che sto diventando pazzo.ho copiato il file nella usb di installazione di windows ,nessuna sottocartella e ho messo la lettera indicata (E nel mio caso) ma niente continua a ripetermi (decima volta ormai) le cose che ho scritto sopra .non riesco a capire.
        avendo un asus t200 (con soli 28 gb di ssd ) il compact OS è veramente una necessitá.cosa sbaglio?c’è eventualmente qualche procedura alternativa?

        • La procedura alternativa l’ho appena pubblicata come aggiornamento dell’articolo (-1.5GB occupati).. Fammi vedere un attimo che succede sulla macchina virtuale e ti dico

          • bender_89

            Ciao, ho appena letto la guida ma non riesco a concludere l’installazione. Nella cartella sources della chiavetta non c’è il file install.wim, ma install.esd, quindi quando digito il comando “DISM /Apply-Image /ImageFile:D:sourcesinstall.wim /Index:1 /ApplyDir:C: /Compact” mi dice che non trova il file specificato. Ho provato a sostituire “install.wim” con “install.esd” nel comando, modificando semplicemente l’estensione ma stranamente anzichè dirmi che non ha trovato il file mi dice che non ha trovato il percorso. Con Media Creation Tool ho selezionato: italiano – windows 10 – 32 bit. Potresti darmi una mano? Ti allego gli screenshot del prompt dei comandi e della cartella sources nella chiavetta. Grazie in anticipo

            edit : penso che Giovanni Lacagnina stia avendo problemi per lo stesso identico motivo

  • Leonardo Airoldi

    Wow bell’articolo ma stavo pensando:
    Non è che si può fare sul Surface RT (Riesumandolo dalle ceneri)??
    Speriamo

    • Il problema di RT è che non si trovano le ISO

      • Leonardo Airoldi

        Ma non si può semplicemente installare un nuovo sistema operativo tramite l’avvio avanzato? Formattando e facendo il boot da chiavetta?

        • Purtroppo no perché deve essere compatibile con architettura ARM (potresti usare android), ma il problema sarebbero i driver: Al 99% non riuscirebbe a comunicare con l’hardware

  • Arturo

    De nada, sempre disponibile per questa community! :D

    • Federico

      Scusa, con l’opzione proposta da te rimane comunque attiva la partizione di ripristino? Ma è possibile eliminarla? Mi sembra di ricordare che su 8 era disponibile una procedura per spostare i file della partizione di ripristino su SD ed eventualmente cancellarla. O sbaglio? Nei sistemi a 16 GB ogni GB guadagnato è prezioso, mi risulta impossibile aggiornare un tablet a 1115 perché si blocca sempre per mancanza di spazio, circa 4 GB, e non so come recuperarli!

      • Arturo

        Penso di no, lo spazio recuperato dovrebbe essere proprio quello “tolto” alla partizione di ripristino

  • Giovanni Lacagnina

    A me non riconosce il comando DISIM ecc e ora non si avvia più il pc mi da soltanto la shell come posso procedere?

    • ti conviene creare un nuovo file txt chiamato “CreatePartitions-UEFI.txt” e ricopiare all’interno del file del blocco note il testo presente a fine pagina! https://msdn.microsoft.com/windows/hardware/commercialize/manufacture/desktop/configure-uefigpt-based-hard-drive-partitions#RecommendedPartitionConfigurations

      mi sorge un dubbio… hai un PC UEFI?

      • Giovanni Lacagnina

        Si

        • Hai creato Il nuovo file seguendo ill link?

        • Hai creato Il nuovo file seguendo ill link?

          • Giovanni Lacagnina

            Sì, ci sto provando adesso. Dopo devo seguire tutta la procedura come nella guida con il nuovo file CreatePartitions?

          • si, ti conviene verificarla passo passo! io quando ho realizzato la guida ho usato una virtual machine con hyper-v

          • bender_89

            Prova a fare così, riparti da zero, con il file CreatePartitions-UEFI.txt originale linkato nella guida. Segui passo passo la guida ma sostituisci i 2 comandi “DISM /Apply-Image /ImageFile:F:sourcesinstall.wim /Index:1 /ApplyDir:C: /Compact” e quello successivo “bcdboot C:Windows” con questo “DISM /Apply-Image /ImageFile:F:sourcesinstall.esd /Index:1 /ApplyDir:W: /Compact” e questo “bcdboot W:Windows” ovviamente cambiando la F con la lettera della tua chiavetta. Se continua an non andare molto probabilmente devi convertire un file all’interno della chiavetta, leggi i miei 2 commenti un pò più giù perchè ho avuto il tuo stesso problema ma ho risolto e ho spiegato nei commenti come fare.

      • bender_89

        non è il comando dove si usa quel file che non va ma quello successivo

  • Claudio Clod Iadicicco

    Usai questa guida per installare windows 10 sul mio tablet da 16. Inizialmente era perfetto, ma dopo un po’ (senza installare nulla e senza mettere foto o altro) l’hard disk si è iniziato a riempire.
    È normale? Come posso risolvere?

  • bender_89

    RISOLTO. Spiego un attimo a tutti come ho fatto, poi andrebbe modificata la guida, perchè ora microsoft tramite Media Creation Tool non inserisce più il file “install.wim” nell’immagine creata ma “install.esd”, probabilmente perchè è parecchio più leggero. Inoltre non andremo a installare il tutto in C, ma in W (ora la partizione con windows è chiamata così, o almeno nel mio caso è stato così, poi la partizione di ripristino si chiama R e quella di sistema S, in pratica la lettera di ogni partizione corrisponde all’iniziale di ciò che contiene. Stranamente finita l’installazione in risorse del computer troveremo C e non W). Ecco perchè cambiando nel comando solo install.wim con install.dat non trovava il percorso indicato, si riferiva al percorso DI DESTINAZIONE, non al percorso del file install.esd. Veniamo al dunque: io una volta creata la chiavetta con Media Creation Tool e inserito createpartitions-uefi.txt al suo interno ho risolto convertendo install.esd in install.wim tramite ESD2WIM-WIM2ESD-dism, bisogna scaricarlo da qui:

    https://mega.nz/#!jB0SWDJK!KYd2Emn3YpeJrIBgOLaCpXoTBauA1QE3vpWHbLewIAk

    In pratica una volta scaricato bisogna scompattarlo, poi inserire il file install.esd presente nella chiavetta nella cartella estratta semplicemente trascinandolo. A questo punto bisogna avviare come amministratore il file convert.cmd presente nella cartella scompattata poco prima. Una volta aperta la finestra di comando blu va selezionato 2 e confermare con invio. Dopo una mezz’oretta abbondante la conversione sarà terminata, il file install.wim si troverà nella cartella radice del programma, insieme al file originale che avevamo trascinato dalla chiavetta. Basterà ora ri-trascinare il file install.wim ottenuto dalla conversione di nuovo nella cartella sources sulla chiavetta (volendo install.esd ora si può eliminare). Ora si può riprendere con la guida dal punto in cui si riavvia il pc dal bios per farlo partire
    dalla chiavetta e semplicemente va sostituito il comando

    DISM /Apply-Image /ImageFile:F:sourcesinstall.wim /Index:1 /ApplyDir:C: /Compact

    col nuovo comando

    DISM /Apply-Image /ImageFile:F:sourcesinstall.wim /Index:1 /ApplyDir:W: /Compact

    e successivamente il comando

    bcdboot C:Windows

    con quello nuovo

    bcdboot W:Windows

    Anche qua va cambiata la lettera F con la lettera corrispondente alla vostra chiavetta. FINE

    PS: Probabilmente convertire install.esd in install.wim non serve a un bel niente, io l’ho fatto perchè appena ho visto che durante l’installazione non trovava il file mi sono accorto subito che install aveva un’estensione diversa ma non mi ero accorto della lettera della partizione cambiata (W invece di C) Se qualcuno vuole provare può anche darsi che la conversione non serva, sinceramente non mi va di formattare di nuovo, ho appena finito di installare i driver, e credetemi, su un tablet mediacom trovare i driver è un’impresa ardua se non li hai salvati prima di formattare. In questo caso lasciate perdere tutto ciò che ho scritto fin’ora e seguite passo passo la guida, semplicemente sostituendo i comandi

    “DISM /Apply-Image /ImageFile:F:sourcesinstall.wim /Index:1 /ApplyDir:C: /Compact”

    e

    “bcdboot C:Windows”

    con

    “DISM /Apply-Image /ImageFile:F:sourcesinstall.esd /Index:1 /ApplyDir:W: /Compact”

    e

    “bcdboot W:Windows”

    ovviamente cambiando la F con la lettera della vostra chiavetta