Huawei presenta Mate Book

Oggi, ad un giorno dal Mobile World Congress 2016, Huawei ha presentato, a pochi passi dal Museu Nacional d’Art de Catalunya, il suo primo PC convertibile: Mate Book. Ovviamente Windows 10.

Si tratta di un tablet con tastiera cover (sulla falsa riga di altre già viste su dispositivi analoghi e iPad Pro) di pregevole fattura: sottilissimo, in alluminio, con penna dedicata e MateDock. Quest’ultima è un’utile Dock che permette la connessione a VGA e HDMI, inoltre estende la portabilità delle porte USB (o meglio: ne introduce dato che l’unica porta è una USB Type-C) e la connessione di rete LAN.mate book mate book

Chi ci ha seguito tramite canale di Telegram ha già visto le nostre impressioni (sì, ero da solo ma rappresentavo tutto il team: quindi mi riferisco a me al plurale eheheheeh) a caldo direttamente dall’evento di Barcellona.

mate book

mate book

mate book

Tra le caratteristiche troviamo un sensore di impronta, il primo sensore di impronta su PC che permette lo sblocco del terminale senza combinazioni di tasti o sfioramenti non sempre efficaci. Ovviamente, se ci sono più utenti, ogni utente accederà direttamente al suo profilo attraverso la propria e univoca impronta digitale.

mate book

La penna, con 2048 punti di pressione (se non ricordo male) integra anche un laser per puntare nelle presentazioni. Si ricarica tramite USB Type-C e con una sola ora di carica può avere fino ad un mese di autonomia. I pulsanti vicini alla punta permettono anche di cambiare diapositiva durante le presentazioni.

mate book mate book

Le configurazioni prevedono tutte un Intel Core M con RAM da 4 o 8GB e SSD da 128GB/256/512GB.

mate book

 

Ovviamente non vediamo l’ora di provarlo o quantomeno aspettare le prime impressioni dei blogger più blasonati e considerati di noi, ma devo dire che per il poco che ho potuto provare (spero di avere altre occasioni nei prossimi giorni) si tratta di un prodotto davvero efficiente: bisogna capire quali limiti può raggiungere (in termini di prestazioni e non solo).

mate book

I prezzi vanno dai 699€ per la versione M3 con 4GB di RAM e SSD da 128GB ai quasi 2000€ (1799€) della versione con M7, purtroppo sono alto solo 1,70cm:

mate bookmate book

 

Pare che la commercializzazione in Italia sia prevista per l’estate con prezzi, spero, in linea con quelli detti oggi (che già non sono economicissimi). Senza contare i prezzi di penna, tastiera e dock (acquistabili solo separatamente) molto simili ai prezzi dei relativi corrispondenti alla concorrenza (Surface compreso).

mate book

Pensate che questo device darà filo da torcere a Surface Pro 4? No, pensate male, perché non è una gara: Surface Pro 4 detta gli standard e, con Mate Book vediamo come la strategia di Microsoft stia dando i suoi frutti.

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Mariano Mercuri
Chiedere ragione, è la prima cosa che l'apprendista filosofo dovrebbe apprendere a fare. Là dove nessuno chiede ragione, come può la filosofia anche solo cominciare? La domanda "perché?" ci fa scoprire l'intreccio di etica e logica, su cui i filosofi si interrogano, da Platone a Husserl. Se l'etica è la logica dell'agire giusto, la logica è l'etica del pensare [Roberta De Monticelli]
  • Mariano is back, grande recensione in diretta da barcellona!

  • TheVexed

    prodotto di fascia alta, interessante. Dal design della type cover, ricorda ipad pro. bella e comoda la penna! e grande il nostro inzupphoso Mariano XD

  • lore_rock

    Per me ci sono un paio di considerazioni da fare:
    – é interessante vedere huawei utilizzare windows e invitare sul palco un uomo microsoft,dopo aver detto peste e corna di Windows phone potrebbe essere l’inizio per una partnership anche aul versante mobile e per me arriverà il prossimo anno
    – no non c’è assolutamente gara con il pro 4, primo perché quando uscirà si parlera del 5 (e qualcosa mi dice che sarà la presentazione piu affascinante degli ultimi 10 anni) e poi perché allo stesso prezzo continuerò a preferire l’esperienza pulita di windows offerta da surface.
    – é mai possibili e che i vari oem non capiscano che microsoft costruisce i surface da 1000 euro per dare spazio a tutta l’altra fascia di mercato? Ci sono 2 in 1 da 300 euro o dai 700 a salire, nulla sui 400,500 e 600. Se questo aveva un full hd 12″ e si piazzava sui 500 era un best buy e non aveva concorrenza

    • Rabza

      Direi che condivido abbastanza il tuo terzo punto e parte del secondo. Come scrivevo nel mio commento non credo debba competere col surface ma offrirne molte funzionalità simili a prezzi “umani”. A molti utenti potrebbe bastare ☺
      Anzi aspetta: Condivido anche il primo!!! ?

  • Luis

    Scusate, ma la dock mi ha incuriosito,permetterebbe di usare il tablet come schermo? Tramite hdmi?

  • Rabza

    In bianco è stupendoso! ?
    Poi se la configurazione base parte effettivamente da prezzi umani ancor meglio. Potrebbe non essere professionale quanto il surface ma magari a molti può bastare.
    Io poi che sono anni che sogno di poter prendere appunti con penna direttamente sul tablet son ancora più entusiasta.
    Quasi quasi mi reiscrivo all’unive solo per questo… ?