Intervista a David Lorenzin di Venetasoft

Eccoci nuovamente con questa speciale rubrica che vi porta a conoscere più da vicino le persone che lavorano dietro le applicazioni che usate ogni giorno.

Un metodo per rispettare il lavoro altrui come noi pretendiamo che venga rispettato il nostro (che sia il fecondatore di elefanti o il manager di una multinazionale).

Una rubrica che, questa volta, abbiamo provato a dimezzare: non più 10 domande ma 5. Per “alleggerire” la lettura, soprattutto da smartphone, cercando comunque di dare un’idea completa del nostro ospite.

Oggi abbiamo l’onore di presentarvi David Lorenzin, che abbiamo conosciuto dal vivo al Mobile World Congress e con la quale abbiamo mantenuto e manteniamo contatti. Una personalità estroversa ed eclettica che, come leggerete, lo ha portato a raggiungere importanti traguardi.

Un italiano che sta facendo parlare di sé a Redmond: David Lorenzin.

#DOMANDA 01

Ciao David, domanda banale ma fondamentale: parlaci di te (anni, dove vivi, cosa fai ed hai fatto nella vita) e di Venetasoft

Sono del 1974, ho studiato Ing. Informatica a Padova ma vivo nella patria della grappa, a Bassano.

Dopo alcune importanti esperienze in grossi progetti di automazione industriale (per Aeroporti Di Roma, Poste Italiane, Q8, Autostrade, etc.) ho fondato Venetasoft e mi sono occupato per anni dello sviluppo di AWP e di piattaforme di gioco online legale (poker & casinò). Negli ultimi tre anni mi sono spostato sempre più nel business mobile: più divertente, meritocratico e ricco di opportunità.

#DOMANDA 02

Venetasoft divenne famosa per Instagraph, poi nel tempo ha pubblicato anche altri must-have, come Movie Maker 8.1 o Band Sensor Monitor (per chi ha un Microsoft Band). Ritieni che la piattaforma Windows Phone ti abbia portato risultati soddisfacenti? Cosa dovrebbe fare Microsoft, che ancora non ha fatto, per attrarre nuovi sviluppatori?

Dal punto di vista puramente tecnico, i tool di sviluppo messi a disposizione da Microsoft sono di gran lunga i migliori sul mercato e permettono la realizzazione applicativi ed architetture anche molto complesse con velocità, precisione e qualità impareggiabili (se usati correttamente). Windows Phone è una piattaforma solidissima, con prestazioni eccezionali, ed ha una personalità ed usabilità fuori dal comune. Purtroppo il market share cresce più lentamente di quanto previsto da molti, particolarmente in USA (che rappresenta da solo più del 50% del mercato per la vendita di app) e questo ne limita fortemente l’adozione da parte di nuovi developer.

Io sono un affezionato ultras di Microsoft da quando installai il mio primo Windows 3.0 e Microsoft sta radicalmente cambiando sia atteggiamento che metodologie. Ho grandissima fiducia in Windows 10 e l’unificazione vera dell’ecosistema. Sono certo che Windows Phone dominerà, ci vorrà un po’ più del previsto, ma oggettivamente nessuno ha la potenza, i mezzi e l’esperienza di Microsoft: il successo nel medio/lungo termine è certo.

Venetasoft ha avuto e sta avendo grosse soddisfazioni sia tra la community Windows Phone, sia in Microsoft stessa. Gli ultimi successi in termini di download e qualità ha fatto sì che recentemente mi abbiano invitato a Redmond e, da allora, ho frequenti incontri.

Ho avuto la fortuna di avere più di quattro app al primo posto nella Top Paid USA, ed alcune a livello global per diverse settimane, citiamo tra tutte: Turbo Camera, Intagraph, Movie Maker 8.1 e la prossima tra un paio di giorni!

Quasi 3 milioni di utenti hanno scaricato le nostre app: essendo quasi tutte di tipologia trial/paid e considerando la penetrazione di mercato, il risultato è di una certa importanza. Tra i nostri record abbiamo avuto punte di oltre 100.000 download giornalieri, siamo stati tra le prime 10 aziende in termini di traffico generato su Azure e, credo, siamo l’azienda con più app nella Top Paid 50 in USA negli ultimi due anni.

(Potete verificarlo voi stessi QUI, è una “classifica” che ovviamente può variare nel tempo, N.d.r.)

#DOMANDA 03

Cosa ne pensi di Windows 10? Cosa ci dovremmo aspettare in futuro sul fronte delle applicazioni?

Windows 10 è una manna per noi developers, finalmente “quasi gratis” una nostra app potrà girare su PC, phone/tablet e Xbox One (presente praticamente in ogni casa in USA). Una opportunità senza precedenti. Aspettatevi app completamente nuove che vi “seguono” dal salotto al divano e poi in completa mobilità. Questo nuovo sistema di interazione “allargato” porterà a nuovi modi di interazione con le app, sempre meno “ad una mano” quindi nuove toolbar e gesture, sempre più comandi vocali ed interazioni naturali con il device.

#DOMANDA 04 

So che sviluppare app per Microsoft Band si è trasformato, per Venetasoft, anche in un progetto sociale e umanitario: raccontaci tutto!

Qualche giorno dopo la pubblicazione di Band Sensor Monitor, un importante centro di ricerche no profit di Washington, specializzato nella ricerca sulla distrofia muscolare di Duchenne/Becker nei bambini, mi ha inaspettatamente contattato. Alcuni dei loro ricercatori stavano per iniziare una serie di test per verificare l’efficienza di alcuni trattamenti ed allo scopo avevano acquistato un gran numero di Band. Il loro obiettivo era costruire una rete di sensori (Band) da far indossare ai pazienti e poter controllare e monitorare in real time via internet. Di qui è nata una bellissima collaborazione e Venetasoft è stata davvero orgogliosa nel donare tutta l’infrastruttura server (su Azure) ed una custom app che installata su dei Lumia 530 hanno permesso di realizzare la rete di cui avevano bisogno e con costi hardware irrisori rispetto a quanto da loro prospettato.

#DOMANDA 05 

Ho sentito parlare di NASA, voglio sapere tutto anche su questo progetto!

Anche questa una bella storia! Qualche mese fa uno dei tanti gruppi di ricerca di cui è composta la Nasa mi ha contattato per la fornitura di un burst engine custom per pilotare dei sensori 41mpx (gli stessi del Lumia 1020). Lo scopo era realizzare uno strumento leggero e compatto da utilizzare nella base internazionale per monitorare eventuali contaminazione cutanee causate delle radiazioni nella pelle degli astronauti che abitano la base. Le specifiche sono sotto NDA (segrete), ma posso dire che si trattava di un insieme di lampade particolari le quali, sincronizzate con l’acquisizione ed abbinate a particolarissimi algoritmi (loro), evidenziavano le contaminazioni con dei pallini rossi. Durante la realizzazione ho collaborato con i progettisti Nokia dell’ottica 1020: è stata una esperienza davvero molto interessante (con tanto di invito a Huston, Tx, per un barbeque con lo staff )


Ringraziamo nuovamente David Lorenzin e gli facciamo i migliori auguri per il futuro di Venetasoft!

Spero che l’intervista vi sia piaciuta anche in questa forma “sperimentale”, fateci sapere nei commenti cosa ne pensate!

Articolo precedenteArticolo successivo
Mariano Mercuri
Chiedere ragione, è la prima cosa che l'apprendista filosofo dovrebbe apprendere a fare. Là dove nessuno chiede ragione, come può la filosofia anche solo cominciare? La domanda "perché?" ci fa scoprire l'intreccio di etica e logica, su cui i filosofi si interrogano, da Platone a Husserl. Se l'etica è la logica dell'agire giusto, la logica è l'etica del pensare [Roberta De Monticelli]
  • Piergy

    Quanto letto non può che renderci orgogliosi in quanto italiani n.1!

  • Un grazie alla redazione per averci dato l’occasione di farci conoscere un po’ di più anche in patria :)

    • Yo!

      Complimenti continuate così!

    • mao

      Complimenti!!

    • Sal Cantali

      Complimenti …. ma tanti complimenti e grazie per il lavoro che svolgi oltre che facilitarci l’uso dei nostri WP.

    • Paolo

      Complimenti! Venetasoft all’inizio mi sembrava una delle tante(vabbè non proprio tante), con app si e no. Poi un giorno cercavo un app per fare foto rapidamente e tante, che riuscivano a non impallarsi sul 610 e turbo camera era l’unica che funzionava e per fortuna una prova.
      Da li vi ho rivalutato!

      Ma con gli incontri a Redmond, hai provato a suggerirgli i lockscreen animati che sono nella tua app?;)

      • Mitica Turbo Camera, la feci dopo che un amico col suo nuovissimo S3 si vantó di fare 20 foto al secondo. Io col mio LG da 120€ arrivai a 30 LOL.
        Poi Nokia Appcampus mi bocciò il funding x farne un gioiello (come anche per Instagraph e Movie Maker) e l abbandonai a se stessa x la delusione. Magari con wp10 faccio un bel restyle :)

    • Chiara

      Complimenti a voi! Tra i migliori developer dello store… Continuate con questo impegno :)

  • Ora non so se David Lorenzin ha già avuto modo di sperimentare con l’SDK di Windows 10, ma a me interesserebbe il punto di vista di uno sviluppatore riguardo le nuove API per la comunicazione fra le apps (Apps Service, Launch for Results).
    Per quanto molto più limitate ad oggi non mi è parso di vedere moltissime apps che utilizzano la Protocol/URI Assocation (se non fra apps dello stesso sviluppatore), mi piacerebbe capire quanto questo è dovuto ad una limitazione delle API, che ne limita gli scenari di utilizzo, inoltre sarebbe interessante capire se uno sviluppatore è disposto a mettere a disposizione di terzi la propria app attraverso API simili.
    Io già immagino degli scenari interessanti per queste nuove API che migliorerebbero la UX, la mia speranza è che anche gli sviluppatori abbiano in testa simili idee.

    PS: io avevo segnalato qualche settimana fa un bug nell’utilizzo del file picker su Movie Maker, dopo l’ultimo l’aggiornamento però su Windows 10 ho notato che le opzioni offerte dal file picker sono cambiate, non so se è dovuto a W10 o a qualcosa che è cambiamento nel codice.

    • Ciao, si stiamo giocando co nuovo l’sdk da un po’ di tempo e ne siamo davvero soddisfatti, molto più aperto e sempre più completo!
      Il principio e le funzionalità del protocol association sono ottime, il problema vero siamo noi developers, spesso troppo “chiusi” a collaborazioni :(
      Win10 SDK introduce nuove API molto più spinte, speriamo vengano adottate da molti dev (io sicuramente !)
      Movie Maker 8.1 sta per andare in pensione, la nuova versione per Win10 è nel pieno del suo svolgimento (riscritta al 100%), maggiori novità saranno annunciate al //Build tra pochi giorni.

      • il problema vero siamo noi developers, spesso troppo “chiusi” a collaborazioni :(

        Beh questo era il mio grosso timore.
        Immaginavo già un client per Instagram che si integrasse con un’app per l’editing di foto per applicare filtri, navigatori satellitari che permettono di interagire con l’app di TripAdvisor, applicazioni per lo shoopping che, senza che debbano conoscere le info della carta di credito/debito, permettono il pagamento tramite le apps delle banche/paypal…

  • Hankel

    be, complimenti a David Lorenzin!

    per le interviste, anche da 10 domande vanno bene :P

  • grande david!

  • TheVexed

    Ottimo lavoro, sia della Venetasoft che della redazione per darci il pov dei developer. Alla fine, come si capisce dalle vostre esperienze, il lavoro paga e penso che vi siate tolti anche qualche soddisfazione. Complimenti! Se tutto andasse così…

    • Venetasoft è una piccola struttura, diciamo che le entrate dal mondo WP sono interessanti, ma non certo esaltanti. Escludendo gli USA il resto del mondo è poco propenso a pagare per una app, ed i celeberrimi “mercati emergenti” non hanno praticamente potere d’acquisto, per il modello trial/paid/IAP per ora su WP sono quasi inutili.

      • TheVexed

        In riferimento alle esperienze: conoscere e lavorare con certe persone è uno stimolo a dare sempre di più, inoltre consegna anche visibilità e qualità al brand. Infatti le richieste di collaborazione arrivano proprio dagli USA, dove avete download ed entrate. Immagino che con W10 il bacino d’utenza aumenterà e probabilmente qualcosa cambierà, parlando di money.

        • Nel dubbio abbiamo già comprato le licenze Xamarin e stiamo sperimentando anche con iOS/Android, ma onestamente spero di evitare e restare in WP a vita.
          Microsoft fornisce un incredibile ed impareggiabile aiuto dal punto di vista del supporto tecnico, ma è purtroppo priva di programmi di funding “seri” a misura di azienda (AppCampus è stato un completo fallimento, così come Dvlup e tutto quello che è stato in mano agli ex Nokia).
          Microsoft ha preferito concentrarsi nel recruitment di studenti ed hobbisti, allo scopo di “pompare” giustamente lo Store, ma scoraggiando così aziende con l’intenzione d investire cifre significative nello sviluppo di app di qualità.

          • TheVexed

            Speriamo allora di rimanere privilegiati ;)

  • lore_rock

    Tutto qui? Solo 5 domande? Io voglio sapere tutto ma tutto!! XD
    Grandissima la redazione a regalarci queste interviste e grandissima venetasoft che cito sempre quando si parla di belle app sullo store!
    Mi fa molto piacere sapere che w10 darà una bella spinta in avanti in quanto a nuove possibilità di sviluppo, a tal proposito vorrei chiedere questo:
    Credete che Microsoft stia realmente dando una svolta nella percezione che ha lo sviluppatore dei loro servizi e sistemi o che come in passato scoraggi lp sviluppatore con continui cambi di marcia e poche certezze?

    • io penso che con Windows 10 finalmente troveranno una stabilità a livello di sviluppo etc. quindi sviluppatori arriveranno in massa!

    • Guarda c’è una generazione di finti-devs con i-cosi che ormai hanno il cervello appiattito, e quelli non sono più recuperabili. Per gli altri developers VERI, Microsoft deve solamente migliorare nell “effetto WOW” e nel marketing.
      La superiorità tecnica è immediata a qualunque dev apra una volta nella vita Visual Studio 2015, devono solo aprirlo…
      Durante l’ultimo MWC di Barcellona ho avuto l’onore di parlare un po’ con Todd Brix (“pezzo grosso” di Microsoft) e ho provato a dirgli che secondo il mio modestissimo parere, per attirare devs servono solo due cose:
      1) più royalty (30% come Apple e Google è un po’ eccessivo visto il market share…) o allmeno a scaglioni per meriti/downloads/fatturato (e su questo ultimo punto mi ha dato speranze ;)
      2) AZIONI ECLATANTI tipo “premio di 1ML a chi taggiunge questo o quel risultato” o “Microsoft compra l’app XXX per 800,000$”, “TEsla S in palio a chi fa un app che….”, robe ESAGERATE che attirino i developers e le aziende/startup come miele con gli orsi :)

  • Luca l

    Scherziamo vero? La persona su di sopra NON RISPETTA PER NIENTE IL LAVORO ALTRUI. ..DANDO DELLO STUPIDO A CHI LAVORA PER LUI! Ma scherziamo?? Dov’è il rispetto per il lavoro altrui?! Non sa neanche di quello che parla e si atteggia a super persona. …si è preso il mio circuito e non mi ha neanche pagato! Ho le prove tranquilli…qui non so come allegarle…ma contattatemi e le mostro tranquillamente. ..è stato anche bannato….COMPLIMENTI