Intervista a Mattia Caron di Ronca

Qualche giorno fa ho parlato di BlaBlaCar Unofficial di Ronca, in cui ho lanciato l’appello: “ci piacerebbe saperne di più dallo sviluppatore”.

E lo sviluppatore non ha mancato di contattarci (grazie!) ed abbiamo subito colto la possibilità di proporgli un’intervista. E così, anagrammando il nome sullo Store, scopriamo che dietro Ronca si nasconde un simpatico Mattia Caron. Conosciamolo insieme!

#DOMANDA 1 

Domanda di rito (niente Voodoo, tranquillo): chi sei, quanti anni hai, che fai nella vita e macchina preferita.

Sono Mattia Caron, un ragazzo di 30 anni e piano piano sto incominciando a fare il programmatore di app come professione. Senza ombra di dubbio il furgoncino Volkswagen.

#DOMANDA 2

Nella descrizione della tua app (BlaBlaCar Unofficial) si parla di API fornite dal servizio ufficiale: esiste una qualche collaborazione?

Qualche mese fa è nata una collaborazione fra me e il team di BlaBlaCar Italia per inserire i risultati di ricerca BlaBlaCar nella mia app Infotreno. Una volta integrato il servizio ho chiesto se mi permettevano di fare un’app non ufficiale per Windows Phone (vista la mancanza di quella ufficiale) ed è nato BlaBlaCar Unofficial che ho realizzato con la collaborazione di Labc Studio (i quali si sono occupati dell’aspetto grafico dell’app).

#DOMANDA 3

Esiste la possibilità che diventi l’applicazione ufficiale completa di tutte le funzionalità presenti sulle altre piattaforme?

Sarei davvero felice se lo potesse diventare, anche perché i feedback degli utenti per quanto concerne grafica, UI e velocità dell’app sono stati più che positivi.

#DOMANDA 4

Cosa ti ha spinto a sviluppare per Windows Phone?

Una serie di motivi: In primis la facilità di programmazione rispetto a Android e iOS (io ho iniziato a programmare prima su Android e solo successivamente su Windows Phone), il grandissimo supporto Microsoft e il fatto che credo molto in questo sistema operativo (nel mio piccolo ho convertito almeno 15 persone a Windows Phone).

#DOMANDA 5

Come mai hai deciso di sviluppare un’applicazione per BlaBlaCar? Hai mai utilizzato i loro servizi?

Ho deciso di svilupparla in quanto lo ritengo un ottimo servizio e non accettavo l’idea che Windows Phone restasse “indietro”. Le uniche app presenti nello store rimandavano semplicemente al sito BlaBlaCar mobile e ingannavano gli utenti utilizzando logo e simbolo ufficiale.

A oggi comunque non ho ancora sfruttato i loro servizi.

#DOMANDA 6

Un servizio come BlaBlaCar richiede una forte dose di rispetto, fiducia reciproca e civiltà affinché funzioni al meglio: pensi che il nostro paese sia pronto per un tale progetto?

Penso che l’Italia sia più che pronta. L’applicazione funziona bene e grazie all’ottima gestione dei feedback non penso ci sia spazio per “furbetti” che offrono o cercano altro. È un ottimo strumento che unisce, oltre al risparmio per i viaggi, l’opportunità di espandere la propria cerchia di conoscenze.

#DOMANDA 7

Cosa ne pensi di Project Instawood e Project Astoria? Sarebbero ideali per applicazioni simili alla tua?

//Che non li ho mai sentiti sarebbe proprio una brutta risposta vero? // Se sono i programmi che permetteranno un porting facilitato da app Android/iOS a Windows Phone, nel mio piccolo avrei preferito l’inverso! Programmare per Windows Phone a mio modesto parere è infinitamente più facile rispetto alle piattaforme concorrenti. Detto questo se questi progetti faciliteranno l’arrivo di app che al momento non ci sono e che gli utenti reputano fondamentali, sono più che contento dell’operato di Microsoft.

#DOMANDA 8

Preferiresti che ti venisse affidato il compito di sviluppare partendo da un porting con i tool sopracitati (per poi magari ampliarlo con live tile etc.) o scrivere direttamente un’applicazione nativa per Windows 10?

Assolutamente la seconda per i motivi detti prima.

#DOMANDA 9 

Altre applicazioni scritte di tuo pugno che vorresti consigliare ai nostri lettori?

Quella di cui sono più orgoglioso e che ha molto seguito è sicuramente Info Treno.

QUI [io la uso da anni sia su WP che su Android! N.d.R.]

Spero che molti dei vostri lettori la conoscano e la utilizzino di già. Ho cercato di renderla l’applicazione più completa per quanto concerne la mobilità ferroviaria in Italia sul market WP. Sta agli utenti dirmi se ci sono riuscito oppure no. In questi giorni ho interrotto momentaneamente lo sviluppo su WP per portare la versione attuale anche su iOS e Android, ma non smetto mai di ascoltare i consigli e le segnalazioni degli utenti relative all’esperienza d’uso di Infotreno.

Quella che considero invece la mia idea più “originale” (un’idea che mi è venuta immediatamente dopo aver visto come si presentavano le tile nella home di Windows Phone) è invece Your Battery Level.

QUI

Anche qui è bello vedere che molti utenti la trovano bella e diversa dalle app concorrenti presenti nello store.

#DOMANDA 10 

Come vedi il mondo Microsoft tra un anno? Ci sarà finalmente quel riscatto che tanti appassionati sognano?

Il riscatto sta già avvenendo. Sappiamo tutti che Windows Phone è arrivato con un paio d’anni di ritardo rispetto alla concorrenza e ha dovuto farsi largo a spallate per trovare il suo spazio. Ma a mio avviso la fetta di mercato non può che aumentare in quanto né Android né iOS forniscono dispositivi mobile economici con un’esperienza di utilizzo fluida e paragonabile a dispositivi di fascia alta. Solo Windows Phone lo fa. Il problema a questo punto è solo convincere i “Fan Boy” a dare un’opportunità a Microsoft. Una volta provato non si torna indietro.


Ringraziamo nuovamente Ronca e gli auguriamo tanti successi, in primis la possibilità di realizzare l’applicazione ufficiale per conto di BlaBlaCar! Chissà di ritrovarsi insieme in qualche viaggio… ahahahah!

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Mariano Mercuri
Chiedere ragione, è la prima cosa che l'apprendista filosofo dovrebbe apprendere a fare. Là dove nessuno chiede ragione, come può la filosofia anche solo cominciare? La domanda "perché?" ci fa scoprire l'intreccio di etica e logica, su cui i filosofi si interrogano, da Platone a Husserl. Se l'etica è la logica dell'agire giusto, la logica è l'etica del pensare [Roberta De Monticelli]
  • Grazie Mattia, bella intervista. ?

  • TheVexed

    Carion o Caron? ? Comunque grazie per l’intervista, io parlo da fruitore di Infotreno, app perfetta, tenuta aggiornata e se c’è un bug viene prontamente rimosso; grafica pulita e con tutti i servizi di cui ho bisogno. Complimenti e buona fortuna!

    • Il Matti

      Caron :)…è partita una i di troppo nel titolo in effetti :D

      Grazie TheVexed è sempre piacevole vedere che il duro lavoro viene apprezzato dagli utenti.

      In anteprima ti comunico che a breve (per ringraziare voi utente che collaborate al miglioramento dell’app con i vostri preziosi consigli e le vostre segnalazioni) renderò disponibile la sveglia anche nella versione free.

  • CoffeyM

    Bella intervista!
    Ho riscoperto di recente (l’altro ieri…dico letteralmente) la app Info Treno e a parte la piacevole sorpresa di blablacar mi sono anche accorto di come abbia “tenuto botta” dove le altre due che uso (orario treni e TrenInfo) non ce l’hanno fatta; nello specifico l’altro ieri a Garibaldi, dove tutti i sistemi di visualizzazione orari/binari erano andati a nanna. Complimenti: è mgliorata molto dall’ultima volta che l’ho usata!

    • Il Matti

      Grazie mille :)

      • CoffeyM

        Già che mi hai risposto, ne approfitto anche per aggiungere una piccola cosa che ha reso ancora più apprezzabile il lavoro della tua app. Il treno che dovevo prendere era di Italo e non sempre viene bene supportato dalle app di treni (quelle di windows che conosco almeno). Invece sulla tua ho potuto cercare il numero del treno e sapere di eventuali ritardi; non ho potuto vedere il binario di partenza, ma quella – forse – è una cosa che nemmeno nell’app ufficiale si sarebbe potuta vedere perchè infatti l’hanno annunciato via speaker (che poi ci sarebbe da aprire un capitolo sull’accessibilità delle stazioni nostrane per persone sorde o ipoacusiche). Anzi, già che ci sono te lo chiedo: le informazioni che sfrutti sulla tua sono le medesime dell’app ufficiale? Oppure in casi come questi ci sono “canali preferenziali”? (si vede che la domanda è da chi è ignorante in programmazione? Evabbè :) )

        • Il Matti

          Per Italo bisognerebbe aprire una parentesi a se stante. Infatti riguardo alle info sullo stato dei treni, Trenitalia fornisce un servizio molto migliore di quello di Italo. Ti dico che le mie info sono quelle ufficiali + altre ma non per via di canali preferenziali :)

          Anzi, ho più volte chiesto a Italo se mi concedevano le API per dar la possibilità ai miei utenti di acquistare il biglietto direttamente dall’app. Fino ad ora non ho mai avuto risposta e sto cercando vie secondarie per fornire questo servizio agli utenti di Infotreno

          • CoffeyM

            Grazie della risposta. Ho capito meglio ora; mi sono riletto il post di prima e “canali preferenziali” era riferito a Italo che usa i canali…di Italo per l’appunto, in modo da scoraggiare l’uso – o addirittura lo sviluppo – di app non ufficiali.
            Anyway…Non capisco questa resistenza di alcune compagnie; voglio dire, una volta c’era la app di italo su WP, poi è sparita (meglio così tra l’altro!). Adesso con app non ufficiali si ha di tutto e di più anche rispetto ai servizi standard…perchè non si sfruttano le capacità di chi ha già fatto del lavoro in questo senso? Bah…tu che idea te ne sei fatto? (dico in generale…anche senza riferirsi a Italo/trenialia nello specifico)

          • Il Matti

            Guarda, la mia idea è che sono terrorizzati dal fornire strumenti a delle app non ufficiali senza poter aver alcun controllo su queste. Preferiscono sviluppare app proprietarie (spendendo un sacco di soldi) con il risultato di avere app che per forza di cose hanno meno funzioni e non vanno incontro a ciò che chiedono gli utenti (perchè una ditta esterna che ti sviluppa l’app di certo non sta li a seguire i consigli degli utenti).

            Quindi il risultato è che app non ufficiali (Info Treno, Treninfo, Orario treni, ecc…) possono accedere alle risorse solo in modo molto complicato (e magari non a tutte) e spendendo la maggior parte del loro potenziale a sviluppare questo codice che sopperisce alla mancanza di API ufficiali. E questo ovviamente va a scapito del servizio che possono offrire.

            Io dal canto mio una volta al mese una mail a Italo la mando fin tanto che non mi rispondono :).

          • CoffeyM

            E fai bene, però sembra il muro di gomma :)
            Non sono sicuro di avere capito, ma “a scapito del servizio che possono offrire” nel senso che non funzionano sempre? A me sembra che ve la caviate alla grande con le vostre app :)
            Sul primo punto invece, un po’ mi rattrista, perchè non servirebbe tantissimo (giusto un poco di apertura mentale) per metterci un pezza: eppure preferiscono i loro nonsense!

          • Il Matti

            No il fatto è che con le API ufficiali si risparmierebbe un sacco di lavoro e si potrebbe fornire un servizio molto più preciso. Se il tempo dedicato a sopperire a questa mancanza potesse essere messo nello sviluppo dell’app, riusciremmo a inserire un sacco di feature in più. Comunque grazie per i complimenti! :)

          • CoffeyM

            Son meritati! ;)