Il primo visore virtuale Windows Holographic è di Lenovo

Lenovo headset Windows Holographic

Al Consumer Electronic Show di Las Vegas, Lenovo ha presentato il primo visore basato su Windows Holographic.

E’ ancora nello stadio di prototipo (non era ancora funzionante), ma ha delle premesse importanti che potranno far realizzare la visione di Microsoft di una realtà aumentata alla portata di tutti.

Il dispositivo, infatti, ha un target di prezzo tra 300 e 400 dollari, idealmente intorno ai 400 euro da noi in Italia, piazzando questo futuristico dispositivo molto al di sotto dei prezzi attuali di Oculus Rift e HTC Vive.

Lenovo headset windows holographic

 

Windows Holographic

Il visore di Lenovo usa il “sistema operativo” Windows Holographic, nato con gli HoloLens di Microsoft, che metterà a disposizione di OEM e sviluppatori una innovativa e futuristica piattaforma per sviluppare applicazioni che possano sfruttare la realtà aumentata (o quella virtuale). Il pregio è quello di standardizzare la produzione di dispositivi di questo tipo, senza gettare risorse ingenti sul lato software perché a questo penserà Microsoft, come per i PC.

Windows Holographic

Per ora sappiamo ancora poco di questa “nuova versione” di Windows 10, ma sappiamo che potrà eseguire qualsiasi applicazione del Windows Store (anche quelle non esplicitamente progettate per usare gli ologrammi) in uno schermo virtuale. Mentre le app specificatamente sviluppate per sfruttare le nuove funzioni e le API di Windows Holographic, potranno accedere a tutta una serie di funzioni avanzate come: 3D, dati di tracking, controller esterni e creazione di ologrammi.

 

Il visore di Lenovo

Passando alla parte tecnica, questo visore monta due minischermi OLED (uno per occhio) da 1440×1440 pixel, con una densità di pixel e risoluzione migliore degli attuali visori in commercio. Anche il peso sarà una caratteristica importante, con i suoi 350g previsti per il dispositivo finale. In confronto, l’HTC Vive pesa 555 g.

The Verge, la testata che ha dato la notizia, ci fa sapere che anche il comfort è notevole nonostante si tratti di un prototipo, e noi possiamo dire che anche il design è piuttosto curato.

Lenovo headset Windows Holographic

Il visore esegue il tracciamento della stanza e dei nostri movimenti (tracking) usando sensori montati sul dispositivo stesso, senza bisogno di accessori esterni. Una cosa particolare è che Lenovo non sta producendo particolari controller da tenere in mano, lasciando la cosa a produttori esterni. Ciò è interessante perché rivela, in un certo senso, la modularità della piattaforma Windows Holographic come fosse un PC: accessori da collegare “on-the-go” in modo semplice e veloce!

Lenovo ha anche aggiunto due fotocamere sulla parte frontale che, ipotizziamo, potrebbero servire a riportare il mondo reale ai nostri occhi per evitare un completo isolamento dell’utente dal mondo esterno (o per l’uso da parte delle applicazioni).

 

Cosa ne pensate di questo primo dispositivo? Vi piace questa nuova ventura era tecnologica? Siete impazienti di fare un salto nel mondo della realtà aumentata? Sicuramente Microsoft è già in prima linea per standardizzare e spianare la strada a questa nuova rivoluzione dell’informatica, come fece per i PC.

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Francesco Tili
When you change the way you see the world, you'll change the world you see - S. Nadella