Lo strapotere tecnologico di Bing arriva anche in un episodio dei Griffin | Focus

Bing Car - I Griffin - Bing - Microsoft- placement - Windows Lover

Non sarà la notizia più importante del millennio, tuttavia trovare la “Bing Car” in un episodio dei Griffin ci consente di fare due cose interessanti: sorridere e pensare. Pregate per l’orsetto.

Premetto una piccola cosa sulla quale riflettere.

Quando un pilota di Formula Uno diventa VERAMENTE popolare? Secondo me, oltre ad uno scontato “quando vince molto”, ciò avviene nel momento in cui, per un motivo o per l’altro, entri nei modi di dire della gente, nei suoi cuori. Urlare ad uno sconosciuto “quanta fretta, Schumacher!”, è abbastanza emblematico di quanto abbia detto. Ci sono stati tanti vincitori dopo Schumy, ma il pilota più vincente della Storia recente della Ferrari è ormai nella mente degli spettatori. E non soltanto perchè abbia vinto a per il suo tragico incidente.

Questo discorso può valere per mille altre cose, dai dispositivi per sentire la musica (avete parenti adulti che ormai chiamano Walkman o iPod qualsiaso cosa abbia delle cuffie?), per le sottilette (qualsiasi cosa abbia l’aspetto delle “Sottilette” originarie) e via discorrendo.

Ebbene, oggi vi racconto (e commento) una notizia che ho letto su OnMsFT, che mi ha fatto ridere un bel po’, ma anche riflettere in merito a qualche aspetto interessante.

I Griffin: l’episodio in cui la Bing Car…

Prima di ciarlare, vi mostro i due (primo, secondo) spezzoni della serie “I Griffin” – una delle mie preferite da sempre! – così da mettervi del giusto umore per sopportare i miei discrorsi. Fate caso all’hype (vero o finto che sia) che i personaggi danno al passaggio dell’auto potentemente tecnologica di Bing:

 

https://youtu.be/BTZ-mLhrW5A

Asciugetevi le lacrime, arriva la Bing Car

Premesso che non mi dispiacerebbe vedere quel pirla di Joe Kondor in questa serie TV, considerata anche l’avversione di Peter per i “volatili umani”, passiamo a fare qualche piccola considerazione circa questa “notizia” buffa, riprendendo dall’intro di questo articolo.

Peter ed i suoi amici si mostravano sovraeccitati per il passaggio della Bing Car, cioè di quel catorc… dell’auto, volevo dire, che si occupa di mappare/fotografare le vie delle città di mezzo mondo per dare vita al servizio di mappe e “visione street” del noto Motore di Ricerca di proprietà della nostra beneamata Microsoft.

La scelta popolare

Ora, che sia ironica (ovviamente sì) oppure no, la scelta di integrare un discorso sulle auto di Bing, evidentemente, riveste una questione di “popolarità” di un servizio che, lo si voglia o meno, ormai è diventato “presente nelle menti della gente”, quantomeno al pari di quello di Google. A mio modo di vedere, la vera “presa in giro” fatta inscenare da Peter e compagni non è tanto quella a Microsoft ed ai suoi “potenti mezzi” (ho riso ad ogni cigolio ed ogni centimetro di scotch bianco…) quanto agli atteggiamenti “finti & fasulli” ed “pose” che la gente decide di tenere per farsi immortalare sulle foto della car…retta di >Bing e potersi poi vantare con amici e parenti per essere “presente”. Con buona pace dei 15 minuti di popolarità di cui parlò un tipo molto eccentrico, in passato, che sarebbero spettati in futuro a ciascuno di noi!

Insomma, questa incursione di Bing nel mondo Griffin ci racconta probabilmente di un vezzo diffuso, che Steve McFarland e soci hanno sentito il bisogno di sbeffeggiare. Parallelamente, però, ci racconta anche che – con grande probabilità – la gente inizia a parlare anche di Bing e dei suoi servizi, cosa che almeno negli Usa potrebbe rappresentare un segnale di rivincita verso il più noto e popolare (a livello mondiale) servizio offerto da Google con Street View.

Ovviamente, potrebbe anche essere che gli autori dei Griffin stessero facendo indirettamente “propaganda” per Google, mostrando il macinino di Bing muoversi rabberciato per le vie della città. A noi, in effetti, poco importa, considerato che si tratta di servizi troppo “recenti” e troppo poco “affettivi” per rappresentare nella testa della gente uno “standard” di fatto alla Schumacher. O sbaglio?

Resta interessante (e divertente) vedere che Microsoft ed i suoi servizi abbia fatto incursione anche in uno show popolare ed amato come quello dei Griffin, persino se abbandonassimo per un istante la vena ingenua e non pensassimo a questa “apparizione” come un mero esempio di product placement (molto più efficace, di sicuro, di quello operato in Batman VS Superman, come abbiamo detto in un nostro articolo del passato) piazzato a colpi di verdoni! Il che, quantomeno, ci potrebbe far ben sperare circa la volontà di MS di spingere i propri prodotti, almeno lì negli Usa.

 

Quello che davvero conta, in ogni caso,  è che il povero orsetto del finale di uno dei due spezzoni non abbia sofferto troppo. Coraggio, piccolo orso: ascolterò “Il vitello dai Piedi di Balsa” in tuo onore.

Che ne pensate di questa notizia buffa?

 

Articolo precedenteArticolo successivo
R. Laterza
Orienta la tua vita in maniera che nessuno possa dire che l'unica cosa che hai di smart sia il tuo telefono!
  • Io

    Bing popolare come motore di ricerca quasi come Google???
    Ma dove?

    • Frasca

      Io uso bing ovunque al posto di google ormai

      • Io

        la parola più cercata sul motore di ricerca bing è sicuramente “google”

        • Alessandro Perrone

          Bing è decisamente famoso al mondo, ma di certo non è il più usato. Secondo i dati relativi a Gennaio 2017, Google è al primo posto con l’89.06%, mentre Bing al secondo posto col 4.59%. Fra le parole più cercate su Bing nel 2016 non appare minimamente Google. Le più cercate sono Lady Gaga ed iPhone 7.

    • Precisamente: ‘ma dove’ l’hai letto?

      Mi pare sia scritto:

      “”Parallelamente, però, ci racconta anche che – con grande probabilità – la gente inizia a parlare anche di Bing e dei suoi servizi, cosa che almeno negli Usa potrebbe rappresentare un segnale di rivincita verso il più noto e popolare (a livello mondiale) servizio offerto da Google con Street View””

      Leggere tutto no, eh?

      Inoltre: popolare in quanto NOTO non significa necessariamente ‘usato dalla stessa quantità di persone’.

      Infine: quello che vale per te, non è detto che faccia regola per gli USA o il resto del mondo..

  • Breus

    Microsoft dovrebbe ricostruire l’ultima scenetta con un software di grafica 3D e piazzarla realmente da qualche parte nelle sue mappe!

    • Ah, un Easter egg così non guasterebbe ;-)

  • Beh, la gente usa il termine googlare, quindi Google è la Schumacher dei motori di ricerca, certo che Bing sta crescendo ed è un po’ ovunque, anche Siri si basa su Bing… penso che i Griffin abbiano preso in giro Bing perché in realtà quel trambusto accade realmente ma per le Google Car… ma il punto, come hai sottolineato più volte, è proprio che “se ne parla” (non serve citare il famoso aforisma).

    • Sì, infatti il presupposto non scritto era proprio la quasi assoluta affinità tra Google e ricerca sul Web, alla Schumacher. Ma che l’idea dello Street View possa essere ancora in ‘palio’, nonostante la potenza di Google.

      Mi fa piacere sia stato colto anche quel sottinteso. ?

  • 000

    no mi sono inventato “bingare”….voi lo dite mai?