[aggiornato] “Anche le copie pirata di Windows potranno essere aggiornate a Windows 10”

Ci troviamo davanti ad una svolta storica nel panorama della lotta alla pirateria informatica. Microsoft ha infatti annunciato che, non solo le copie legittime di Windows 7 SP1, 8 e 8.1 saranno aggiornabili gratuitamente a Windows 10 (l’update dev’essere fatto entro il primo anno), ma anche quelle illegali.

Si tratta di una mossa davvero intelligente che si colloca all’interno di quel processo di trasformazione del sistema operativo dell’azienda di Redmond da prodotto a servizio. L’obiettivo principale è quello di intervenire sul fronte cinese*, dove ben 2 PC su 3 sfruttano copie piratate di Windows. Una scelta volta a recuperare centinaia di milioni di utenti, regolarizzandoli senza particolari sforzi e fornendo anche ad essi un servizio sicuro e costantemente supportato.

CAQLJLnWcAAGRvF

La notizia giunge in seguito ad un intervento di Myerson di Microsoft riportato da Reuters e non può che risultare interessante agli occhi di tutti gli appassionati. L’impegno di Microsoft nella creazione di un solido ecosistema si può leggere anche in questa decisione. Contrariamente al passato in cui l’azienda doveva occuparsi per anni dell’aggiornamento di versioni obsolete del sistema, ora l’obiettivo è quello di portare tutti a bordo di quella più recente con ogni mezzo possibile: un vantaggio sia per gli utenti che per gli sviluppatori, i quali (se tale strategia dovesse funzionare) si troverebbero una piattaforma uniforme e ricca di possibili acquirenti.

FONTE: Reuters

 

*Precisazione: Tale politica potrebbe essere limitata al solo mercato cinese: in altre parole in Cina sarà così “sicuramente”, mentre per il resto del mondo mancano conferme ufficiali, ma non è da escludere che si tratti di una strategia “Worldwide” poiché rimarrebbe poco sensato seguire una strada del genere in un solo Paese. Vi terremo aggiornati.

 

**AGGIORNAMENTO**

TheVerge, dopo aver chiesto chiarimenti a Microsoft, conferma quanto avevamo ipotizzato: tale provvedimento non investirà solo la Cina, ma sarà valido per tutti!

FONTE: TheVerge

Pubblicato il 18 marzo 2015

 

**AGGIORNAMENTO del 19 marzo 2015**

Tanto per infittire la faccenda Windows Central riporta una risposta di Microsoft al portale Plygon in merito alla questione. Pare che sì, sarà possibile aggiornare a Windows 10 copie non genuine di Windows, ma che queste non acquisiranno una licenza regolare, poiché le copie illegali non sono state pubblicate da Microsoft (e di conseguenza potrebbero per esempio anche contenere extra come malware con cui l’azienda di Redmond non ha niente a che fare). Ne consegue che quest’ultime non potranno ricevere assistenza da Microsoft e dai suoi partner e manterranno il proprio status di “non originale”/”non genuino”. Cosa questo voglia dire dal punto di vista pratico rimane da chiarire (al di là del mancato supporto), ma certo è che questo argomento farà sentire ancora la propria voce.

FONTE: Windows Central, Polygon

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates
  • Chiara

    Ma fanno sul serio? O.o

    • A quanto pare si!!! ;) … (esclusivamente per il mercato cinese)

      • Chiara

        Ahhhhhhh… Ecco svelato l’arcano :D

      • “Esclusivamente” non è detto. “Sicuramente” per il mercato cinese, ma avrebbe poco senso limitarlo solo a quello. :)

        • Chiara

          Speriamo proprio di no :)

        • Il dirigente della società diretta da Satya Nadella ha fatto intendere che questa mossa sarà dedicata “esclusivamente” al mercato cinese, poi lo sappiamo tutti che sarà aggiornabile lo stesso xD

          • Ehehe infatti! Sarebbero sciocchi a limitare inutilmente questa politica. Ho aggiunto all’articolo una precisazione per evitare fraintendimenti. :)

          • TheVerge conferma che sarà valido a livello mondiale. Ottimo! :D

        • Emy74

          Se cosi dovesse essere… Si potrà scaricare la build cinese e trasformarla in ita con un Language Pack??

    • beh, infondo anche windows 8 poteva aggiornare copie pirata di 7 nonostante fosse in stra-offerta…

      • Chiara

        Non contesto ció… Ma non capisco questa mossa, pur “tifando per”. Sono incredula e commossa :D

  • lorenzo

    Adoro Microsoft… Il mio Windows 8.1 darkness mod ringrazia

  • TheVexed

    Concordo, bella mossa ma bisognerà vedere se solo sul mercato cinese o anche gli altri. Inoltre se non sbaglio é ancora diffusissimo xp soprattutto in ambito lavorativo/banking (e anche nelle università) per discorsi di compatibilità, nonostante sia stato abbandonato: non so fino a quando MS fornisca update per la sicurezza. Queste quote dovranno comprare W10 ex novo per forza. A meno che i cinesi non completino il loro OS…

    • Potrebbero sempre mettere Windows 7 piratato e poi fare l’upgrade a 10 :-D

  • Ho tutto originale, ma devo dire: grandissimi!

  • Valerio

    Se dovessero adottare questa politica a livello globale, non ci sarebbe più incentivo a comprare un sistema operativo. Tanto vale distribuirlo gratuitamente..

  • Alessandro

    Citando Papa Francesco. È vero che non si può reagire violentemente [ma dopo questa mossa] chi dice una parolaccia contro Microsoft… MA GLI SPETTA UN PUGNO! Ma è normale! ? LOL !!

    • Enrix Bjex Magrì

      Microsoft ultimamente si sta comportando benissimo e sta facendo cose pazzesche.

      • Martino Stenico

        Grande Satya Nadella

  • Mi piace come mossa, ma avrei preferito che rendessero gratuito Windows 10 per il primo anno… A conti fatti più o meno mi sembra la stessa cosa, ma mi sarebbe sembrata più pulita!

    • Luca Serri

      Chi ha una copia pirata non dovrebbe nemmeno ricevere aggiornamenti, così è già un favore. Ognuno è libero di decidere se scaricare software regolare o piratato, nel secondo caso ovviamente deve accettarne le conseguenze.

      • Sì, concordo… Ma in effetti quale modo migliore di combattere la pirateria che quello di regalare licenze? Alla fine l’idea più o meno è che Windows 10 sarà gratuito per tutti ed è l’unico modo per spezzare una volta per tutte la frammentazione. Alla fine bene o male, solitamente chi ha un computer ha comprato almeno una licenza Windows (che sia anche quella di XP)… Detto questo sono contrario alla pirateria, e spero che comunque chi abbia una copia piratata abbia almeno una seppur piccola sanzione!

        • Luca Serri

          Quando dicono che per combattere la pirateria si fa prima a mettere le sbarre alle finestre non hanno tutti i torti. Poi, se pure Microsoft lascia correre a chi interessa dare sanzioni di questo tipo?

  • Michele

    In pratica non si possono lamentare con loro se nel pc si ritrovano ogni genere di schifezze. Beh, almeno questo mi pare giusto: copia piratata e pretendi assistenza? Anche no.

  • pasquale

    Scusate ma perché ancora non si può provare l app di posta nuova?? E invece ios e android già la possono provare ?”

    • Intendi la app di Outlook? Se non sbaglio quella per Android e iOS non è altro che un rebrand di una app già esistente comprata qualche mese fa da Microsoft. Quella per Windows 10 sarà sviluppata come Universal App da Microsoft stessa. Per cui in realtà quella nuova non è disponibile per nessuno. :)

  • Per come la vedo io dovrebbero metterlo gratuito e stop.

    • Luca Serri

      Tu lavori gratis?

      • Ovviamente no, ma il mio “medio-lungo termine” non é neanche paragonabile a quello di Microsoft. secondo me in ambito consumer Microsoft dovrebbe rendere Windows un ambiente ideale dove spendere soldi in servizi (intrattenimento e produttività). Cioè fai aggiornare gratuitamente tutti in modo da renderli potenziali clienti.

        In questo momento Microsoft regala gia a tutti Windows 10 sia in presenza di una licenza genuina che no. Che lo dicano in modo chiaro a questo punto! Ne guadagnerebbero in immagine.

        • Luca Serri

          Allora mi sa che avevo frainteso le tue parole. Così non sembra male come idea, e rientrerebbe nella filosofia del vendere servizi anzichè prodotti.

        • Ugo

          il fatto è che, per dire, apple dà gratis il so perchè vende hardware e su quello guadagna.
          microsoft ha sempre guadagnato sulla vendita del software, e se dà gratis quello è fregata.
          ultimamente si è resa conto che il guadagno è più sui servizi e per vendere servizi devi O integrare hw/sw in maniera univoca (come fa apple) O passare attraverso internet ampliando al massimo la base utenti (come fa google).
          il nuovo corso microsoft si sta muovendo su entrambi i fronti: hw proprietario con lumia/surface (e guardacaso i portatili/tablet sono l’unico settore ancora profittevole del mercato pc così come anche il settore mobile continua a produrre utili…) e servizi a tutti con diffusione in ogni modo delle piattaforme ms (vedi office su android/ios, omaggi per office365/drive…)
          sono mosse molto pragmatiche ed intelligenti il cui solo difetto è che arrivano con almeno 5 anni di ritardo, magari anche 10.

          complimenti comunque: i nuovi windows sono finalmente vagamente decenti (già dal 7, molto meglio 8, un po’ peggio 8.1. prego davvero che 10 sia finalmente valido), e windows phone è molto, molto buono. potrei dire quasi il migliore su smartphone, ma ne ho una conoscenza ancora troppo superficiale.
          e lo dico da utente apple…

  • Alessandro

    A mio parere comunque Microsoft potrebbero aggiornare tutti a Windows 10, soltanto che: chi ha una copia autentica e aggiorna entro il primo anno dopo il rilascio di Windows 10, avrà Windows 10 completo, gratis, per sempre. Chi invece ha una copia pirata, riceverà uguale Windows 10 versione completa ma dopo l’anno di scadenza (al contrario di chi ha la copia genuina che non dovrà fare null’altro) a quest’ultimi verrà richiesto di comprare il product key per trasformare la propria versione pirata in una versione autentica, magari a prezzi agevolati, per avere così, come i primi, una copia di Windows 10 genuina, completa e gratis per sempre. A mio parere se io sono onesto non potrei non riconoscere i meriti di quell’azienda che mi ha fatto comunque utilizzare per un anno il suo sistema, a costo zero e in maniera legale, ed in più mi incentiva al acquisto del prodotto con prezzi agevolati per trasformare quella copia pirata in autentica.
    Inoltre sarebbe senza dubbio una possibilità per Microsoft di far conoscere il proprio sistema “mettendolo in vetrina” in modo diretto, consegnandolo per un anno nelle mani di potenziali acquirenti/clienti futuri.

    • Luca Serri

      Hai detto bene, “se io sono onesto”, ma chi scarica Windows crackato non cambierà idea provandolo. Anzi, se fosse così come dici tu probabilmente nemmeno aggiornerebbe.

      • Alessandro

        Io sono dell’idea che si possa cambiare. Ed in ogni caso se il procedimento di aggiornamento risulta lecito nei termini in cui l’ho espresso, non vedo perché non usufruirne. È pur sempre un modo per maturare esperienza diretta con quel sistema e come già detto “mettere in vetrina” Windows 10 per farlo conoscere il più possibile.
        D’altronde credo che se veramente c’è chi alla scadenza procederebbe ugualmente per vie illegali per ottenere il sistema operativo, penso ci sarebbe, anche se in una piccola parte, chi penserebbe di autenticare la propria copia di Windows 10. È sempre uno strumento in più nelle mani degli utenti. Diciamo che è un po’ come dire “Ti diamo la possibilità di essere onesto, ora guardaci tu.”. Tanto sappiamo che la pirateria comunque non si debellerà mai definitivamente ma incentivare a fare la cosa giusta può sempre essere bene.

        • Luca Serri

          Spesso la pirateria è “incentivata” dai produttori stessi per aumentare la diffusione. Non è che dicono “scaricate pure la nostra roba crackandola”, ma mettono solo un avviso che gli utenti possono ignorare. Microsoft per esempio ci metterebbe un niente per bloccare tutte le copie contraffatte di Windows (ma anche Office e il resto), però non lo fa per i motivi che ho scritto sopra. Staremo a vedere :)