Microsoft Band: un primo impatto

Finalmente, con l’invidia dei miei colleghi spalmata addosso come Nutella su un panino, sono entrato in possesso di un Microsoft Band

Il Microsoft Band è stato presentato il 30 Ottobre e da allora è disponibile esclusivamente per il mercato statunitense. In Italia molti sono riusciti ad acquistarlo, tramite società di import, parente, durante viaggi di lavoro etc. Ma anche così non è semplice: appena arriva nei negozi o online, le scorte si esauriscono in poche ore.

Il dispositivo è compatibile con iPhone (iOS 7.1 o superiore) e Android (4.3 – 4.4 KitKat). Ovviamente è necessario il Bluetooth. Per Windows Phone invece è richiesto Windows Phone 8.1 update 1 (conosciuto anche come Denim).

Viene venduto in tre misure: S, M, e L. Tramite il pdf che potete scaricare a questo link, potrete stabilire quale sia la vostra taglia. Stampatelo senza riformattazione della pagina e simili e appoggiate il polso sul foglio posto su un ripiano. Si tratta di un dato importante dato che il cinturino ha una dimensione che lascia pochissimo margine e, se troppo stretto, risulterà impossibile indossarlo. Io ho una S, misura che mi ha permesso di acquistare il band da un italiano che ha rimesso in vendita il suo errato acquisto su ebay (ovvero: ha un polso più grande del mio).

Necessita l’installazione di Microsoft Healt sul vostro smartphone: servirà ad accoppiare il Band al vostro telefono e a gestire tutto. Da qui potrete personalizzare l’interfaccia, gestire le tile o le funzioni che vi servono, visualizzare workout e vedere i video degli esercizi che li compongono per poi, una volta scelto quello che volete fare, caricarlo sul band.

Ha tanti sensori: Cardiofrequenzimetro ottico /Accelerometro /Giroscopio /Girometro a 3 assi /GPS /Luce ambientale /Temperatura della pelle /UV /Capacitivo /Risposta galvanica cutanea /Microfono.

Si comanda tramite il piccolo display touch capacitivo da 1,4″ con risoluzione di 320×106 pixel. Il dispositivo resiste agli schizzi d’acqua ma non è impermeabile non va immerso in acqua o usato sotto la doccia!

La batteria da 100mAh (con carica massima in 1,5 h) ha un autonomia dichiarata di 48h, io personalmente mi attesto intorno alle 30h con watchmode (la possibilità di vedere l’ora quando il Band è in standby), contapassi sempre attivo, cardiofrequenzimetro sempre attivo. Praticamente disattivo solo il GPS e tengo la luminosità automatica. Di notte, inoltre, attivo il monitor del sonno.

Davvero utile per le notifiche (in modo da vedere se il telefono ha vibrato per qualcosa di interessante o no). Oppure per vedere chi ci sta chiamando e, se è il caso, rispondere con un messaggio preimpostato (potete personalizzare voi le risposte). Potrete decidere se ricevere tutte le notifiche in un solo luogo, o tenere separate quelle di Facebook (non Facebook beta però), Messenger, Messaggi, Email e Twitter. O nessuna o solo alcune di esse (l’hub notifiche ingloberà tutto quello che non si desidera mantenere separato). Per spiegarmi meglio: se ci interessa vedere solo le notifiche di Messenger, possiamo rimuovere hub notifiche e tutte le app che ho citato, mantenendo attiva solo quella di Messenger.

Si possono attivare anche la tile per il calcolo dei raggi UV, piuttosto che le notifiche di MSN Finanza o MSN Meteo.

La tile di Cortana riproporrà gli articoli e le notizie che trovate sul telefono attivando, appunto, Cortana.

L’assistente vocale di Microsoft funziona bene, grazie al microfono integrato, ma non essendoci speaker audio essa risponderà testualmente sul piccolo display. Per mandare SMS o fare chiamate, o anche segnare appuntamenti o promemoria, tutto senza tirare fuori il telefono dalla tasca, sussurrando al vostro polso.

Si tratta poi di un dispositivo votato al fitness: timer, allenamenti (da importare tramite Microsoft Healt come ho già detto) con i giusti tempi indicati nell’esercizio, monitor del nostro battito cardiaco durante i faticosi allenamenti, calorie bruciate etc.

Anche per i runner le cose si fanno interessanti: si può attivare il GPS ed avere poi, una volta finito di correre, il percorso ben visibile su Microsoft Healt. Inoltre molte applicazioni di fitness sono già compatibili con Microsoft Band e vi basterà sincronizzarle tramite Healt.

Particolarmente interessanti sono le applicazioni sviluppate da Fela Ameghino e Venetasoft: Pimp My Band (0,99€) per mettere una vostra immagine di sfondo e personalizzare altri aspetti grafici (colori etc.) e Band Sensor Monitor (1,99€) per controllare i vari sensori, batteria e tanto altro. Praticamente le uniche due applicazioni accessorie al Microsoft Band, non sviluppate da Microsoft, sono state realizzate da due giovani italiani!!!!


CONSIDERAZIONI PERSONALI

Innanzitutto, per Windows Phone sono disponibili diversi band per il fitness ma nessuno smartwatch. Pebble, ad esempio, non ha ancora rilasciato una sua applicazione per Windows Phone che lo renda compatibile.

Nel mondo Android esistono una miriade di smartwatch per tutti i gusti e per tutte le tasche. Ognuno con pregi e difetti. Ma sono dispositivi che, appunto, sono compatibili solo con Android. Addirittura quelli Samsung sono compatibili solo con i prodotti della casa coreana.

Microsoft Band  invece si caratterizza per essere compatibile con tutti e, allo stesso tempo, offrire tutto (o quasi) quel che si può offrire in questo determinato segmento di tecnologia.

L’autonomia non è molta ma non è nemmeno così scarsa (ci sono smartwatch che durano di più, altri meno). Basta solo metterlo a caricare un’oretta quando non si ha la necessità di usarlo, ma di sicuro una giornata di allenamenti o una giornata fuori casa la si fa senza pensieri (se poi disattiviamo sensori che in alcuni contesti non servono, come il battito cardiaco ad esempio, possiamo davvero raggiungere le 40 ore di autonomia).

Sarebbe stato utile avere delle notifiche separate per WhatsApp e Telegram, o decidere noi per ogni singola app (parlo della versione di Healt per Windows Phone). Inoltre sarebbe stato davvero bello poter avere una totale impermeabilità per usarlo in contesti sportivi come il nuoto o canoa. Dato che l’unico sport che pratico è “flessione del dito su tastiera del PC” direi che io posso sorvolare su questo.

Il design a me piace (è soggettivo), i materiali sono buoni e il prezzo (199,99$) è coerente con le potenzialità dell’oggetto.

Ho cercato di dire abbastanza, se avete bisogno di chiarimenti, curiosità e altro io sono a vostra disposizione, anche per ulteriori video oltre a quello che vi propongo oggi. In fondo all’articolo trovate anche il link per scaricare Microsoft Healt (dovete impostare come paese “Stati Uniti” nelle impostazioni del vostro telefono, altrimenti non potrete scaricarla).

Articolo precedenteArticolo successivo
Mariano Mercuri
Chiedere ragione, è la prima cosa che l'apprendista filosofo dovrebbe apprendere a fare. Là dove nessuno chiede ragione, come può la filosofia anche solo cominciare? La domanda "perché?" ci fa scoprire l'intreccio di etica e logica, su cui i filosofi si interrogano, da Platone a Husserl. Se l'etica è la logica dell'agire giusto, la logica è l'etica del pensare [Roberta De Monticelli]
  • M_90® ????⚡??

    prezzo troppo alto secondo me.

    • pensa che tra spese di spedizione e tutto ho speso 237€.. l’asta partiva da 189€ e 8€ di spedizione ?

      • M_90® ????⚡??

        Per me band e smartwatch più di 50€ non dovrebbero costare

        • Concordo. Sennò non prenderanno piede MAI. Per quanto siano belli da avere/usare.

          • M_90® ????⚡??

            a me piace quella di xiaomi che costa 15€, ma non è disponibile per wp :(

        • esagerato ?

  • bello e pieno di funzioni però personalmente non spenderei così tanto per un oggetto simile..
    Ancora non ho capito perché la ms non lo metta in vendita in Europa, capisco che non ne vendano 10 milioni al giorno però spero la smettano di mettere in vendita “in esclusiva” (come hanno fatto a suo tempo con l’Icon)

    • Parole sante.
      Se non riducono il prezzo e non ampliano i mercati di sbocco, la vedo dura per loro. Anzi, specie Microsoft, dovrebbe usare questi “volani” per diffondere ancora di più i suoi Windows PHone.

      • esatto, a wp serve pubblicità in ogni dove!
        rimane emblematico che le due app citate siano fatte da italiani ;-)

      • a prescindere, non mi pare che stia vendendo poco in america, anzi…

  • lore_rock

    Speriamo in ma versione rivista e corretta disponibile globalmente. Alla fine Microsoft mi sembrava intenzionata a usare il band in America come banco prova e non mi pare abbiano visto di cattivo occhio di venderlo anche in Europa visto il successo in america

  • Aspetto la seconda versione, questa é bella ma é troppo “spessa”. Rimango ancora dell’idea che il migliore smartcoso sarebbe stato il vecchio ipod nano (quello quadrato con la clip) con un bel cinturino semplice semplice. Schermo quadrato e tiles quadrate.. Niente biosensori e roba del genere solo un Bluetooth microfono e altoparlante. quanto bello ed economico sarebbe? Sarebbe imbattibile

    • beh, questo è più votato al fitness che alle funzioni di smartwatch in sé, infatti assomiglia ad un fitbit come “idea”, sicuramente se faranno altri modelli magari faranno due proposte, una più fitness ed una più elegante…