Microsoft Health si aggiorna: SensorCore e tracciamento del sonno automatico

Da quando sfrutto quotidianamente il mio Microsoft Band non posso certo negare di apprezzarlo ogni giorno di più. È un fitness tracker favoloso e con questo non intendo bollarlo come un semplice strumento sportivo, ma come un oggetto in grado di monitorare il mio stato di attività, riposo e salute 24 ore su 24 e di aiutarmi a migliorare il mio benessere fisico.

 

A tal proposito capita “a fagiolo” l’aggiornamento di oggi (versione 1.3.10424.1) della sua companion app, Microsoft Health. Ve ne abbiamo già parlato in passato: si tratta di una applicazione con cui gestire, personalizzare e aggiornare il Band e su cui visualizzare per esteso tutti i dati raccolti.

Con l’update odierno le sue funzionalità si espandono ulteriormente. Ora infatti:

 

Supporta più device: è possibile tracciare i propri passi e le calore consumate anche senza il Microsoft Band ma sfruttando il motion sensor del proprio smartphone (che sui Lumia si chiama SensorCore ed è presente solo sui device di ultima generazione).

wp_ss_20150428_0019

Si connette a nuovi servizi: è possibile condividere i dati raccolti sulle nostre performance in bicicletta sui nostri account Strava e MapMyRide.

wp_ss_20150428_0020

Traccia il sonno in automatico: si tratta di una delle feature più attese (già presente su alcuni concorrenti come FitBit). Il Band è in grado di capire che stiamo dormendo e di registrare la nostra sessione di sonno in automatico (se supera le 2 ore). Fino ad oggi era per forza necessario attivare manualmente questo tipo di monitoraggio attraverso l’apposito Tile. Rimane caldamente consigliato continuare a farlo se si vuole tenere traccia in modo preciso di tutti i parametri presi in esame.

wp_ss_20150428_0021

Monitora in modo più preciso e utile le nostre attività: è in grado di comparare le sessioni di allenamento, di giudicare la qualità del nostro sonno, i nostri progressi, ecc…

wp_ss_20150428_0023

È meglio organizzata: sono presenti nuovi elementi grafici ed è cambiata la disposizione di alcune sezioni dell’app. Anche il Live Tile ha subito un restyle senza rendere però possibile la sua trasparenza.

 

Un aggiornamento davvero ricco da cui tutti i possessori di Microsoft Band trarranno giovamento: la stessa sorte è infatti toccata anche alle app gemelle per Android e iOS (vi ricordo infatti che Microsoft Band è compatibile con tutte e tre le piattaforme). Cosa vorrei ora? La sveglia intelligente! Ovvero quella funzionalità che ti sveglia poco prima dell’orario selezionato, in una di quelle fasi del ciclo del sonno in cui il risveglio è “meno traumatico”, garantendo quindi una sensazione di benessere al risveglio.

wp_ss_20150428_0022

Per avere un assaggio delle novità vi invito a guardare dettagliatamente gli screenshot che trovate in questo articolo.

Che ne pensate?

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates