Microsoft chiude l’anno fiscale: Office e Cloud a gonfie vele, Surface un po’ meno

A Giugno si è concluso anche per Microsoft l’anno fiscale. L’azienda registra un guadagno di 21.1 miliardi di dollari. Ecco alcuni dettagli.

Microsoft, da dove viene il bene

LinkedIn ha contribuito alla causa portando nelle casse del colosso di Redmond 1.1 miliardi di dollari, registrando un aumento nel fatturato rispetto al penultimo trimestre.

Anche il settore gaming è in salita, registra 3 punti percentuale in più, dal momento che le vendite della console Xbox restano forti dopo l’evento E3.

Microsoft e l’importante ruolo del Cloud

Sulla scia degli anni passati, questo settore continua ad essere molto solido e determinante per gli incassi di Microsoft, che registrano un aumento del 15%. Punta di diamante i servizi Azure, in crescita dal 97%.

Altro motivo di gaudio per la casa di Redmond è Office. I guadagni collegati alle sottoscrizioni superano le tradizionali licenze. L’aumento è di “soli” 5 punti ma la tappa importante è il cambio del modello di business che si rivela forte e proficuo.

Passando alle note dolenti, i guadagni legati alle vendite della linea Surface si abbassano del 2%. L’azienda attribuisce questo calo al fatto che il nuovo Surface Laptop e il nuovo Surface Pro sono stati lanciati nel mese di Maggio e, dunque, hanno avuto un periodo di tempo sufficiente per fare sentire il loro peso sul bilancio di fine anno.

Qualche notizia sul mobile?

È stato, anche quest’anno, orribile per quanto riguarda il settore Mobile. I guadagni sono scesi di 361 milioni di dollari. L’azienda ha definito i proventi “immaterial“, cioè insignificanti. E non serve spendere parole..

Per dire la vostra utilizzate la sezione commenti.

Fonte: Windows Central
MSPU

Articolo precedenteArticolo successivo
Ogni tanto mi viene in mente qualcosa... e qualche volta la scrivo.
  • Matteo

    Credo che il calo dei Surface sia legato al fatto che il mondo PC si sta spostando verso l’uso professionale e hobbistico, per il semplice uso quotidiano da padrona lo fa lo Smartphone, per riconquistare mercato ci vogliono due cose, prodotti affidabili e pubblicità, che Microsoft non ne sia in grado è impossibile, questione di gente giusta e volontà

    • Riccardo Bucchino

      i prodotti affidabili li fa ma il futuro è un mondo in cui la maggior parte delle persone non avrà più un computer ad uso domestico e anche molti lavori saranno svolti con cellulari e tecnologie come continuum di microsoft, il pc resterà per i lavori in cui serve potenza di calcolo, per applicazioni office non serve più un pc.

      • fiorenza

        ma se la vendita di pc è in crescita,che cavolo state dicendo,io ho 2 Smartphoneuno android(uso sveglia)uno Microsoft 950xl ma sta sicuro che per certe cose uso pc..sicuri per sicuri io uso pc…

        • Matteo

          Un pc in casa ce l’hanno tutti, quasi,ma il suo uso è sempre più ridotto, molti miei amici hanno un Tablet e neanche una stampante, io stesso le stampe a colori le invio ad un negozio, pago qualche centesimo, vengono bene e non compro inchiostri!

          • Riccardo Bucchino

            io comunque avevo detto in futuro non oggi.
            per quel che riguarda la stampante io dico che o compri una laser bella o niente. Io a casa ho una laser bn recentissima di marca seria (xerox), non costa poco ma le stampe costano pochissimo e soprattutto funziona sempre, sempre, sempre e non devi buttarla se sta ferma un po senza stampare

      • Matteo

        Vero, e Microsoft ha tutte le carte in regola per farlo, anzi lo sta già facendo, forse è vero che non siamo ancora pronti, android rimarrà uno svago ben funzionante, ios… se non farà qualcosa di nuovo è già vecchio, ma tanto venderà ugualmente.