Microsoft Photo Story: l’app per trasformare un giorno di foto in un videodiario

microsoft photo story app

Microsoft ha da poco rilasciato Photo Story, una nuova app per creare facilmente il videodiario di un giorno speciale per condividerlo con chi vogliamo.


 
Probabilmente a leggere il nome “Microsoft Photo Story” qualcuno di voi avrà avuto una sensazione di deja-vu. Si chiamava così infatti il semplice programma gratuito dei tempi di Windows XP che ci aiutava, tramite una procedura guidata, a creare uno slideshow di foto con musiche di sottofondo ed effetti di transizione gestiti in automatico, a scelta tra diversi temi.
 
Quel programma, o almeno qualcosa che gli somiglia, torna ora con lo stesso nome ma come app per Windows Phone.
 
Punta tutto sulla velocità e sulla semplicità d’uso, ma per contro lascia ben pochi margini d’intervento all’utente. Possiamo dire dunque che il suo maggiore pregio coincide con il suo maggiore difetto.
 
Abbiamo voluto testare quest’app nuova di zecca per condividere con voi le nostre impressioni e snocciolarne virtù e limiti.
 
Cominciamo col dire che con Photo Story non si possono creare slideshow con foto scelte a caso, ma solo con le foto scattate in un particolare giorno. Questo da una parte penalizza l’utente più smaliziato che vorrebbe creare degli slideshow più vari, ma semplifica la vita a chi dopo una festa tra amici, vuole solo creare in pochi passaggi un videodiario delle foto scattate fino a pochi istanti prima, senza doverle selezionare manualmente.

microsoft photo story app

Alla prima apertura l’app ci chiede se vogliamo visualizzare un tour che ci illustra come usare l’applicazione. Se vogliamo possiamo saltarlo toccando “Skip tour”. Come vedete l’app è per il momento solo in inglese, ma non è da escludere che vedremo l’italiano con uno dei futuri aggiornamenti.

microsoft photo story app screenshot

Il primo passaggio consiste nello scegliere una foto di copertina, che sarà la foto con cui comincerà il video diario. L’app selezionerà altre foto di quel giorno per montarle nel video finale.

 microsoft photo story app screenshot

Nel momento di scegliere la foto iniziale ci accorgiamo del primo grande limite di quest’app: per creare il videodiario si possono usare solo le foto contenute nella cartella “Camera Roll”, cioè “Rullino“, vale a dire quelle direttamente scattate con il nostro smartphone. Se scegliamo una foto situata in una cartella diversa, magari perché inviataci via Whatsapp o scaricata, riceviamo un messaggio come quello qui sopra.

Il problema è che nella schermata di scelta vengono mostrate tutte le foto ordinate per data, e non solo quelle contenute nella cartella “Camera Roll”, così che l’utente meno esperto crede di poter scegliere qualsiasi foto vuole, salvo poi ritrovarsi con il messaggio d’errore. A questo punto se è in grado di decifrarlo si sposterà con una swipe sugli Album e selezionerà “Rullino”, se invece non lo è (ipotesi che ritengo altamente probabile data la scarsa fiducia che ripongo nella maggior parte degli altri membri della mia specie) probabilmente andrà a mettere una stella sullo Store scrivendo “Ke skifo, kome si usa nn si capisce gnente”.

Al di là della confusione che può creare nell’utente meno esperto crediamo che sarebbe meglio se si potesse creare un videodiario più completo, che attinga sia alle foto scattate da noi, sia a quelle inviateci dai nostri amici.

microsoft photo story app screenshot

Se volete fargli “digerire” delle foto che non sono nella cartella “Rullino”, non vi resta che usare l’app “Gestione File” di Microsoft, per spostare o copiare le foto che vi interessa usare, all’interno della cartella. Badate bene che la data di creazione dei file sia uguale per tutte le foto. Un giro di peppe assurdo, ma che mi ha permesso di usare una serie di foto che non avevo scattato direttamente con il cellulare.

microsoft photo story app screenshot

Subito dopo aver scelto la prima foto, con la quale implicitamente si indica il giorno da prendere in considerazione per il videodiario, veniamo invitati a scegliere un tema per il montaggio. Quello Classico è quello che non distrugge le nostre foto. Gli altri, più o meno le ammazzano di effettini più o meno graditi. I temi tra cui scegliere sono i seguenti: Classico, Travel, 3D Flip, Super 8, Party e Action. Party è forse il più mostruoso, ma anche il più movimentato, e per il videodiario di una serata in discoteca è sicuramente il più indicato.

microsoft photo story app screenshot

Adesso è il momento di scegliere una canzone di sottofondo. Per impedirvi di creare video con qualche orrenda canzone di Jovanotti vi viene preclusa a priori la possibilità di scegliere una canzone dalla vostra raccolta musicale. Si può scegliere solo tra alcune canzoncine interne all’app, diverse a seconda del tema scelto. Pensate, se avete scelto il tema “Super 8” alla canzone scelta si unirà in sottofondo il rumore di un proiettore Super 8. Ma non è una cosa fantastica?!!!

microsoft photo story app screenshoot

A questo punto Microsoft Photo Story comincerà il montaggio e subito dopo ci mostrerà il video d’anteprima.

microsoft photo story app screenshot

Appena finito di vedere il video vi accorgerete che non sono state incluse proprio tutte le foto scattate durante il giorno. Questo accade perché è l’app stessa che invece di farsi gli affari suoi si occupa di scegliere quali foto selezionare. Non si capisce bene in base a quale criterio le scelga. Io propendo per il caso, visto che ha escluso quelle più belle! Fortunatamente prima di salvare o condividere possiamo includere manualmente anche le foto escluse in un primo momento. Ci basta toccare “Edit”.

microsoft photo story app screenshot

Eccoci dunque nella schermata delle modifiche finali. Possiamo cambiare il titolo del videodiario (che sarà visualizzato), cambiare il tema, se quello scelto non era di nostro gradimento, e scegliere manualmente le foto della giornata che ci interessano di più. Possiamo anche selezionare le foto scattate nel giorno precedente o in quello successivo. Quest’ultima possibilità è molto utile specialmente nel caso di un evento serale durato oltre la mezzanotte.

microsoft photo story app screenshot

Terminate le modifiche ci viene riproposto il video modificato, e se non abbiamo ulteriori modifiche da fare possiamo salvarlo. La durata dell’operazione varia in funzione al numero di foto selezionate. Il video sarà salvato nella cartella “Camera Roll” e potremo rivederlo quando vogliamo andando sull’app Foto. Ovviamente possiamo anche condividere il videodiario direttamente dall’interno dell’app Photo Story.

microsoft photo story app cortana

Per gli utenti di Cortana in inglese è possibile creare un videodiario addirittura senza nemmeno toccare l’app. Basta dire a Cortana “Story for today”, per creare il videodiario di oggi, o “Story for yesterday”, eccetera. Il supporto a Cortana in italiano arriverà probabilmente quando l’app stessa sarà tradotta anche in italiano.

Microsoft Photo Story è una cosiddetta “Garage App“, cioè un’applicazione nata da quel laboratorio creativo Microsoft che ha partorito tante app tante app per le piattaforme avversarie come Microsoft Send. Questa è una di quelle poche volte in cui una Garage App viene sviluppata pensando prima a Windows Phone. Ci auguriamo che con Windows 10 Mobile Microsoft rimetta il proprio sistema operativo mobile al centro, pur senza trascurare le piattaforme al momento più diffuse.

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Staff
One love, one staff, one vision! - Seguiteci anche su Facebook e Twitter -