MusiXmatch lyrics player: parole, non solo musica

Prima o poi arriva quel momento in cui stai cantando qualcosa, magari in compagnia di sventurati amici, e improvvisamente ti rendi conto che le tue parole si trasformano in versi confusi, con esiti più o meno disastrosi per il tuo pubblico.


Sebbene non esista una app nello Store che possa donarci l’X-factor (per ora), ce n’è una che può offrirci i testi delle canzoni su un piatto d’argento.. mai più figuracce con musicXmatch lyrics player! Scaldiamo i motori (o meglio le ugole) e prepariamoci a diventare i re del karaoke!

wp_ss_20140827_0010
wp_ss_20140827_0011

Al primo impatto l’interfaccia grafica si presenta coerente con il sistema operativo, in un gradevole dualismo nero-arancione che non lascia però molto spazio ad eventuali personalizzazioni da parte dell’utente. La schermata principale è di tipo “panorama” e il suo scorrimento orizzontale ci mette subito a contatto con le funzioni cardine dell’applicazione.

Tramite il bottone “la mia musica” avremo accesso alla nostra libreria musicale (o direttamente alla eventuale traccia in riproduzione) organizzata per brani, artisti e album. Il tasto “cerca” consente di trovare direttamente i testi indicandone i titoli, gli autori o alcune parole tratte da essi, mentre “music id” permette la ricerca tramite ascolto. Le videate successive portano alla nostra musica e alla cronologia di ricerca e ascolto per un rapido accesso agli ultimi brani.

Dall’application bar si profilano diverse opzioni, alcune ridondanti come il passaggio alla traccia in riproduzione, altre uniche come la classifica delle hit del momento e ovviamente le informazioni sulla app e le impostazioni generali. I settaggi non lasciano purtroppo molto respiro alla fantasia, ma consentono di calibrare alcuni aspetti funzionali piuttosto che grafici.

wp_ss_20140827_0012
wp_ss_20140827_0013

Il tab “generale” ci permette di gestire le classiche opzioni sulle notifiche, di attivare o disattivare le animazioni di transizione e di scegliere a che servizio collegarci per scaricare le canzoni trovate tramite il music ID o la ricerca manuale (su Xbox Music e Nokia Mix Radio). Nel tab “profili” possiamo invece decidere di collegare i nostri profili di Facebook e Twitter a musiXmatch per condividere le nostre ricerche con gli amici (o con gli stalker di turno).

wp_ss_20140827_0008
wp_ss_20140827_0009

Una volta entrati in confidenza con il pannello di controllo, veniamo al cuore dell’app. Qualora stessimo ascoltando un brano (sia tramite musiXmatch che con la app di sistema) vedremo apparire sulla schermata della musica attiva, il testo della canzone con la possibilità di attivarne/disattivarne lo scorrimento automatico, interromperne/avviarne la riproduzione, condividerlo, aggiungerlo a Start o segnalare eventuali errori (di testo o di sincronizzazione). Davvero gradevole risulta la possibilità di scegliere tra la modalità estesa e quella compatta dando così maggior dinamismo all’applicazione.

wp_ss_20140827_0019
wp_ss_20140827_0007

Stesso discorso, ma con lievi differenze, se invece ci inoltriamo nella ricerca manualmente o attraverso il music ID. In questo caso sarà attiva l’opzione “compra” al posto di “riproduci” per consentirci di acquistare immediatamente quei brani di cui ancora non siamo in possesso.

wp_ss_20140827_0015
wp_ss_20140827_0018

Note dolenti per il Live Tile principale, avente solo due formati (piccolo e medio), per il quale gli sviluppatori non si sono sprecati più di tanto riducendone il funzionamento a quello di semplice icona, senza peraltro la possibilità di renderlo trasparente. Positivo invece il lavoro svolto sui Tile secondari i quali ci offrono utili scorciatoie alla ricerca tramite music ID e alle canzoni (corredate da immagini e parti del testo).

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates
  • Riccardo Fuzzi

    Io uso Shazam ma darò una chance anche a questo tool

  • la versione iOS toglie anche la voce principale rendendo l’esperienza karaoke più completa, ma va be’, io a prescindere odio il karaoke ma amo leggere i testi, soprattutto di altre lingue, per capire meglio cosa dicono…