Nextgen Reader: RSS Reader Universale

Se tra le trecentomila app che ormai popolano lo Store non mancano di certo RSS Reader di tutto rispetto, è opportuno scegliere l’app che in questo settore fa più al caso nostro.

Essendo un RSS Reader un programma il cui compito è quello di scaricare feed (unità di informazioni come articoli o notizie) e di visualizzarli in base alle nostre preferenze, ne consegue che una app del genere debba essere il più possibile chiara, immediata e personalizzabile.

Nextgen Reader (di Next Matters) si presenta come una scelta solida fondendo alla pulizia della propria interfaccia grafica , fluidità e performance da manuale.

In piena linea con lo stile caratteristico di Windows Phone, la UI (User Interface, ovvero tutto ciò che potete visualizzare sullo schermo e che vi consente di interagire con le funzionalità della app) si concentra su testo e immagini, senza rinunciare però a gradevoli animazioni di transizione mentre ci si muove al suo interno.

wp_ss_20140824_0003
wp_ss_20140824_0006

Una volta aggiunti i nostri RSS preferiti tramite l’apposito menu di ricerca (operazione rapida e indolore, ve lo garantisco), potremo organizzarli in cartelle espandibili nella schermata principale con una sincronizzazione degli articoli automatica (all’apertura) o manuale, a nostra discrezione.

Ampio raggio d’azione ci è dato nella gestione della modalità di visualizzazione della lista degli articoli, grazie alla facoltà che viene data all’utente di rendere visibili o meno le immagini e i riassunti associati ai titoli delle notizie. Questo aspetto, sebbene possa sembrare un semplice esercizio di stile, risulta essere, oltre che gradevole,  utile nel caso in cui la nostra intenzione sia quella di tenerci informati senza andare ad erodere eccessivamente il nostro traffico dati e la nostra batteria (se poi la ricezione è scarsa ne gioveranno anche i tempi di caricamento).

wp_ss_20140824_0010
wp_ss_20140824_0014

Sempre in questo senso ci viene fornita la possibilità di leggere gli articoli sia in forma ridotta che intera, dandoci così il pieno controllo sul modo in cui vogliamo utilizzare lo strumento: da rapido visualizzatore a lettore di informazioni complete. Dalle impostazioni della app si può gestire questa preferenza per ogni singolo feed, rendendo l’operazione automatica ad ogni nostra sincronizzazione futura una volta effettuati i settaggi preliminari.

Non c’è niente di più semplice della navigazione all’interno dell’app. Mentre lo swipe (gesture che consiste nello scorrimento del dito su una parte del display) verticale ci permette di scorrere la pagina che stiamo leggendo, un semplice swipe orizzontale garantisce il passaggio tra un articolo e l’altro (operazione eseguibile ovviamente anche ritornando alla lista dei feed). A contornare l’interattività dell’interfaccia c’è la possibilità (dalle impostazioni “article view”) di scegliere come visualizzare eventuali video, con supporto ad applicazioni ottime e diffuse come MyTube e MetroTube.
Ma cosa accade se per esempio abbiamo la necessità di leggere un articolo in un secondo momento o se desideriamo conservarlo per letture future? Nextgen Reader ci offre la possibilità di salvare per una lettura offline tutto il testo e le immagini che desideriamo. E se la memoria scarseggia? Niente paura, servizi come OneNote e Pocket sono integrati, permettendoci di archiviare nel nostro cloud, tutte le notizie che più ci interessano in modo davvero semplice (tramite il tasto “condividi”, per intenderci su cosa intendo con “semplice”).
wp_ss_20140824_0008
wp_ss_20140824_0011

Personalizzazione e flessibilità sono le parole d’ordine che più si addicono a Nextgen Reader che tramite semplici menu permette di impostare ogni piccolo dettaglio: dal tema generale della UI, alla formattazione del testo (carattere, allineamento e dimensione). Si può davvero spaziare su tutto ottenendo vantaggi sia in termini puramente estetici che funzionali. Qualche esempio? Se avete un dispositivo con schermo AMOLED, la scelta di un tema nero vi darà notevoli miglioramenti nell’ottica del risparmio energetico (e quindi di autonomia) o se la vostra vista comincia a non essere più quella di una volta, un carattere grande per il testo renderà le vostre letture un piacere per gli occhi anche se la dimensione dello schermo non è vostra alleata.

wp_ss_20140824_0007
wp_ss_20140824_0009

Ma veniamo ad un aspetto che mi sta parecchio a cuore quando mi trovo a fare i conti con WP (leggasi come “ogni giorno”): il Live Tile. Quest’ultimo, disponibile in tutti e tre i formati, presenta la trasparenza che gli amanti (leggasi “maniaci”) della personalizzazione come me chiedono agli sviluppatori. Oltre a consentirci di leggere i titoli degli ultimi articoli, notifica il numero di quelli non letti. Al principale è possibile aggiungerne di secondari monitorando così sulla nostra Start screen tutti i feed che desideriamo in modo costante. Impossibile lasciarsi sfuggire qualcosa!

In ultima analisi, ma non per importanza, occorre ricordare che ci troviamo davanti ad una delle nuove Universal App. Con il singolo acquisto di questo software dallo Store, avremo accesso anche alla versione per PC e Tablet dotati di sistema operativo Windows 8.1 e funzionalità aggiuntive come la sincronizzazione in tempo reale tra tutti i nostri dispositivi.

Insomma, cosa volete di più?

Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates