Nokia ha ancora qualcosa da raccontare: presente all’MWC con il suo tablet N1

Dopo la sua acquisizione da parte di Microsoft, Nokia ha abbandonato il settore della telefonia (a dire queste parole non posso che provare una certa nostalgia) e ha deciso di applicarsi principalmente su altri fronti (HERE per citarne uno). Non ha rinunciato tuttavia a far sentire la propria voce e ha deciso di farlo attraverso un tablet dal “touch and feel” davvero piacevole per materiali e design.

nokia-n1-mwc-2

Si chiama Nokia N1 e, pur non essendo nulla di rivoluzionario, non ha mancato di catturare il nostro interesse con qualche chicca di tutto rispetto. Ve lo diciamo subito (anche se molti di voi lo sapranno già), il matrimonio con la casa di Redmond è decisamente terminato e a sottolinearcelo c’è il sistema montato su questo dispositivo. Si tratta infatti di Android 5.0 (Lollipop) con precaricato ZLauncher, il launcher (app per la personalizzazione dell’interfaccia) prodotto da Nokia stessa adattato in questo caso ad un utilizzo di tipo tablet.

nokia-n1-100

A livello tecnico ci troviamo davanti ad un device con un display da 7.9” IPS con risoluzione 2048 x 1536 pixel e protetto da graffi ed urti dalla tecnologia Gorilla Glass 3. Il compito di animarlo è affidato ad un processore Intel Z3580 quad-core a 64bit a 2.3 GHz e ad una GPU PowerVR G6430 a 533 MHz, alimentati da una batteria da 5300 mAh. La memoria interna è limitata a 32 GB, mentre la RAM disponibile è pari a 2 GB con un modulo fotocamera posteriore da 8 MP, uno anteriore da 5 MP ed un paio di casse stereo che trovano spazio in un device di discrete dimensioni (200.7 x 138.6 x 6.9 mm) su cui si distribuisce un peso di 318 g. La ciliegina sulla torta è la porta USB Type-C reversibile, tecnologia di cui vi abbiamo parlato di recente, destinata a scrivere il futuro della connettività via cavo.

nokia-n1-mwc-6

Il tablet è al momento distribuito nel solo mercato asiatico, in cui sta riscuotendo un buon successo forte della scheda tecnica di tutto rispetto e del design che strizza l’occhio a quello molto apprezzato in Oriente di iPad mini, ma è possibile in futuro un lancio anche in Europa. Ci ha fatto piacere vedere uno dei colossi della telefonia a cui siamo e saremo in qualche modo sempre legati, risollevarsi con un dispositivo che, seppur diverso dai nostri gusti per quanto riguarda il sistema operativo che supporta, cattura l’occhio e ha una sua storia da raccontare. Si tratta del frutto della partnership tra l’azienda finlandese ed un ODM asiatico (un’azienda progettatrice e produttrice di articoli rivenduti a terze aziende le quali commercializzano tali prodotti col proprio marchio), che non lascia la sensazione da “cinesata” al primo impatto e si mostra come un tentativo di Nokia di continuare a far sentire la propria voce in un settore in cui è stata leader per tanti anni.

Come vi sembra?

Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates
  • massimo

    Mi sembra solo una cosa, articolo inappropriato su un magazine che si chiama windows phone lovers

    Già il mercato wp non e’ che sia tutto rose e fiori, fare pure pubblicità a sistemi o hw concorrenti mi sembra autolesionistico

    Un vs. delusissimo lettore
    Probabilmente disinstallerò la vs. app

    Massimo

    • Ah, quindi dato che ci occupiamo di Windows Phone, dobbiamo fare finta che il resto non esista? Siamo stati ad un evento dove erano presenti 1900 aziende, tra cui Nokia che fino a ieri era quasi l’unica a produrre i nostri device e dobbiamo stare in silenzio su ciò che fa ora? A noi onestamente sembra giusto mostrare tutta la nostra esperienza ai nostri lettori e abbiamo sempre fatto confronti. Abbiamo presentato tutto ciò che abbiamo visto sul mondo Windows Phone negli articoli precedenti e abbiamo deciso di spendere due parole su un’azienda che ha fatto la storia del nostro sistema operativo.

      Io di pubblicità non ne vedo dato che è un prodotto che non solo in Italia, ma in tutto l’Occidente non è disponibile e dato che l’ho definito come “niente di rivoluzionario”.

    • Ti abbiamo deluso perché abbiamo parlato di un tablet che viene venduto solo in Asia con sistema operativo Android di un’azienda che ha rilanciato il nome di Windows Phone prima di vendere la divisione device&service a Microsoft?
      Nokia è stata importante nel panorama Windows Phone e, dato che abbiamo partecipato ad una fiera internazionale in cui c’erano tutti i produttori, ci è sembrato carino parlare anche di quello che ci è piaciuto. Non è pubblicità, si chiama passione per l’argomento.
      Vuoi sapere se tra un Surface o un N1 cosa compreremmo noi? Il Surface.
      Ma se ci avanza qualche spicciolo ci prendiamo pure questo perché ci diverte la tecnologia in generale. Rivedi un po’ il concetto di “delusione”, è un consiglio personale…

      • Antonio C

        Premetto che l’articolo non mi e dispiaciuto essendo un grandissimo amante di tecnologia e gadget ma posso comprendere il commento, magari esagerato, di questo appassionato di Windows Phone come noi.
        Dopotutto senza giri di parole il mondo Windows Phone è ancora “ristretto” paragonandolo ai diretti concorrenti iOS e Android, possiamo anche dire purtroppo ancora di nicchia. Dico purtroppo perché credo che come me tutti qui pensiamo che questo sistema operativo sia valido e allo stesso tempo incompreso dalla massa e credo che ognuno di noi primi a dargli fiducia abbiamo “convertito” almeno un amico a dispetto dei classici cliché che spesso accompagnano il nostro sistema preferito. Il ritrovarsi tutti insieme in un grande blog con grandi appassionati che condividono la stessa passione fa sicuramente bene a chi ,soprattutto all’inizio, supportato un sistema che per quanto si voglia difenderlo a spada tratta era onestamente indietro rispetto alla concorrenza e lo dico da possessore di un WP7, subito poi WP8 e sicuramente WP10.La miriade di blog di settore più o meno apertamente schierati che non rendono giustizia a un’esperienza che noi giudichiamo superiore può dar fastidio e forse può aver dato fastidio quando poi su altri blog concorrenti non leggeremmo mai se non in accezione negativa di Windows Phone, Microsoft e fino a pochi mesi fa Nokia

    • Ciao Massimo,
      mi dispiace molto che tu abbia deciso di disinstallare la nostra app e spero che un giorno ci darai un’ altra possibilità.

      Ci tengo comunque a precisare che Nokia non è in concorrenza con Windows Phone, essendo il prodotto N1 un tablet e non un telefono. Inoltre è grazie a Nokia (che ora ha venduto la divisione device a Microsoft) se esistono i Lumia.

      Nokia ha sempre supportato Windows Phone e ora si vede lanciata totalmente in un nuovo mercato, è una curiosità che pensiamo possa essere interessante per i nostri lettori.

      Un abbraccio e spero che tornerai a leggerci presto,
      Alessandro

    • Federico

      Mi pare un settarismo inutile.
      Gli OS Microsoft sono ottimi, ma non sono IL mercato.
      Non si può ignorare il tutto dimenticandosi della sua esistenza, quasi come se si vivesse in un universo a parte. Confrontarsi accresce, fa scoprire i propri errori, invoglia a reinterpretare le cose positive fatte dagli altri (reinterpretare, NON copiare).
      Chiudersi in sè stessi è generalmente sinonimo di paura, ci si chiude quando non si ha la certezza di avere un buon prodotto in grado di competere e vincere.
      Inoltre Android è un sistema operativo rivolto ad un target non immediatamente sovrapponibile a quello di Windows.
      Windows, dalla versione 8 in poi, è stato progettato come sistema operativo sicuro, il più sicuro in assoluto, con tutte le inevitabili limitazioni che questa scelta comporta.
      Linux ed Android sono rivolti all’assoluta libertà. Libertà di hacking, di personalizzazione… e perchè no, libertà perfino di contagiarsi con un malware.
      Sono sistemi operativi concettualmente differenti che vanno a coprire esigenze, e quindi clientele, non uguali.
      Windows è migliore di Android? beh, per me e per la mia TIPOLOGIA di utilizzo degli strumenti sicuramente sì.
      Per altri, tanti altri, probabilmente no.
      E ancora, Windows può imparare qualcosa dagli altri sistemi operativi? sicuramente si, ad esempio ha scoperto la necessità di raccogliere gli eventi in un “centro notifiche” attingendo l’idea da BlackBerry, ha strizzato un occhio alla possibilità di personalizzare la GUI di Android e perfino il concetto di account unico per tutti i dispositivi non è nuovo ma viene dal mondo Apple.
      Quindi non dobbiamo aver paura degli altri.
      Dobbiamo cercare di migliorare sempre più la strada che abbiamo scelto affinchè essa diventi invitante per quelli che hanno fatto scelte differenti, non temere “il nemico”.

    • Chiara

      Sinceramente, mi sembra un po’ tanto esagerato il tuo commento. Questa app si chiama Windows Phone Lovers, non Windows Phone Fanboy. Guardare, testare e, perché no, ammirare i lavori altrui, non mi sembra un peccato mortale, né dequalifica il lavoro svolto finora. Questo a mio personalissimo parere. Ma se per te non é cosí e basta un nulla per minacciare di sbattere la porta e sparire, beh, se fossi negli admin, direi solo “vai pure”. Perché significa che non hai compreso per nulla il lavoro che svolgono.

  • Vittorio

    Con tutto il rispetto Massimo….ma cosa dici,scrivi,e vero che qui si parla di wp ma mi sembri troppo estremista,personalmente avendo anche una certa età sono contento di sapere che NOKIA produce ancora se pur in forma diversa,il mio primo ed unico “amore telefonico”ho ancora un 3310 perfettamente funzionante e come nuovo,
    Poi questi ragazzi amano la tecnologia e ci tengono informati,hanno fatto un’applicazione splendida,danno informazioni mai viste in app concorrenti,però scritto ciò se ti ritieni offeso é un tuo diritto disinstallare
    Ragazzi di wp lover vi ringrazio della notizia mi ha fatto molto piacere ?

  • Sinceramente? senza infamia né lode…e personalmente android su tablet ormai non mi interessa più (con tutti i tablet con windows che girano).
    Mi spiace per come sia finita Nokia ma d’altronde schierando un 5800 contro iphone 3g/3gs era prevedibile (ho avuto 2 5800 e li ho amati ma non sono certo un esempio di utente “normale”)

    • Anche io! mi sono divertito tantissimo con 5800 (e all’epoca ebbi modo di usare per qualche settimana un iphone 3Gs ma ho preferito il 5800). Ma ci dovevi stare troppo dietro a Symbian, e infatti non mi piace Android perché me lo ricorda troppo tra modding e custom rom… meglio WP, perfetto da subito (non come iphone che non puoi modificare niente ma non è nemmeno lontanamente perfetto)

      • eh si symbian era più adatto agli smanettamenti, poi sui vari 7650/6600/N95 era perfetto o quasi ma avrebbero dovuto “spegnerlo” molto prima…

    • Luca Serri

      Pure io ho amato Symbian, ma purtroppo era ora di farla finita e Nokia l’ha capito tardi. Ho continuato ad usarlo fino al 2012 perchè ancora ero senza internet sul telefono, quindi di un iPhone o di qualsiasi altro smartphone non mi facevo niente. Ora guai a chi tocca il mio 920 che anche dopo più di due anni funziona ancora benissimo :D

      • eheheh oltretutto symbian permetteva di fare cose che “quasi” nemmeno con android si possono fare.
        Nokia purtroppo ha dormito e il risultato si vede…

        • Luca Serri

          Credo (non vorrei sbagliarmi) che anche adesso certe cose siano dei plus. Download/upload di qualsiasi file con il browser stock, file manager integrato, zip manager COMPLETO integrato, ci sono su Android?
          L’errore di Nokia è stato il fatto di sottovalutare non tanto ciò che gli altri facevano, ma come lo facevano. Se ci si fermasse alla scheda tecnica, tutti gli iPhone fino al 3GS erano dei catorci ed anche i primi Android. Non fosse mai uscito iPhone, molto probabilmente oggi useremmo ancora telefoni con tastiera anzichè touchscreen.

          • mi vengono le lacrimucce leggendo quello che hai scritto (cioè quello che poteva già fare symbian e che appunto non si può fare su android stock).
            Riguardo iphone hai perfettamente ragione, calcola che quel ______ di ballmer aveva previsto la disfatta di iphone per la mancanza di tastiera…

          • Luca Serri

            Se non altro, sembra che adesso Microsoft stia prendendo un po’ di precauzioni per non ripetere errori del passato. Per esempio, dopo l’errore di Nokia con il Lumia 610 sta pompando l’hardware sia per adesso che per gli aggiornamenti futuri: anche un Lumia 435 da 90€ ha la stessa quantità di RAM di un iPhone da 1000€ :D

          • insomma tu mi vuoi far piangere oggi, adesso nomini anche il 610 (stavolta però piango in negativo eheheheh)
            Penso/spero tu abbia ragione riguardo gli errori del passato…vedremo, intanto pare abbiano scelto la strada corretta…

          • Luca Serri

            Anche a me pensando a Symbian scende la lacrimuccia XD
            Su Microsoft sono ottimista, vedendo che il Surface Pro 3 è un capolavoro di tablet e che anche nei telefoni di fascia bassa non rinunciano a niente (flash, cam anteriore, 1 GB di RAM). Da consumatore sono contento di quest’ultima cosa, ma non so quanto sia per loro conveniente dal punto di vista della differenziazione, chissà cosa si inventeranno per i device di fascia media e alta.
            Nokia non ha mai fatto un telefono perfetto, qualche ca**ata ce la metteva sempre. Esempi:
            – display OLED sul 930 -> no Glance sul top di gamma, a me cambierebbe poco dato che la uso pochissimo ma per molti è comodissima se non fondamentale.
            – memoria non espandibile, quasi comprensibile per il 920 ma inaccettabile per 925 (solo 16 GB), 1020 (foto da 41 mpx in RAW), 930 (RAW e anche i video in 4K). È anche per questo che ancora non sento il bisogno di sostituire il mio 920 pure dopo più di due anni.

          • condivido in pieno l’analisi che hai fatto sulla questione della memoria (e anche riguardo glance, io non lo uso ma ho letto decine di volte lamentele di persone che l’avrebbero voluto sul 930)

            “chissà cosa si inventeranno per i device di fascia media e alta”

            Eh, bella domanda . forse ricordi che c’era quella storia del 3d col mclaren ma hanno cancellato tutto…vedremo..

          • Luca Serri

            Si, ho sentito i vari rumor sul 3D-touch e sul fatto che Microsoft ne avrebbe interrotto lo sviluppo (condizionale d’obbligo dato che non abbiamo nessuna informazione certa). Io spero in un 940 che abbia davvero un “effetto-wow”, cosa che mi ha fatto innamorare del 920 e che non ho visto nei suoi successori (solo in parte nel 1020, ma non era del tutto una novità dato che c’era già stato l’808 con i 41 mpx).