ODM, Windows Phone e tablet: ecco le novità del settore dall’MWC

Al Mobile World Congress non ci sono solo grandi nomi: con nostro grande stupore abbiamo scoperto la reale entità di qualcosa che finora era per noi solo un nome, gli ODM.

Cos’è un ODM? L’acronimo si scioglie in Original Device Manufacturer, ossia le aziende che producono de facto il device che poi viene venduto senza alcuna personalizzazione ai distributor, le aziende che poi lanciano il prodotto sul mercato.

La realtà degli ODM è quindi celata dietro tutta una serie di step della catena di mercato e quasi mai se ne ha una idea chiara, soprattutto per quanto riguarda la varietà delle offerte esistenti.

All’MWC abbiamo avuto modo di conoscere numerosi produttori dai nomi di norma sconosciuti ai “consumatori finali”: ve ne potete fare un’idea dalle foto presenti in questo articolo.

WP_20150303_13_49_09_Pro

WP_20150303_13_49_19_Pro

Ciò che ci ha colpiti di più è stato però notare il serio interesse di queste aziende verso il mondo Windows: Windows Phone di tutte le specie, da quelli incredibilmente economici (ma con conseguenti caratteristiche hardware che si allineano ai parametri minimi richiesti) a quelli con specifiche di tutto rispetto e prezzi comunque molto bassi, anche perché, è inutile dirlo, si tratta di telefoni destinati ai brand che a loro volta li rivenderanno al prezzo che preferiscono.

WP_20150303_14_07_08_Pro

WP_20150303_14_08_46_Pro

WP_20150303_14_07_35_Pro

Tra gli altri, abbiamo scovato un Windows Phone (BVC il nome del produttore) dal design oltremodo accattivante (nelle foto qui sopra) che è anche resistente all’acqua e alla polevere, con certificazione IP67, come vi mostriamo in questo video, equipaggiato con un processore Snapdragon 410 quad-core da 1,2 Ghz, 2 GB di RAM, 16 GB di memoria interna espandibile, uno schermo IPS da 5.5” con risoluzione HD e vetro Gorilla Glass, fotocamera posteriore da 13 MP con doppio flash led, e frontale da 5 MP e connettività 4G LTE.

WP_20150303_13_23_16_Pro

WP_20150303_13_23_24_Pro

Anche il versante tablet Windows ci ha fatto una buona impressione, e per diversi motivi: per la considerazione riservata al sistema operativo di Redmond e non solo ad Android, per la varietà, per la validità di alcuni modelli. Basta guardare le specifiche di quello nella foto qui sotto per accorgersene: display con diagonale da 11,6” e risoluzione FullHD, 2 GB di RAM, processore Intal BayTrail, doppia fotocamera da 2 MP, connettività 3G, porta HDMI, batteria da 10000 mAh, e dotato anche di tastiera agganciabile.

WP_20150303_14_02_34_Pro

WP_20150303_14_02_41_Pro

La soppressione dei costi di licenza da parte di Microsoft sta quindi avendo degli effetti ben visibili a livello di produttori.

Vedremo se con Windows 10 il passo sarà ancora più lungo e i risultati saranno lampanti anche a livello di diffusione tra gli utenti.

Articolo precedenteArticolo successivo
Michele Lichinchi
Con la passione per la scrittura e maniaco di tecnologia, un esploratore dei recessi della comunicazione e dei suoi mezzi: un Indiana Jones dell'era digitale
  • Il primo Windows Phone waterproof fu il Fujitsu-Tosbhiba IS12T, presentato a luglio 2011 (in vendita da settembre 2011) con una fotocamera da ben 13,2 MP e pesava soltanto 113gr ;)