OT: videorecensione del TheC64mini: Commodore 64 mini

Oggi ho fatto una cosa particolare: una collaborazione con il canale YouTube NerdMasterSystem, nel paradiso dei gamer e dei nerd (ha una collezione immensa di videogiochi, consolle, action figure ed altro!), registrando un corposo video su un mio recente acquisto: il TheC64mini (Commodore 64 mini).

In realtà non siamo nemmeno troppo fuori tema (a.k.a. OT): questo computer del 1982 (non ero ancora nato! Roc sì) utilizzava il sistema operativo/linguaggio di programmazione BASIC 2.0, basato su Microsoft BASIC:

Bill Gates offrì inizialmente una licenza basata sul pagamento di una royalty di 3 dollari per ogni installazione del suo interprete ma Jack Tramiel, il capo di Commodore, rifiutò la proposta con la frase “Sono già sposato“, e proponendo un accordo sulla base di un esborso unico di 25.000 dollari per una licenza perpetua ed illimitata (circolano differenti versioni sull’importo pagato, che oscilla a seconda delle fonti tra 10.000 e 30.000 dollari). Microsoft era allora una società ancora piccola ed alla ricerca perpetua di fondi, per cui Gates accettò la proposta e concesse a Commodore l’utilizzo del suo Microsoft BASIC con la licenza senza royalty

Fonte Wikipedia

Si tratta del PC più venduto al mondo nella storia (forse era meglio insistere sulle royalty… ma è andata bene lo stesso, o no?).

Il Commodore 64 è stato un pilastro nel mondo degli Home Computer, ha dato una spinta notevole al mondo del gaming (insieme ad Atari e tanti altri), anche gli Articolo 31 gli dedicarono una canzone (nell’album Italiano medio, 2003).

Quest’anno Retro Games Ltd ha prodotto, su licenza di Commodore, la versione mini del famoso computer (distribuito da Koch Media), includendo 64 giochi e curando vari aspetti.

La cosa interessante è la possibilità di attaccare anche periferiche diverse (tastiere, joypad e hub e chiavette USB) per lanciare anche giochi non presenti tra quelli concessi in licenza sulla consolle (vedrete nel video!). Inoltre il supporto di Retro Games pare essere costante e, oltre ad una community già formata e attiva, ci saranno aggiornamenti ufficiali nei prossimi mesi al fine di migliorare il prodotto (uno già fatto pochi giorni dopo l’acquisto!).

Notizia scoperta or ora mentre scrivo, non presente nel video: durante il 2018 verrà rilasciata anche una versione “full-size”.

Ovviamente, come tutte le “mini” uscite negli ultimi due anni (miniNES, miniSNES, miniAtar, miniSega etc.) hanno una porta HDMI per poter giocare senza problemi sulle TV Led che ormai tutti abbiamo nelle nostre case (ho amici che hanno ancora una tubo catodico a parte per poter giocare alle vecchie consolle, che comunque rimangono meglio di qualsiasi successiva riproduzione).

Il video è piuttosto lungo (40 minuti) ma diamo un sacco di informazioni, siamo abbastanza soddisfatti del risultato e speriamo che le nostre chiacchiere vi tengano compagnia per tutta la durata del video!

Non ci limitiamo soltanto alla descrizione del prodotto ma mostriamo anche come lanciare giochi non presenti nativamente sul prodotto! Insomma: unboxing, recensione, guide e consigli, oltre che nozioni storiche e gameplay…tutto in un solo video!

Non vi dico altro (diciamo già tantissimo nel video, vi consiglio di guardarlo e di iscrivervi al canale e attivare le notifiche, poi passate anche dal nostro canale):

LOAD”COMMENTI”,8,1

RUN

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Mariano Mercuri
Chiedere ragione, è la prima cosa che l'apprendista filosofo dovrebbe apprendere a fare. Là dove nessuno chiede ragione, come può la filosofia anche solo cominciare? La domanda "perché?" ci fa scoprire l'intreccio di etica e logica, su cui i filosofi si interrogano, da Platone a Husserl. Se l'etica è la logica dell'agire giusto, la logica è l'etica del pensare [Roberta De Monticelli]