Perfect Music: musica per gli occhi

Si possono coniugare bellezza e funzionalità? Vediamo.

Dopo alcuni (lunghi) giorni di latitanza, rieccomi a scrivere. Finalmente, direi, perché dopo non aver potuto accompagnare i miei amici/colleghi al Mobile World Congress di Barcellona di quest’anno, causa “laurea in corso”, un po’ di “mannaggia” li ho riversati qui e là. Va bene, ci rifaremo (come disse Muccioli). Ora, veniamo a noi.

Come da tradizione, nel mio girovagare per lo Store istituzionale, resto sempre piacevolmente colpito da quelle app che, nascoste tra molte altre che definire “fuffa” è un complimento esagerato, sappiano distinguersi per quel quid che in un solo istante conduca il dito a premere su “installa”.

Per l’app oggetto della recensione di oggi, Perfect Music [ver. 2015.312.1106.4326],  è andata esattamente così.

Come noterete dalle immagini in allegato – e come si evince dal nome abbastanza eloquente – quest’app si va a collocare in quella lussureggiante-spoglia vallata che sono i riproduttori di musica del nostro ecosistema: ce ne sono moltissimi, di ogni tipologia e funzione, tuttavia solo pochissimi sono quelli che coniugano al meglio i vari aspetti utili all’utenza più esigente. Lo stesso lettore proposto di default da Microsoft, a suo modo, presenta vantaggi indubbi accanto ad inspiegabili lacune. Tempo fa, come alcuni ricorderanno, ci siamo occupati (clicca qui, per consultare il relativo articolo) di mettere a confronto alcuni player, cercando di stilare una classifica e decretare un vincitore; date un’occhiata per notare ciò di cui parlavo: solo pochissime app sanno elevarsi dalla massa, assommando in essi ottime funzioni e una user interface idonea.

Orbene, che cosa dire di questo Perfet Music?

Anzitutto che è un prodotto di “Perfect Thumb“, cioè un developer che, con grande impegno, sta popolando il nostro Store di una serie di app, per lo più gratuite, che coprono una vasta gamma di esigenze, sfociando alcune volte anche nelle cd. inutility, cioè programmini che servono a poco altro che ad emulare la (sfiorita) Claudia Schiffer, lasciandoci produrre in un incontrollabile “mmm”. La passione per il nostro mondo, tuttavia, va sicuramente encomiata ed incoraggiata. Un punto a favore del publisher, almeno in questo caso.

L’app in sè è davvero molto carina, sia a livello estetico, con un’interfaccia utente che propone qualcosa di nuovo nel panorama generale dei lettori audio, sia a livello di funzionalità.

L’icona dell’app, tanto per cominciare, è bella: a me ricorda una specie di lumaca. Ma nel complesso si integra bene in qualsiasi home, anche perchè – e sarebbe pazzesco il contrario, eh Microsoft? Quanti anni dovremo attendere per avere uno stupido toggle per impostare come trasparenti le icone di Lumia Camera e soci??  – supporta la trasparenza e quindi si adatta perfettamente allo sfondo scelto.

Ancora, il layout: bello, ben fatto e per certi versi “insolito”. Ho apprezzato molto lo stile generale, che ruota attorno ad un grande cerchio centrale – che mostrerà la copertina del file riprodotto, se esistente –  attorno alla cui struttura troviamo le principale feature del programma.
Avremo la possibilità di reperire online (icona “virgolette”) il testo della musica ascoltata – ma con la musica italiana mica sempre funziona, uhm –  e di impostare (icona “cuoricino”)i nostri brani preferiti e di pinnarli (icona “pin”), con delle semplici iconcine presenti nella parte sovrastante tale copertina dell’albun.
Appena sotto, in fase di riproduzione, troveremo due tastini deputati alle classiche funzioni di RANDOM e REPEAT (rispettivamente per far avanzare le canzoni in maniera casuale e lasciare che alcune siano ripetute e non escluse dalla playlist) ed un tasto centrale premuto il quale avremo l’elenco testuale delle canzoni disponibili per quell’album. Comodo ed efficace. In questa stessa schermata, altresì, avremo a disposizione alcuni strumenti di selezione e la possibilità di aggiungere altre canzoni alla playlist. Oltre ad un sempre necessario strumento di ricerca per non perderci tra le nostre innumerevoli tracce audio.

Come? Ah, sì, i tasti di comando audio. Beh, a dire il vero… Non ci sono.
No, non vi preoccupate. Nessuna dimenticanza. Sempre avendo presente il succitato spazio “copertina dell’album”, troverete interessante sapere che un tap su di esso avvierà la riproduzione; un ulteriore tap, la metterà in pausa. Easy. Come immaginerete, per skippare la canzone in corso di riproduzione o tornare alla precedente, sarà sufifciente fare uno swipe (= strisciare il dito) sulla copertina: verso sinistra per tornare al brano precedente; verso destra per passare a quello successivo.

Nella parte destra dello “spazio copertina”, troviamo una barra di potenza, che serve (come accade sempre più spesso) a regolare il volume, direttamente dall’app. Comodo.

Le porzioni residuali della schermata sono destinate al contorno: la parte più in alto presenta alcuni dettagli sulla canzone in corso di riproduzione; quella più in basso presenta la barra temporale, sulla quale vederemo il tempo di riproduzione e quanto manca al termine; ed inoltre potremo agire su di essa per spostarci avanti e indietro all’interno del brano che stiamo ascoltando.

Nella parte più in basso, infine, campeggia un’icona simile a quella del logo di Windows, per mezzo della quale avremo accesso ad un comodissimo menu che oscurerà la schermata che abbiamo sin’ora descritto, con un bouquet di icone circolari. Tramite esse potremo gestire le playlist e consultare il nostro archivio di canzoni secondo vari filtri: artista, album, genere. Ciascuna darà accesso ad una specifica sotto funzione, che in alcune occasioni genererà un ulteriore set di icone, la cui funzione è precisamente indicata da un’etichetta di testo.

Sappiate che avrete anche la possibilità di modificare la skin di default del programma. Non che si stravolga chissà quale aspetto. Ma è una cosa in più, per non stancarci mai dello sfondo o per soddisfare la nostra propensione al cambiamento. Male non fa, insomma.

 

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Orienta la tua vita in maniera che nessuno possa dire che l'unica cosa che hai di smart sia il tuo telefono!
  • M_90® ????⚡??

    interessante, la proverò grazie :)

  • Welcome back ;)

  • palmoggi

    Ha un po’ di difficolta a riconoscere alcune copertine

    • Solo quando arriva all’ultimo brano, pare.
      A me le ha riconosciute tutte quante.