Plague Inc. si prepara a generare un’epidemia sul Windows Phone Store

No, non vi stiamo annunciando un’apocalisse in arrivo per il prossimo anno, ma lo sbarco sul Windows Phone Store di un altro di quei giochi molto popolari che ancora mancavano sulla nostra piattaforma. Così dopo Farmville 2, Minecraft – Pocket Edition, Zynga Poker – Texas Holdem e il tanto richiesto Candy Crush Saga, lo Store si prepara a ricevere uno dei titoli strategici e di simulazione più controversi.

L’obiettivo è infatti quello di annientare l’intera popolazione mondiale con un’epidemia prima che gli esseri umani trovino una cura. Ci metteremo nei panni dell’angelo della morte, scegliendo un agente patogeno (come un batterio, un virus o un fungo), dando un nome alla malattia che genera e determinando il Paese da cui l’infezione comincerà a dilagare.

Plague Inc.-WP

La velocità di propagazione, i sintomi e la mortalità della patologia dipenderanno da come spenderemo i punti accumulati per farla evolvere e dalle aree che infesteremo. Tra  i fattori che determineranno il successo o il fallimento dell’epidemia ci sono sia le caratteristiche delle aree geografiche in cui via via dilagherà l’agente patogeno e le modalità con cui decideremo di farlo diffondere, bilanciando bene la sua gravità per evitare che uccida tutti gli esseri umani infettati prima di poter raggiungere l’intera popolazione.

A dare la notizia della prossima release nel corso del 2015 è la Ndemic Creations stessa (l’azienda che si occupa del suo sviluppo), non fornendo però tempistiche più precise sulla distribuzione. Non ci resta che armarci di pazienza nell’attesa.

Pronti a far estinguere il genere umano?

FONTE Informazioni: Ndemic Creations

Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates
  • Carlo

    Questo gioco è qualcosa di spettacolare. Spero anche che lo facciano in italiano…
    Grazie per la notizia ?