Project Astoria: app native Android su Windows 10?

Le recenti build di Windows 10 mobile includono ora anche il “sottosistema” Android per far funzionare project Astoria e sembra sarà possibile inviare a Microsoft degli .apk delle app Android senza modificare nulla.

Abbiamo già parlato di project Astoria come di una splendida opportunità per alleggerire il carico di lavoro necessario al porting di molte app famose nella nostra amata piattaforma.

Con questi strumenti, che Microsoft chiama “bridge” o ponti, sarà possibile prendere l’app iOS (project Islandwood) o Android (project Astoria), eseguire piccole modifiche per integrare i servizi Microsoft e pubblicarla direttamente così sul Windows Store.

Oltre all’indubbio vantaggio per gli sviluppatori e anche per noi utenti (perché avremmo più applicazioni), ci sono comunque degli aspetti negativi. Ad esempio la perdita dell’originalità dell’interfaccia Windows Phone in favore di app dall’aspetto Androideggiante. Sarà anche per questo che Microsoft si è avvicinata di più agli altri OS con le interfacce di Windows 10 mobile?

Forse sì, forse no. È anche vero che abbiamo già esempi di applicazioni famose che tendono ad uniformare la loro interfaccia tra le varie piattaforme (ad esempio Spotify o Facebook) trascurando le particolarità dei sistemi operativi, dunque sarà soltanto un aspetto “di immagine” facile da superare.

Di recente è stata pubblicata un’offerta di lavoro per un Ingegnere Informatico sul sito Microsoft Careers che recita (in italiano):

Il nostro team di Astoria sta sviluppando un nuovo set di esperienze per utenti e sviluppatori con il potere di fare una grossa differenza nella piattaforma Windows. Project Astoria permette agli sviluppatori Android di pubblicare le loro app senza modificarle eseguendole sulla piattaforma di Windows mobile. Tutto ciò è anche stato accolto con entusiasmo dalla comunità Android.

Cioè sembra sia possibile eseguire una app Android senza alcuna modifica su Windows Mobile grazie al sottosistema Android (che non è una emulazione, ricordiamo) che si occupa di reindirizzare tutte le chiamate API Android con quelle di Windows Mobile. Quindi sembra che, con future evoluzioni dello strumento Astoria, non sarà nemmeno necessario adattare la propria applicazione a Windows 10 mobile.

Inoltre quando un developer Android invierà il suo .apk (pacchetto di applicazione Android) al Windows Store, probabilmente questo non verrà ricompilato in .appx (pacchetto di applicazione Windows) dai server Microsoft come si pensava, ma sarà direttamente eseguito come app Android su Windows Mobile. Ciò sembra trovar conferma anche dando uno sguardo ad i file contenuti nel sottosistema Android, tra i quali si trovano già alcuni .apk e la cosa suggerisce che questi debbano poter girare nativamente nel venturo Windows 10 mobile.

Image1

Tutto ciò rientra nell’ottica multipiattaforma di Microsoft, che non è stata ancora capace, insieme al mondo stesso degli sviluppatori, di colmare il gap di applicazioni tra gli ecosistemi mobili. Inoltre, insieme al sideloading delle app che Microsoft ha abilitato per gli sviluppatori, è probabile che potremo ben presto accedere anche a quegli, insicuri, canali non ufficiali per provare “anche” le app Android direttamente sui nostri Lumia.

Sarà un fiorire di store clandestini pirata in cui si scambiano app? O, secondo voi, Microsoft cercherà di limitare il sideloading così sfacciato di tutte queste app?

Via: WMPU

Articolo precedenteArticolo successivo
Francesco Tili
When you change the way you see the world, you'll change the world you see - S. Nadella
  • Inviasubito

    Leggere questa cosa mi fa star male..?

    • Pure a me ?

    • Davide Dana

      Anche io non sono felicissimo però…tipo candy crush non é stato portato tramite Project inslandwood?
      Se anche gli altri porting sono così buoni allora ci sta

      • Ma per i giochi è perfetto infatti ?

      • giochi, app di hotel etc. ma cose più particolari devono essere native…

  • Sir Ciarls Bergamin

    Spererei che almeno “convertissero” in appx… Magari hanno detto “ok strxxxi, a questo punto ve le convertiamo noi le app e basta”. La cosa che mi chiedo: sarrano UNIVERSAL? Mah, ho i miei dubbi. Sinceramente la strategia non mi piace ma se serve ad attirare persone benvenga.

    • Inviasubito

      E poi puntano sulla quantità che sulla qualità? Non so..

    • Non potranno essere Universal quelle di Android..

  • Azzorriano

    Da utente anche Android l’idea sinceramente non mi dispiace! Se Microsoft si professa in un controllo stringente e filtra app che possano essere “malevole” o troppo invasive, lo store potrebbe guadagnarci … teniamo conto che molta gente vuole ritrovarsi anche le app “scemenza” di cui WP è povero … secondo la mossa un po’ risicata che per i Windowsphonisti più duri e puri potrebbe non senza torto apparire un “mezzo tradimento” potrebbe però dare invece ottimi frutti nell’attrarre nuove persone verso i Lumia! Io sognerei un Lumia con la sua fluidità e stabilità fantastica e con un mare di app stile Play Store, che importa se poi molte sono “inutili” … si sa a cosa va dietro l’utente medio, noi “geek” siamo una categoria di appassionati che rappresenta una minoranza :-)

    • ILCONDOTTIERO

      Il tuo discorso é molto sensato , però se danno l’opzione di scegliere icona app e tenere le tiles tramite uno loro auto trasformazione ok. Perdere le tiles che trovo molto comode x vedere notifiche e leggere all’interno di essa non possono toglierle. X il resto forse stanno correndo troppo ,perché vogliono fare tutto a 360 gradi ma cosi ti disorientano,questa cosa porterà vantaggi enormi nell’immediato ma nel futuro il gioco varrà la candela ?

    • Inviasubito

      La mia “paura” é di perdere quella fluidità, stabilità e gestione del sistema che tanto siamo fieri di avere..
      Le applicazioni android, se potranno essere quasi “copiate” sui nostri lumia, allora il programmatore perché mai dovrebbe programmare per un sistema che legge le app di un altro?
      A questo punto “io programmatore” abbandono l’idea di programmare per Windows e programmo direttamente per android.
      Che mi interessa se su Windows le mie app non sono fluide, intanto ci sono.. Lavoro per migliorarle su android…
      Ma sinceramente non penso che ottimizzare delle app su android sarà come ottimizzarle su Windows…

      Forse a lungo andare, quando i lumia si diffonderanno i programmatori cambieranno idea, ma é mai possibile che uno deve sempre rischiare con Windows?
      Questa é l’unica cosa che ho contro questo sistema..

      • Alessandro

        Io credo che a lungo andare se le app su Windows daranno i suoi frutti, gli sviluppatori potranno spontaneamente spostarsi o migliorare le app sullo Store di quest’ultimo, quindi non solo Android. Inoltre si potrebbe scoprire che gli strumenti forniti da Microsoft sono molto più semplici e pratici da utilizzare, e pure questo non è un aspetto da sottovalutare. Io quel che spero è che siano più i giochi a sfruttare questi project e soprattutto che non necessariamente siano universal app perché le fasi potrebbero anche essere queste: prima porto la mia app Android senza sforzo su Windows, successivamente quando si dimostra che l’app su Windows può dare i suoi frutti, scelgo di lavorarci e di impegnarmivi sviluppando proprio una universal app. Ma alla fine credo sarà da vedere, potrebbe essere tutto più immediato se si sviluppasse direttamente una universal app.

      • Azzorriano

        Capisco il timore, ma chissà che l’idea di aver l’app su più piattaforme non spinga invece lo sviluppatore a maggior cura, in vista anche di maggiori clienti :-)

    • Alessandro

      La natura impulsiva che avrebbe voluto una continuità per gli aspetti più originali di Windows Phone (uno su tutti: gli swipe al posto dei menù hamburger) mi rode abbastanza, ma è indubbio che questo avvicinamento di Windows 10 mobile a quelle che sono le interfacce degli altri sistemi renderà più facile il passaggio e trascinerà/attrarrà nuovi utenti. Spero questi strumenti per sviluppatori vengano sfruttati molto, soprattutto per i giochini che non necessitano di una interfaccia grafica particolare ma magari riproporre sostanzialmente quello che è il gioco stesso senza ulteriori fronzoli. Vedremo. Spero arrivi qualche novità succosa dalle nuove build e IP sul nuovo sistema mobile.

      • Azzorriano

        Me lo auguro anche io … anche perchè ora che il lato desktop è a posto, devono concentrarsi al meglio sul lato mobile, windows 10 sta crescendo bene e sta acquisendo la sua bella coerenza grafica che lo avvicina ad altri OS ma a parer mio ne conserva per fortuna anche l’originalità soprattutto lato tiles che sono il fulcro dell’OS e che spero divengano ancora più interattive! Speriamo presto in nuove build (io peraltro ho problemi a installare quella vecchia e temo dovrò fare downgrade e poi upgrade, mi aspetto che raffinino anche la questione degli aggiornamenti :-) )

  • Alessandro “Brio94” Orsini

    Mi scuso per l’OT, ma niente più tema della settimana? :(

    • Domenica prossima torno col tema della settimana! ? scusateci

      • TheVexed

        No non ti scuso, ci avevi abituati troppo bene e ora ne paghi le conseguenze!?

  • Breus

    C’è il rischio concreto che a pagarne le conseguenze siano gli sviluppatori che hanno creduto in Microsoft. La concorrenza di app potrebbe divenire insostenibile a fronte di una base di utenti che non si espande proporzionalmente. In questo caso addio ideale Windows, benvenuta accozzaglia qualunquista.

    • Ma l’ideale funziona se viene condiviso. Quando la maggior parte degli utenti è bimbominkia e sceglie un telefono in base a Clash of Clans, tu casa produttrice non puoi continuare a sperperare soldi inutilmente. Ormai sono quasi 5 anni che Windows Phone è sul mercato e il market share è troppo basso. Se questa può essere una mossa vincente, a lungo termine il market share potrebbe giovarne e di conseguenza riconquistare un po’ di libertà e di ideale!!

  • Alessandro

    Cit. “Ad esempio la perdita dell’originalità dell’interfaccia Windows Phone in favore di app dall’aspetto Androideggiante”. Già ci ha pensato Microsoft a sfanc ulare l’originalità dell’interfaccia, mi sa proprio che avete ragione e se ci si pensa tornano i conti. Che tristezza però (per me). Vedremo in ogni caso cosa porterà il nuovo sistema che di certo comunque potrà riservarci piacevoli sorprese.

    • boh, io non vedo questo gran stravolgimento, anzi: mi sembra un’evoluzione… finché rimarrà start screen con live tile e lista app per me sarà Windows Phone, anche se le tile diventeranno triangolari e in 3D… l’anima di Windows Phone sarà inalterata…

      • Alessandro

        Possiamo chiamarla come vogliamo ma più che un evoluzione a me pare un adattamento, certo poi ciò non vuol dire che non si siano fatti anche dei buoni passi avanti. Meno male che la start screen e le live tiles sono rimaste, quelle sono il vero fulcro del sistema Windows e a dire il vero per me sono il futuro. Si potrà/ dovrà soltanto migliorare sotto quell’aspetto. Non vedo l’ora di vedere le tiles interattive.

        • quando ho visto il material design di Android ho detto: finalmente qualcosa di decente! Proprio perché mi ricordava WP ?

  • 920plus

    sicuramente se gli apk gireranno su w10 mobile , i device con 512 mb di ram saranno tagliati fuori ;)

    • Faber

      Speriamo di no. Che ci sia un adattamento anche verso questi device

      • 920plus

        non penso , visto che Microsoft ha già pensato bene di far uscire tutti i nuovi device con minimo 1 gb di ram , già prospettava il futuro

    • Luca Serri

      Perchè dovrebbero essere tagliati fuori?

      • 920plus

        Ovvi motivi , poi se si avvera la cosa vedrai ;)

        • Luca Serri

          Gli ovvi motivi suggeriscono tante cose, ma finchè non c’è una comunicazione UFFICIALE non contano niente ;)

          • 920plus

            i motivi ci sono , poi si aspetta l ufficializzazione da parte di microsft

  • ILCONDOTTIERO

    Il lato oscuro é che un app apk di Android girerebbe meglio su Windows mobile che su Android stesso ( parlando in termine di copertura di tutte le fasce di terminali ) .Per via che verrebbe usata parte del codice e non tutta x via della conformazione e userebbe servizi gestiti in maniera differente.