#Rumors: Redstone, questo il nome del prossimo capitolo di Windows?

Dopo Blue (Windows 8) e Threshold (Windows 10), spunta il nome del prossimo capitolo Windows in programma per il 2016. Come in quasi tutte le aziende, il nome di un progetto o di una fase di sviluppo è caratterizzato da un nome in codice, ad esempio project Spartan. Ciò perché il nome è la parte finale, puramente di marketing, di un progetto e quindi si definisce verso la fine dello sviluppo. Secondo le fonti di Mary Jo Foley di ZDnet, Microsoft ha già programmato e sta lavorando a due aggiornamenti per Windows 10: uno minore che potrebbe arrivare entro fine anno e uno più grande che arriverà nel 2016 e chiamato in codice “Redstone“. Questi aggiornamenti conterranno le funzionalità programmate, ma non implementate in tempo per l’uscita prevista di Windows 10. Inoltre ciò non cambierà, probabilmente, nome al nostro sistema operativo il quale rimarrà semplicemente Windows 10, nell’ottica di Windows come un servizio.

L’aggiornamento Redstone, quindi, non sarà un aggiornamento minore o che risolverà soltanto qualche bug o falla. Verranno infatti introdotte ed implementate nuove funzionalità vere e proprie, similmente all’aggiornamento Windows 8.1 per Windows 8. È anche probabile che il programma Windows Insider continuerà a rimanere attivo permettendo ai partecipanti di provare in anteprima le nuove funzionalità per inviare i propri feedback e testare le nuove build prima del rilascio pubblico.

Da cosa deriva questo nome (che io già adoro)? Redstone (pietra rossa) è in realtà un popolare elemento scambiato in Minecraft (una scatola piatta e trasparente che può trasmettere energia), di recente acquisizione da parte di Microsoft, e sappiamo quanto l’azienda sia avvezza ad utilizzare nomi in codice ispirati ai suoi titoli videoludici. Conosciamo già Cortana e Spartan che sono ispirati al videogioco Halo, chissà quali altri elementi ispirati a Minecraft verranno usati?

Vi ricordiamo che non abbiamo modo di verificare l’ufficialità di queste informazioni perché le fonti stesse non citano collegamenti ufficiosi rimanendo nel vago de “le mie fonti mi hanno detto che”.

02_Media

Fonti: Neowin, ZDNet

Articolo precedenteArticolo successivo
Francesco Tili
When you change the way you see the world, you'll change the world you see - S. Nadella
  • Alessio

    Io sapevo che redstone significasse pietra rossa ,non sabbia rossa. Difatti RED vuol dire rosso e STONE pietra

    • Hai ragione, svista mia, correggo subito :)

      • Alessio

        Nessun problema :)

  • lore_rock

    Altrove ho letto che redstone servirà a aggiungere supporto a categorie di prodotto non contemplate in w10

    • Alessio

      Giá mi pare ci sia scritto nell’articolo :)

      • lore_rock

        Doh…me lo sono perso allora

        • Alessio

          Nessun problema!