Settore Mobile di Windows: quali scenari? Sopravviverà? [Sondaggio]

Settore Mobile - previsioni - sondaggio- Windows Lover

Il settore Mobile Windows, da molti mesi a questa parte, naviga apparentemente a vista. Microsoft sembra non avere le idee chiare. Ci chiediamo e vi chiediamo: secondo voi, in che situazione siamo?

In questi ultimi mesi, per nostra precisa scelta, abbiamo preferito riportare le notizie relative al mondo mobile di Windows in maniera “asettica”, senza indulgere in letture future drammatiche o inutilmente catastrofiche.

Settore Mobile: una panoramica

Cosa pensiamo come redazione del futuro di Windows Mobile – o delle sue chance di salvezza – l’abbiamo scritto in un multifocus dedicato di qualche tempo fa. Io stesso, più di recente, ho provato a raccontare una visione più ottimistica e “alternativa” di una delle vie che Microsoft potrebbe scegliere di seguire per ridare linfa vitale al settore mobile ed proprio “terzo polo” in un ‘Che Windows che fa‘ dedicato al futuro non certo del Surface Phone.

Lo snodo Microsoft

Una delle chiavi cruciali di lettura di tutto questo è proprio Microsoft

L’azienda di Redmond non lascia trapelare certezze di nessun tipo o, molto più probabilmente, tantissimi addetti ai lavori, tra una presentazione fasulla di un telefono Android ed un ritocco a schermate d’oltreoceano con i propri loghi, si sono “dimenticati di ricordare” più o meno scientemente cosa disse mesi fa. Amen.

Che Microsoft in merito sia confusa, ad ogni modo, è quasi un dato di fatto. A me piace sempre pensare che in realtà domattina se ne uscirà con una strategia a sorpresa che ci lascerà tutti di stucco e che spianerà la strada a Windows Mobile come “terzo attore” delle scene del mondo della mobilità, sia chiaro.

Tuttavia, l’impressione che ho maturato di Microsoft negli ultimi anni è quella di un’azienda in cui “la destra non sa quel che fa la sinistra” e viceversa. Non ci leggo una unitarietà di intenti, nè la capacità di coordinare e concentrare gli sforzi per remare tutti nella stessa direzione.

Inoltre, ma direi soprattutto, è un’azienda la cui carenza maggiore la riscontro (da utente e da persona che segue il settore) in un’inspiegabile incapacità di comunicare con l’esterno e con il proprio pubblico. Ad oggi, quasi non mi sconvolge più vedere Apple presentare oggetti con tecnologie inventate da Microsoft anni prima, presentandole come novità a folle adoranti che obiettivamente non sanno che a Redmond avevano presentato la stessa cosa, quasi sotto silenzio, anni prima.

Tutto ciò mi irrita – se questa fosse una cosa importante mi farebbe arrabbiare un po’, ma ho la testa altrove e concentrata su cose serie davvero, queste sono chiacchiere da poco – sia da consumatore che ha creduto in Microsoft, sia come “addetto ai lavori”, avendo registrato più e più volte lacune e carenze comunicative da parte di chi dovrebbe essere un alfiere del comunicare all’interno della piazza virtuale che in tempi moderni impongono.

Lo scenario che viviamo

Tutto quanto sopra, per dire cosa?

Semplice: per rappresentare uno scenario di incertezza perdurante, nel quale le uniche sicurezze sono una sfiducia sempre più grande verso Microsoft, la quale continua a deliziare le cronache (di settore) con tecnologie fighissime come Hololens, ma lasciando allo sbando gli utenti che la supportano lato mobile con assenza totale di notizie incoraggianti, di prospettive per il futuro e di “benefit” per aver creduto in lei.

Ho usato la parola benefit non a caso. L’altro giorno facevo questa riflessione: Microsoft ha incentivato in ogni modo il passaggio a Windows 10, spesso quasi regalando i device per chi avesse avuto problemi di migrazione (negli Usa), praticamente regalando la licenza a chi possedeva Seven o 8.x, ha fatto una grande campagna pubblicitaria per invogliare tutti quanti a fare il grande salto, ma… Nulla, e dico nulla, sul versante Mobile. Alcuni ora hanno W10M gratuitamente. Fine.

Sconti per gli ex possessori tagliati fuori dal progetto Windows Phone 7.x verso 8? Zero. Vantaggi premianti per chi ha fatto da cavia concedendo fiducia? Niente. Forse qualche “regalo” con altri prodotti Ms? Macchè.

Abbiamo avuto solo intere schiere di persone deluse dai vari cambiamenti di “numero” (da 7 a 8, da 8 a 10), annunci di progetti tagliati in merito a nuovi modelli, marketing quasi nullo, spazio One Drive tagliato tipo mannaia (se non sei stato attento!) e un futuro talmente incerto che nemmeno Tonino Carotone sarebbe stato “felice a momenti”.

Tutto questo credo che non abbia fatto bene al senso di fiducia che Ms avrebbe dovuto creare nella propria community di utenti, specie in questi tempi in cui il motto “Azienda for life” dovrebbe essere quasi un mantra: chi sceglie una marca, spesso e volentieri cambierà con un prodotto della stessa, al momento di scegliere un nuovo modello, SE (e solo SE) avrà trovato in quel prodotto, una situazione di comfort e “agiatezza” tale da preferirlo – a parità di tecnologia – ad un analogo prodotto della concorrenza.

Ecco, Microsoft non ha garantito proprio nulla di tutto questo, almeno a noi del settore mobile. A noi che c’eravamo dai primi giorni, a noi che al secondo cambio abbiamo preferito non passare ad Android perchè “il sistema operativo mi piace” peccato che Microsoft non ci creda tanto.  A noi che, nonostante tutto, abbiamo sempre un occhio sul settore mobile, mentre ci tappiamo il naso e usiamo un launcher anonimo, rimpiangendo le tile.

Il nostro sondaggio

Ed allora, alla luce di tutto quanto sopra (troppo?), passiamo al nostro sondaggio.

COLLEGATEVI DA COMPUTER per poter vedere le opzioni e votare!

Quale di queste frasi rispecchia il tuo umore attuale?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

 

Microsoft sopravviverà nel settore mobile?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

In tutta franchezza, secondo te, Microsoft tra 1 anno sarà ancora nel settore mobile?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...
Articolo precedenteArticolo successivo
Orienta la tua vita in maniera che nessuno possa dire che l'unica cosa che hai di smart sia il tuo telefono!
  • Ho risposto positivamente a tutte le risposte, però per ora sono ritornato ad Android, il gap è esagerato e nel mobile Microsoft non da l’idea di impegnarsi per niente

    • confermo, ormai sono passato ad android da qualche mese, e la frase che hai detto calza a pennello: “il gap è esagerato”.

  • lore_rock

    Basta guardare i keynote per capire come apple sia focalizzata, interessata e organizzata su tutto quello che fa.
    Spesso si legge di Apple che si concentra sulle energie sostenibili, acquisizioni di cervelli, nuovi brevetti… Ad esempio sulle fotocamere hanno investito tantissimo in ricerche e brevetti, invece Microsoft che doveva ereditare il buono fatto fa nokia con le fotocamere cosa ha fatto? Tecnologie nuove nessuna, brevetti nulla, nuove acquisizioni nulla, le app fanno ca***re , nessun firmware ottimizzato che sia minimamente paragonabile a denim e quella correzione automatica applicata dopo lo scatto rovinano ogni cosa…e quello era il fiore all’occhiello dei lumia!
    Sinceramente mi scoccia solo che la spesa sarebbe folle ma vorrei davvero provare cosa vuol dire appoggiarsi all’ecosistema apple.

    • Daniele Cereda

      eh come no, talmente interessata che dopo due anni ha rancato senza garbo tutto il settore dedicato all’auto indipendente da guidatore, Apple fa quello che le porta vil denaro a basso costo e considerando che ha gonzi che comprano due cuffiette BT a quasi 200€, considerando che ti vende un device dato per IP67 e poi nelle noticine in fondo al pacchettino di vendita non te lo garantisce per i danni da acqua fa pure bene, ma da qui a considerarli gran prodotti ce ne passa. Vuoi appoggiarti all’ecosistema apple? prego, ma stai attento che lui non appoggi a te qualche altra cosa, perchè parli di un sistema chiuso, blindato, che decide persino che file carichi sul cloud e quali no, che ascolti solo la musica con quello che ti dice lui etc. etc. etc.

      • #ludwig

        Mamma mia quelle cuffiette (e a quel prezzo) sono un insulto alla musica ascoltata come si deve…anche a poco più di 50€ online si trovano in-ear più rispettose delle frequenze.

      • lore_rock

        A me sembra che tu abbia fatto un pó di co fusione.
        Tutto quello che riguarda apple car é pura speculazione, sono liberissimi di fare ricerca e sviluppo come vogliono e su cosa vogliono, un conto e investire in uno studio che nessuno conosce se non i diretti interessati e portarlo piu o meno avanti e un conto é offrire un servizio confusionario e spesso e volentieri inadeguato su prodotti commerciali gia in vendita.
        In secondo luogo ti conviene ripassare cosa garantisce la certificazione ip67, apple ha giustamente specificato che non rende iphone adatto all’immersione in acqua e se non lo sai le guarnizioni di qualsiasi tipo si deteriorano, hanno semplicemente fatto le cose nella maniera piu trasparente possibile senza che l’utente possa usufruire di un prodotto e di una certificazione in modo inappropriato…se non ti sta bene ci sono disponibili altri dispositivi concorrenti impermeabili su cui le varie case madri non dicono nulla e che alla fine riservano il medesimo trattamento.

      • Luca Serri

        Guarda che nessun produttore passa il telefono in garanzia per danni da acqua, nemmeno Sony che ha IP68 da un bel pezzo. Ed è giusto, perché non sai se il danno è stato provocato da un abuso dell’utilizzatore o da un uso normale.

  • Irene

    Sono piuttosto confusa su cosa potrebbe succedere fra un anno. Più che altro spero che, chiudendo coi Lumia, non chiuderà anche il supporto a essi. Col senno di adesso, potremmo dire che di fare il terzo polo, a MS, non gliene sia fregato niente: è partito in ritardo e non ha spinto per nulla. Vorrei credere che questo progetto possa essere riassorbito in qualcosa di più grande, magari tiene il settore mobile al lavoro per poi metterlo sui tablet (non surface, ovviamente), ma se il mercato va verso una direzione unificatrice tra pc tablet e telefono, non vedo come una strategia del genere possa essere produttiva. Con la serie x50 ha fatto un buco nell’acqua dal lato della produzione di telefoni (4 modelli, di cui due di fascia alta e uno che di fascia media non ha nulla se non il frame), però con W10M ha potuto spingere le app universali – probabilmente qualcun altro passerà a fare le app universali molto presto e la spaccerà per l’ennesima rivoluzione.
    Fra un anno parleremo ancora del mobile, ma in che termini non lo so dire.
    Di sicuro in troppe cose la MS ha fatto brutte figure, sarebbe bello se si preoccupasse di ripristinare la fiducia dei consumatori, ma come azienda probabilmente i suoi scopi sono altri.
    Per finire, non so se è successo a qualcuno di voi, ma il bonus rullino mi è SCADUTO dopo averlo ripreso a rotta di collo entro gennaio, così come altri 10 giga classificati come bonus qualcosa, non mi ricordo, per cui adesso ho solo 5 giga gratuiti. A qualcun altro è successo? O magari è “merito” del fatto di avere un 365 personal?

    • 000

      “Sono piuttosto confusa su cosa potrebbe succedere fra un anno. Più che altro spero che, chiudendo coi Lumia, non chiuderà anche il supporto a essi. Col senno di adesso, potremmo dire che di fare il terzo polo, a MS, non gliene sia fregato niente: è partito in ritardo e non ha spinto per nulla. Vorrei credere che questo progetto possa essere riassorbito in qualcosa di più grande, magari tiene il settore mobile al lavoro per poi metterlo sui tablet (non surface, ovviamente), ma se il mercato va verso una direzione unificatrice tra pc tablet e telefono, non vedo come una strategia del genere possa essere produttiva. ”

      guarda quello che ho scritto più su…in un certo senso concordiamo!

      • Irene

        Considerando che altri, a partire da hp, lo monteranno sui loro terminali, è chiaro che W10M non è morto, io mi riferivo al fatto che se abbiamo osannato tanto la sincronizzazione tra telefono e pc, non ha senso buttarla nel cesso, perché è piuttosto chiaro che la direzione ê quella (la Samsung ha fatto un’app apposita per ricevere le notifiche del cellulare sui tablet, per esempio). Probabilmente si sta facendo due conti per capire se può diminuire i costi fornendo OS su altri device, rispetto a quanto spende per fabbricarsi smartphone proprietari. Magari finirà proprio come coi pc, vendendo software installati su dispositivi di terze parti.

        • 000

          io onestamente quando aveva comprato nokia ero rimasto un po’ perplesso..chi sa far software continui su quella strada e chi sa fare hardware continui per la sua…

    • Simone A.

      Riguardo al bonus rullino, anche a me è successo. Prima del taglio di spazio gratuito su OneDrive, io avevo addirittura (grazie a bonus vari) 30GB, e adesso mi ritrovo con 1/6 di quello spazio. Adesso non ho la più pallida idea di cosa eliminare per raggiungere 5GB e devo farlo prima che ci pensi Microsoft: ci siamo tutti ritrovati nella stessa situazione, non ti preoccupare :'(

  • Ma la frase “Che Micrsofot in merito sia confusa” è fatta volutamente? :)

    • No, ad essere sincero. Ma siccome mi fa sorridere tale casualità invilontaria, la lascio così Ahahha ?

      • almeno correggi qua: “farà Flop e Ms putnerà su Android”

        • Ecco, qui sí ☺ grazie. Nonostante tutte le attenzioni, quando si scrive tanto… Grrr.
          E l’ho pure passato sotto Word per una ulteriore verifica,argh

          • Salva Cantali

            Sii onesto usi la tastiera di Google XD ed ovviamente toppa alla grande come sempre jajajajajajajaja

          • Ad avercelo. Io amo la tecnologia. Avessi i soldi, dopo generosissime donazioni per chi soffre, avrei anche modo di provare tutta la tecnologia che mi piace. Ed invece, ho donato nel mio piccolo ed ho solo il 735 :)

          • Salva Cantali

            ahahahahahahahaahha, ma rimani sempre un grande UOMO :D e chi non ti conosce non sa quanto ….. Bene bene dopo questa sviolinata mi si sono cariati i denti XD. Spengo la tastiera la mia rigorosamente Google ahahaaha, ed evito di sparare altre boiate. Tranne ” IL GRANDE UOMO CHE SEI”, adesso che ci penso sei si un grande uomo, sei più alto di me hihihhihihihihihih.
            Ps: Senza nulla togliere agli altri ovvio!

          • Anche io mi sono cariato i denti! ahahahah :)
            Un abbraccio Sal.

  • #ludwig

    Ho votato per “l’ottimismo” su tutte, tranne l’ultima dove ho scelto “sì, ma…”.
    Citando Myerson, “…nel 2016 il nostro focus non è il settore mobile, ma arriverà un momento in cui lo sarà”: cito la frase di uno dei massimi Responsabili, e la prendo per buona. Sperando non faccia la fine delle promesse da marinaio di Nadella (“se gli OEM non faranno smartphone, li faremo noi!”…sì infatti, come no).
    Per il resto, ho da 5 giorni un magnifico 950XL (che supera in tutto il mio “vecchio” 930, compresa l’estetica grazie alla cover Mozo ^_^) e ho così allungato di almeno un paio d’anni l’intenzione di non cedere a “sirene straniere” :P A tal proposito, ad oggi, il supporto al sistema operativo mobile con continui aggiornamenti mensili se non a volte settimanali, mi sembra sufficientemente tranquillizzante.

  • Daniele Cereda

    Credo si continui a fare un errore, cioè considerare MS come tutta presa a voler arrivare ad avere le quote di mercato di Apple o Android. Palese che non ce la farà mai, come palese che hanno oramai capito che fare i produttori non conviene, molto meglio sviluppare il software e poi dare il lavoro sporco in mano a nomi sicuri, come Hp o Alcatel. Il SO c’è,non neghiamolo, stabile e funziona. Il problema resta la non attrattività per il consumer medio che vuole giochi,chat,minchiate. Costretto a livello lavorativo ho preso un secondo device, Android, fascia medio bassa, investimento di 200€ circa, marca nota (lascio libertà alla fantasia…Huawei, Samsung, etc, etc.),terminale di inizio 2016 che ha perso quasi il 60% del valore iniziale (all’uscita sui 500), tolto il casino di dover ritornare a convivere per certi aspetti con il mondo Google, tolto che l’ecosistema me lo sono risolto togliendo tutti i cloud e migrando su un miniNAS (e qui il primo impatto problematico,manca l’app specifica per WP, è in fase di ultimazione!!), resta il fatto che per quella spesa hai in mano un HW di rispetto, materiali di pregio, insomma le cose che tirano oggi un device e che MS ha sempre scansato sui suoi dispoitivi. I numeri di MS saranno sempre questi,il settore mobile non morirà come SO, cambierà probabilmente casa e nessun grande nome passerà a wp, questo è poco ma sicuro. Il grande spartiacque lo farà ora HP, se reggerà il primo impatto potrebbe aprire davvero una fetta di mercato, altrimenti si bloccherà anche lui.

    PS:a 15 giorni dall’uso di Android una cosa è certa,lagga! il SO si sta già incartando ed è basato sulla 6.0.1…

    • Be’, insomma. Microsoft non sarà presa a livello spasmodico, ma l’obiettivo di essere il terzo polo DEVE essere il tuo orizzonte. Non sei Clementoni che prova a portare un’alternativa, sei Microsoft.

      Se Samsung vuole introdurre un proprio S.O. e Google tornare ad avere il predominio su Android, non vedo perché Ms non debba VOLER (“poter” é un altro paio di maniche) provare a divenire un’alternativa concreta.

      • Federico

        Il punto è questo, vuole? Mi pare di no, ci crediamo ancora che il 2017 sarà l’anno di 10 Mobile? Io non più. All’uscita del X50 fu anche annunciata la linea “editoriale”, ma adesso l’anno smentita ed a meno di ulteriori annunci oltre a quello di cessare Lumia, da Microsoft non è arrivato altro. Cominciano a perdere i clienti affezionati, quelli di lunga data, è arrivato un annuncio? Nulla. A prescindere dal fatto che Lumia cessa, ma c’è stato un progetto di accessori legati a fruire al meglio 10Mobile? Annunciati e mai realizzati. Forse propone App funzionali per l’ecosistema? Nulla, anzi dismette quelle esistenti o allunga a data da destinarsi la modalità “anteprima”. Beati voi che ci credete, vi ammiro.

        • Personalmente, ed almeno per queste cose “frivole”, credo alle evidenze. Una é che Ms sta facendo ciò che aveva detto, ma denotando una pessima programmazione. L’altra é che Hp ed altri stanno puntando su Windows 10 mobile. Sarò ingenuo, ma mi paiono due ottimi motivi per non prospettare scenari che disintegrano l’unità del fatto ‘poterci credere’. Anzi, non fanno che integrarsi in un tutt’uno ben solido.

          Poi boh, siamo sotto il cielo ?

      • Daniele Cereda

        Voi guardate sempre w10 con l’ottica del mobile, w10 è IL sistema operativo, piaccia o meno AU in generale è quello che ha dato più legnate a tutti, Apple in primis sul comprato desktop, MS ha questa ottica di visione dove il mobile è un’appendice, una estensione del fisso e come tale bisogna vederla,cosa che, ad esempio, non fa Google per cui il comparto fisso con i chromebook è affondato miseramente(almeno in italia dove sono device improponibile per la loro filosofia). w10m non chiuderà i battenti, oramai c’è ed è legato a doppio filo al pc fisso e chi ci deve lavorare non può che apprezzare, sopratutto in rapporto al prezzo dei device (fissi e mobili) rispetto alla concorrenza della mela.

        • Io non penso, infatti, che il comparto mobile chiuderà i battenti. Credo che ogni grossa rimodulazione debba avere due fattori di base: tempo e programmazione.
          Temo scarseggi la seconda, da qui i miei dubbi sul prosieguo della vicenda.

    • Se hai comprato Huawei o Samsung lagga per forza… diciamo che te la sei un po’ cercata! :)

      • Daniele Cereda

        eh vabbè mi tiravano dietro un A5 e torto collo l’ho preso e a onor del vero devo ammettere che finalmente quei folli di samsung hanno capito che la touchwiz andava alleggerita e l’hanno in effetti fatto, detto ciò tanto settimana prox root, piallato e vedrò cosa metterci per digerirlo meglio.

      • Sasà Cantali

        E qui che sbagli Niccolò! In origine Android puro non lagga (a meno non lo riempi di pattume, vedi i Nexus Android Google allo stato puro e brado). Ovvio che se prendi i blasoni top, Zamzung, Huawei, Htc, Sony, anche Asus, li riempiono di cose inutili e futili.
        Dalla serie Lagandroid XD. Il mio Zenfone 2 con 4 gb di ram, se non avesse quella UI bella e bella, ma piena zeppa di cose inutili e non eliminabili, se lo mangerebbe il galaxy S6-7, ma purtroppo se magna solo la batteria. Rimane sempre un ottimo telefono ma sfruttabile a metà, per quanta pattumiera contiene.

    • Salva Cantali

      hihihihihihihhi Ma dai? Ma Android non era quello che erano riusciti a sistemare e far sparire i lag? Zenfogne user! XD

      • Dipende che android usi. Io ho una versione quasi stock, niente lag/bug o problemi (comunque non più di quelli che aveva il 920). User experience almeno 10 anni avanti a WP. Poi ognuno la vede come vuole, per carità, ma le fette di prosciutto sugli occhi no, dai.

        • Sasà Cantali

          No assolutamente Niccolò niente fette di prosciutto ci mancherebbe XD.
          Dico solo che da mia esperienza e gusto di usare il telefono mi ritrovo più in Windows o Iphone (anche se lo odio Iphone) che Android. Non riesco ad utilizzarlo come abituato con windows in 5 anni. Sono conscio che Android sia un buon sistema, pieno di app, lo smanetti come vuoi, ci fai quel che vuoi, ma mi rendo conto che sono io limitato e non sfrutto appieno le sue potenzialità (credo). In famiglia abbiamo 2 Android (Note 3 e Zenfone 2 4 gb di ram il mio), ma vivo sempre nel limbo che non sono soddisfatto, mi manca sempre qualcosa. Adesso vediamo con W10 Mobile, se sono io demente e neanche Windows va bene, oppure Android non è l’OS per me XD. Se neanche Windows andrà bene mi ricompro un Nokia 3310 e la finisco di spendere soldi eheheehehehe.

          • Per quanto riguarda il SO, ognuno si trova bene col proprio, ed è giusto così. Io mi riferivo alla questione dei lag, si parla di “lagdroid” senza averlo mai provato. Ma da quando sono passato ad Android (io) sto molto meglio. Questo ovviamente non può valere per tutti.

    • Pure new wool

      Like per te, però apps “minchiate” magari ci fossero su wp!!! Non sono solo minchiate, app per musei, biglietti autobus, parcheggi, noleggi vari, scelta di browsers, tutti i social (che funzionino eh), non sono solo giochi e chat stupide che mancano. Ma ancora più importante le apps sono il carburante di un os, ne guidano lo sviluppo, cresce in base alle esigenze degli utilizzatori. Wp può essere il miglior os esistente, ma senza software non serve a niente.

  • Federico

    Non nutro più nessun pensiero positivo nei riguardi della politica di Microsoft, e non solo nel Mobile, francamente mi sta annoiando. Molto probabilmente MS si dedicherà al 99% al settore business, e lascerà il restante al settore “casalingo”. Buon per loro, mi viene da pensare. Quasi rimpiango i tempi di Ballmer, di sicuro quelli di Gates.

    • Daniele Cereda

      i tempi di Gates erano quelli di Vista….non bestemmiamo per favore.

      • Federico

        Si, ma hanno sempre difeso quello che hanno fatto, adesso quasi si vergognano, almeno c’era volontà di credere in quello che facevano. Hai mai visto un sistema operativo che ogni 6 mesi cambia idea su ciò che propone?
        Ultimamente sono più le notizie di gente che lascia che delle persone che arrivano, e quelle che tornano non hanno niente da dire.

        • Daniele Cereda

          ma di che parli? un SO che cambia ogni sei mesi? ma dove? w10 è un pezzo di granito, w10m in sei mesi ha limato l’impossibile e in sè, come SO, è molto più stabile di un lollipop all’uscita….ma perchè digitate a caso?

          • Federico

            A giusto, skype ne è un esempio lampante. Comunque sono contento per te che continui a crederci.

  • roberto

    La cosa inquietante é che un colosso come microsoft non punti forte su un settore, quello mobile, cosi potente e in continua crescita e che ormai ha monopolizzato completamente la vita di chiunque. Non penso sia una cosa molto logica, anche perché i suoi terminali sono sempre stati ottimi e affidabili, ma non supportati da una giusta componente pubblicitaria. E tutto questo francamente é del tutto incomprensibile. Anche perché a cosa serve creare una piattaforma universal se poi gli utenti non hanno mezzi per usufruire x esempio di continum. Ma chi consiglia questa politica a microsoft.

    • Sasà Cantali

      Scimmie urlatrici ubriache? Gollum? I Puffi? Vallo a sapere XD

  • Stefano

    Resto fiducioso. Confido che un’azienda come HP non si sia buttata nella produzione dell’Elite senzaun minimo di rassicurazione sul fatto che il sistema di microsoft continui a essere sviluppato…ritengo windows mobile splendido e sarebbe un vero peccato perderlo. Certo non posso che essere d’accordo con questa, per me, inspiegabile assenza di comunicazione e promozione…

    • Pure new wool

      Anch’io credo che l’os continuerà ad essere sviluppato, bisogna vedere quante app di buona qualità avrà in futuro, e se oltre ad hp e acer altri oem inizieranno a produrre windows phones, se si unisse qualche nome cinese tipo xiaomi o huawei sarebbe un bel colpo. Credo che la strategia di Ms sia fare come Google con i Nexus, lanciare uno o due modelli di surface phone che facciano da apripista e lasciare il resto agli oem. Per il sistema operativo credo che vogliano perfezionarlo al massimo per uscire nel 2017 con un prodotto senza sbavature, stabile e affidabile oltre che performante.
      Vedremo cosa succederà quando lo share scenderà ancora.

      • skywalkersenior

        Temo che finché non ci sarà un Samsung Galaxy S qualcosa con W10M a bordo, non ci sarà OEM che tenga

  • Qualche giorno fa ho postato qualche mio pensiero su come rivitalizzare la gamma Lumia, cosa che sarebbe ancora possibile se ci si credesse davvero e si investisse di più.
    Ma forse, più realisticamente, bisogna ammettere che Windows 10 Mobile non è una priorità per Microsoft, e probabilmente non lo sarà mai: sarà un servizio in più, dedicato ad una clientela ben precisa di professionisti e aziende, prendendo in un certo modo il posto di Blackberry, ma con ben altra solidità economica.
    Il fatto è che Microsoft guadagna ben più dalle applicazioni per Android e iOS piuttosto che dal sistema operativo mobile e dai relativi terminali: il suo interesse è essere presente su più dispositivi possibile, indipendentemente dal sistema operativo, e ci sta riuscendo benissimo.
    Per questo, penso che W10M non morirà, ma comunque non sfonderà mai presso il grande pubblico: a differenza di W8, abbandonerà le fasce basse del mercato per dirigersi verso il settore business… e quello degli appassionati come noi, con pochi modelli di alta gamma, di cui solo uno o due marchiati Microsoft, un po’ come il Surface.

  • 000

    Io personalmente o votato “MS resta nel settore mobile per non far crollare l’ecosistema” e “Sì, ma dipende se Ms inizierà a crederci per davvero”…Io credo che si sia trovata in difficoltà dal punto di vista tecnologico, forse la sua idea era (e credo che lo sia ancora) quella di realizzare degli smartphone che fossero dei veri “netbook” qualcosa dove far girare Windows 10 completo, e caso mai mantenere la versione mobile per la fascia bassa del mercato…qualcosa che nel tempo andrà tolto. Tecnologicamente siamo lontani dai processori cisc a basso consumo e quindi si è trovata presa in contro piede con le tempistiche, perché da un lato ha cancellato modelli di device e dall’altro non ha spinto per lo sviluppo di Windows 10 mobile…tanto secondo i piani sarebbe diventato marginale..
    Magari la mia è solo fantasia, ma cerco di collegare i puntini per avere un quadro generale…

  • v2online_And80

    Sconsolato, considerate le mie nuove esigenze per il mobile, sono ritornato ad Android con un buon dual sim. Da adepto W10, mi duole constatare che Google non è rimasta a dormire. Il tempo dei lag è passato o è comunque relegato alla fascia bassa del mercato. Rimpiango le tiles e il modo in cui la home era un efficace centro notifiche.
    Spero di poter presto tornare, intanto mi tengo stretto il mio 950 xl, che non si sa mai.

  • Alessandro

    Grande articolo comunque. Mi trovo d’accordo e sono uno di quegli utenti che è rimasto ma sta lentamente perdendo fiducia. Surface Phone, se ci sarà, sarà l’ultima speranza e possibilità. Questo sistema funziona se ci si “accontenta” ma sono stufo di questo sfacelo. Vedere così tanto potenziale non sfruttato, vedere app fatte a ca*zo quando gli strumenti ci sono per fare app grandiose e universali, quante opportunità sprecate. Francamente, sono deluso.

    • Simone A.

      Quoto pienamente.

  • Vittorio 950XL

    Per chi ancora non ne è a conoscenza io sono uno dei tanti insider si dall’inizio.
    Ciò premesso, sinceramente vado un po contro corrente nel senso che io mi sto dando da fare per sistemare migliorare le cose con i miei feedback,ammesso che servano
    Io adoro Windows da quando avevo il vecchio 610 ad oggi
    Sinceramente però se ne la catastrofe più assoluta dovesse finire me ne farò una ragione e ahimè andrò su un altro tipo di telefono.
    Comunque ho votato tutto positivo,io ci credo e continuerò a crederci fino alla fine…..ammesso che finisca
    Vedremo ☺☺☺☺☺☺

  • Alvin1520

    Microsoft crede in win10mobile e Surface Phone sarà un nuovo tentativo di restarci, sopravvivera nel settore mobile, e fra un anno ci sarà basta che inizi a crederci sul serio. Penso questo perché pur avendo fatto gravi errori non avrebbe senso lasciare il settore mobile venendo meno alle ovvie motivazioni che lha portata ad esserci. Hanno sbagliato lapproccio ecc. Ma penso che l’unico modo per ripartire sia distaccarsi dal passato (Lumia) magari con la nuova serie Surface ? È ormai risaputo che il nome Lumia non attira più di tanto, ricorda ancora nokia… Il punto è che non potrà più e non vorrà più competere in prima persona, ma lasciare spazio ai partner, magari adottando la stessa strategia del Surface nel settore 2-1… Non sono sicuro che cambierà qualcosa dal punto di vista del marketing purtroppo… Credo che molto dipenderà dai terzi come ad esempio Samsung, che pare potrebbe ritornare. A quel punto ci potrebbero essere più possibilità. Nel frattempo molti cambieranno Lumia, ma credo che è questo che Microsoft voglia e anche se è brutto da dire, non si preoccupa di tenere stretti quei pochi, sapendo che sono pochi e puntando su tutti gli altri…. Vedremo che cosa succederà.

  • Salva Cantali

    Al momento sto usando Android i veste di Zenfone e da 1 settimana un 535 giusto per capire cosa devo fare. Onestamente lo Zenfone a parte l’essere Android diciamo che gira benino, a volte decide lui per me e lo lascio fare, onde sbatterlo contro il muro e litigarci (o di meglio da fare nella vita che litigare con un oggetto), poi prendo in mano lo sgrauso 535 con insider .105, vedo le piastrelle che girano, fa il suo senza batter ciglio, semplicemente anonimo ma funzionale, mi intristisco e mi dico: Porca zozza MS ma ti faceva schifo spendere un po di soldini in più (sarebbero ritornati sicuramente indietro), mettere sul piatto dei telefoni come Asus, Huawei p9, meizu, altri blasoni con a bordo W10 Mobile? Non sei la Ulefone (con tutto il rispetto che merita) sei MICROSOFT, se solo lo volessi faresti sparire Google e Apple in un attimo, perché sei così stupida ed autolesionista!
    Volevo prendere il 950, ma per adesso rimango come sono, il 2017 mi porterà consiglio.

  • Clemente De Lucia

    Spero che si riprenda ma attualmente la vedo dura molto dura

  • Simone A.

    Mai fu immagine di copertina di un articolo più azzeccata.

  • Carlo Gamna

    Microsoft, dopo il lancio ufficiale di W10M, ha smesso di produrre nuovi smartphone, e tra poco smetterà di produrre quelli vecchi. Non si sa ancora nulla di quello che farà nel 2017. Cosa deve fare un’azienda per fare capire ai suoi clienti che il settore mobile è ormai dismesso? Potrebbe azzerare la pubblicità e il marketing, non investire in sviluppo e non stringere accordi per la distribuzione nei negozi dei propri prodotti. E infatti è proprio quello che Microsoft ha fatto.

    Mi dispiace ma il Surface Phone (di cui favoleggiamo noi appassionati ma di cui non si sa assolutamente nulla di ufficiale) non sarà in grado di risollevare una situazione ormai compromessa.
    Il lancio di Windows10 poteva essere il rilancio con l’idea di un sistema operativo unico per pc, mobile, cloud, gaming e RV. Ma ad un anno di distanza direi che il mercato ha bocciato il progetto, almeno nel mobile, anche perchè portato avanti molto male. Mi toccherà morire androidiano!!

    • 000

      non so quanti anni hai ma io penso che ad ora che muoi avranno riscritto la storia del mobile almeno 2 volte…credo che non sarà necessario morire androidiano! :-D :-D

      • Carlo Gamna

        Una volta passato ad Android non riuscirò a sopravvivere a lungo! ;-)

        • 000

          :-D :-D :-D :-D …bon dai magari prima di morire puoi provare ubuntu mobile: http://www.ubuntu.com/phone/devices

          • Carlo Gamna

            Se avesse Whatsapp (che purtroppo mi è indinspensabile per lavoro) credo proprio che lo farei ;-)

          • 000

            si ormai anch’io uso WhatsApp per lavoro, certo che se la gente si spostasse su altri social mi farebbe più contento!

            Di ubuntu phone onestamente non mi convince l’interfaccia, mi sembra troppo confusionaria: questo è stato uno dei motivi per cui sono passato da android a Windows mobile, secondo me devono cambiare radicalmente approccio..

          • Carlo Gamna

            A me l’interfaccia di Ubuntu Phone invece piace, soprattutto perchè studiata per convergere con la versione desktop (se si usa Unity). Oltre all’attuale carenza di software però ho poca fiduccia nella capacità di Canonical di sviluppare Ubuntu Phone: credo proprio che le manchino le risorse per tenere il passo di Android e IOs

          • 000

            di per se il discorso app sarebbe interessante perché sarebbero sviluppate in html5…penso sia alla portata di molti..ma vuol dire riscrivere completamente tantissime app!!!

      • Pure new wool

        OT: trovato procedura per avere le indicazioni vocali su Waze!

        • 000

          Ah bene! Grande!!!.. cosa bisogna fare?

          • Pure new wool

            In pratica all’inizio non scarica la lingua italiana, si ferma al 71%.Allora bisogna entrare nelle impostazioni>audio e mettere solo direzioni come indicazioni, poi andare in impostazioni>generali e scegliere lingua inglese e lingua indicazioni inglese. Si esce dalle impostazioni e dovrebbe scaricare la lingua inglese.Adesso si torna in impostazioni generali e scegliere lingua indicazioni italiane, si esce e dovrebbe scaricarle completamente. Alla fine si mette italiano anche per la lingua dell’interfaccia. Se non funziona si ripete la procedura. L’importante è tenere le indicazioni solo come indicazioni, no nome vie. Da me funziona, i Velox li segnala solo sopra una certa velocità, avvolte si blocca nel ricalcolo e ho notato che consuma parecchio, però le strade le sceglie bene e cerca di evitare il traffico.Speriamo aggiornino ma ne dubito dato che è di google.

          • 000

            Eh lo avevo provato, ma in effetti non mi piaceva molto…alla fine lo avevo disinstallato…adesso che so magari nelle prossime sere lo reinstallo e vediamo se mi riconquista!…purtroppo niente che sia di google sarà mai compatibile con Windows… :/

          • Pure new wool

            Mi sembra già strano che sia restata quest’app tra quelle di google, bah…

  • Irene

    Anche io avevo proprio 30 giga. Peccato, sembra tanto una presa in giro, 25 giga per un anno, tu accumuli roba e improvvisamente il cloud ti scade come una latta di tonno. Anzi, il tonno in scatola dura pure di più.

    • Simone A.

      Ahahah proprio così :’)

  • Mi spiace ma ho perso la speranza!
    Ne avevo ancora finché non è stato lanciato Windows 10, e speravo che quello fosse il tempo della ribalta per Windows Mobile. Ma i problemi principali sono stati due, soprattutto: il fatto che il rilascio della versione Mobile è avvenuto troppo tardi rispetto alla versione desktop (anche se ora sono in pari), poi il fatto che i passaggi da 7 -> 8 -> 10 hanno ogni volta lasciato un buon numero di dispositivi indietro, e penso che difficilmente chi è rimasto indietro scelga ancora Windows Mobile.
    Per quanto mi riguarda, la mia idea è questa. Microsoft rimarrà nel settore mobile, sicuramente non passerà mai ad Android, per dire. Farà dispositivi di fascia bassa, perché alla fine quelli sono stati sempre un ottimo successo per chi voleva un cellulare veloce e senza fronzoli; e poi spero faccia questi benedetti Surface Phone, che sarebbero molto buoni, insieme ad altri cellulari per il business. Ma per l’utenza media proprio non ci siamo.
    Io, personalmente, sono tornato da quasi due mesi ad Android e mi trovo divinamente. Fluidissimo, una marea di applicazioni. Ho tutte le applicazioni che usavo su Windows Phone (Outlook, OneNote, Office per dire) e tantissime altre, che ci sono, sono aggiornate e fatte bene. L’unica vera mancanza sono le live tiles (le ho amate c.c ora mi sto riabituando all’interfaccia a icone, ma non è la stessa cosa) e Cortana (Google Now non ci arriva nemmeno vicino), ma quest’ultima dovrebbe arrivare (spero non tra secoli) anche su Android.
    Per finire, su desktop sono passato da Linux a Windows perché Windows aveva molti più programmi (e giochi) compatibili, nonostante ritenessi (e ritenga tuttora) Linux migliore a Windows in quanto a prestazioni e interfaccia. Idem, ora sono passato da Windows Mobile ad Android perché Android ha molte più app (che si può dire quel che si vuole, ma fanno il 50% dello smartphone, altrimenti mi prendo un feature phone con internet e sono a posto) anche se, come interfaccia e fluidità, continuo a preferire Windows Mobile. In un mondo perfetto userei Linux su desktop e Windows Mobile su smartphone, ma in realtà sto bene così.

  • Carlo Rocca

    Articolo dettagliato di cui condivido ogni parola. Sono uno di quegli utenti che ha voluto credere in Microsoft e non su iPhone o Google. Anzi a dire il vero di delusioni con Android ne ho avuto parecchie ma oggi sembrerebe che le cose siano cambiate. Per questo più di due anni fa ho scelto un Lumia 930 ma gli aggiornamenti sono stati un continuo disastro. Oggi il mio lumia è lento e pachidermico.
    Continuando così ho paura che la Microsoft scenderà a picco in tutti i settori. Windows 10 desktop ha diverse lacune da colmare anche in confronto a moltissime distribuzioni Linux, una tra le tante l’anteprima dei file senza l’ausilio di plugin di terze parti. Un play store efficiente come iTunes sarebbe una manna dal cielo ma purtroppo anche su questo aspetto lascia molto a desiderare. Una delusione dietro l’altra accompagna tutti i settori e lo dico da possessore di Mac e di pc con Windows e il paragone è davvero improponibile.
    Se Windows desktop si è tenuto a gallla per tanto tempo è solo per i giochi che su altre piattaforme non trovano molta accoglienza, ma se dovesse cadere anche questo tassello, crollerebbe l’intero castello Microsoft.