Share to Speech si aggiorna, migliorando la propria usabilità

Vi ricordate di Share To Speech? Si tratta di una app dedicata a chi ha problemi di vista (o preferisce ascoltare piuttosto che leggere) che avevo recensito non molto tempo fa rimanendone piacevolmente colpito. Con l’aggiornamento di oggi (2014.1012.1116.1744) il suo sviluppatore ha deciso di andare a migliorare proprio alcuni di quegli aspetti che avevo evidenziato come difetti dell’applicazione. Vediamo insieme quali.

wp_ss_20141012_0002
wp_ss_20141012_0003

Il primo riguarda una piccola falla che avevo riscontrato nel corso della mia fase di test. All’interno della sezione “Contro” avevo infatti evidenziato che:

“[…] se il testo inizia con una parola inglese o comunque in una lingua diversa dall’italiano viene dato per scontato che quella sia la lingua di tutto l’articolo.”.

Il problema è stato risolto? In buona parte sì. Ora è possibile nel corso della riproduzione selezionare dall’application bar la lingua in cui vogliamo che il testo venga letto. In questo modo se il nostro testo dovesse dare vita a quella piccola falla, potremo manualmente impostarlo nella lingua che più ci aggrada (a patto di avercela installata nel telefono), rendendo la lettura corretta.

wp_ss_20141012_0001
wp_ss_20141012_0004

Il secondo e il terzo aspetto invece sono inerenti sia all’usabilità che alla funzionalità dell’app. Nell’application bar della schermata principale sono stati implementati due nuovi tasti. Il bottone “search” consente all’utente di cercare all’interno della libreria di testi un brano in particolare, mentre il tasto “open” ci permette di navigare all’interno delle cartelle del telefono per localizzare i file che desideriamo aggiungere alla lista di riproduzione.

Decisamente un aggiornamento interessante che, sebbene non renda la app perfetta, va a proseguire il processo di miglioramento che lo sviluppatore sta continuando a perseguire con attenzione e costanza.

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates