Stabilizzazione video digitale in arrivo con Windows 10

Il colosso di Redmond ha deciso di assicurare agli utenti con dispositivi Windows 10 la possibilità di catturare video di qualità usando la stabilizzazione digitale.

Avevamo già parlato della stabilizzazione video sui nostri dispositivi Microsoft (parlando dell’app Hyperlapse Mobile Beta), ma l’introduzione della stabilizzazione video digitale (Optical Image Stabilization o semplicemente OIS) dirà addio ai fastidiosi “sballottamenti” in fase di ripresa, regalandoci video elaborati e degni di un treppiede.

Microsoft stessa ha infatti annunciato che:

Dal momento che non tutti i dispositivi possono avere OIS , si tratta di una caratteristica molto gradita con l’entrata in scena di Windows 10. Non solo la stabilizzazione video sarà nativamente presente su Windows 10 per i telefoni, ma sarà dotata della funzione avanzata del “controllo della quantità di stabilizzazione”. 

Potremo quindi anche impostare manualmente quanta stabilizzazione vogliamo per i nostri video.

Come se non bastasse, Windows 10 integrerà “Scene Analysis”: un tool che analizzerà in tempo reale il video che andremo a filmare per scegliere autonomamente diverse modalità di ripresa, anche valutando se utilizzare o meno il flash in relazione alla luminosità ambientale.

Sicuramente queste nuove funzioni saranno molto apprezzate dagli amanti del video editing. Ed ovviamente potranno risultare interessanti per chi si avvicina al mondo della fotografia digitale, un mondo che sta allargando sempre più il suo bacino di appassionati o semplici curiosi.  Con indubbi vantaggi – come queste tecnologie dimostrano –  per l’utente finale.

Per avere un’idea delle novità, infine, vi lascio ad un video dimostrativo in cui Microsoft utilizza due dispositivi di fascia bassa (con e senza stabilizzazione digitale attivata) dove si può effettivamente apprezzare il differente livello qualitativo dei due video.

Fonti: Nokiapoweruser, Microsoft

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Staff
One love, one staff, one vision! - Seguiteci anche su Facebook e Twitter -