[aggiornato] Spartan si mostra su smartphone: dov’è la barra degli indirizzi?

Dalle slide della conferenza WinHEC sono emersi nuovi dettagli in merito a Project Spartan, il browser di default di Windows 10. Quest’ultimo mostra, nelle recenti immagini, un’interfaccia grafica diversa da quella che abbiamo potuto osservare nel corso dell’evento del 21 gennaio scorso e sembra voler venire incontro alle richieste dell’ utenza. Leggi di più

Windows 10: novità nella UI degli SMS, del blocco chiamate e dell’Action Center

Mentre la nuova Build di Windows 10 per smartphone ancora si fa attendere, alcuni screenshot della sua interfaccia continuano ad emergere. Complici la conferenza WinHEC e il rilascio del Software Development Kit di Windows 10, sono spuntati sul web video ed immagini in merito a delle novità che probabilmente potremo provare nella prossima release.

Leggi di più

Windows 10 supporterà il monitoraggio dell’attività fisica e nuovi sensori

Se le novità in merito alla funzionalità “Tap to Pay” di Windows 10 non vi sono bastate, la conferenza WinHEC ha altre frecce al suo arco pronte per essere scoccate.

Windows-10-activity-detection

Sebbene alcuni smartphone Lumia supportino già funzionalità legate al “motion tracking“, Windows 10 rafforzerà l’offerta di Microsoft in questo settore con l’introduzione di nuove feature per il monitoraggio dell’attività fisica, come testimonia la slide sovrastante. Gli smartphone con a bordo Windows 10 (e con l’hardware adeguato) saranno in grado di identificare il tipo di attività fisica che stiamo svolgendo (corsa, camminata, bicicletta, guida a bordo di un veicolo), considerando tutti i modi in cui il nostro device può essere maneggiato o custodito (in tasca, in borsa, nello zaino, ecc…). Il tutto avrà un basso impatto sui consumi (sfrutta i dati dell’accelerometro) e consentirà di avere una cronologia di circa 30 giorni delle nostre attività.

032215_1551_Windows10su1.jpg

Un’altra novità di Windows 10 di cui si è parlato è quella legata al supporto a nuovi sensori con cui rilevare informazioni dall’ambiente che ci circonda. Ecco l’elenco completo:

  • Barometro
  • Sensori di prossimità (con la nuova modalità “long range”)
  • Sensori ambientali (temperatura, umidità, CO2, UV, ecc…)
  • Sensori biometrici (battito cardiaco, gas)
  • Sensori di identificazione e monitoraggio delle attività
  • Altimetro
  • Pedometro

032215_1551_Windows10su2.jpg

Come già accennato per quanto riguarda il motion tracking, per queste funzionalità servono sensori specifici che molti dei device Windows Phone in commercio non possiedono ancora; tuttavia potreste avere qualche sorpresa quando l’update sarà reso disponibile.

Per esempio: lo sapevate che Lumia 1020 integra già un barometro, ma che al momento non viene sfruttato?

FONTE: NPU

Windows 10: supporto HCE (“Tap to Pay”) e ad altre funzionalità NFC

Tap to Pay” sta per approdare sui nostri smartphone con l’aggiornamento a Windows 10. La notizia giunge sempre dalla recente conferenza WinHEC, tenutasi in Cina e anche questa volta ad essere sotto i riflettori è una feature che a molti di noi farebbe comodo.

Si tratta di una modalità di pagamento che sta diventando sempre più diffusa nel mondo: consente di effettuare pagamenti contacless semplicemente sfruttando la funzionalità NFC dei nostri device.

Ciò che risulta essere una novità è che il nuovo sistema di pagamento supportato da Windows 10 non sarà dipendente dai carrier e dai chip di sicurezza, poiché avrà il supporto all’HCE (Host Card Emulation). Ciò ci permetterà di utilizzare il nostro smartphone NFC come mezzo di pagamento tramite POS senza dover ricorrere ad app specifiche (come “Vodafone Wallet”, assente su Windows Phone, ma comunque poco performante su Android) o a SIM particolari: pare infatti che Microsoft abbia già stretto accordi per abilitare questa feature con diversi dei principali circuiti di pagamento (VISA, MasterCard, AMEX).

Windows 10 aggiungerà inoltre alla nostra connettività NFC la possibilità di essere utilizzata per l’accoppiamento tramite “Tap to Pair” con un device Wi-Fi Direct (ad esempio con i dongle Miracast). Infine, sarà introdotto il supporto ad API che consentiranno ad app di terze parti di intervenire sui toggle di diverse impostazioni come Wi-Fi e Bluetooth.

Feature utili e interessanti, no?

FONTE: NPU

“Project Milkyway”: update per smartphone Windows 10 entro 4-6 settimane

Abbiamo tutti vissuto l’epopea del rilascio di Lumia Denim (per i device a brand Wind a dirla tutta non è ancora finita) e sappiamo bene quanto possa essere frustrante attendere un aggiornamento per mesi (anche se c’è da dire che c’è chi se la passa molto peggio e gli aggiornamenti proprio non li riceve). In risposta a questo disagio Microsoft ha intenzione di lanciare “Project Milkyway“, il cui scopo è quello di fornire aggiornamenti a tutti gli smartphone Windows 10 entro 4-6 settimane dal loro rilascio.

Leggi di più