Telegram si aggiorna con importanti novità

Il nostro client di messaggistica preferito, Telegram, si aggiorna alla  v1.10 introducendo le novità apparse un paio di settimane fa (anche meno) sulle versioni iOS e Android.

Nello specifico parliamo di:

  • Condivisione dei luoghi: ora potremo scegliere dalla lista il singolo punto di interesse (POI) e non solamente la posizione. Quindi se vi trovate in un bar, potete mandare il nome del bar e non solo le coordinate geografiche.
  • Didascalie foto: se inviate una foto potete aggiungere una didascalia che l’accompagna.
  • Notifiche intelligenti: lo sappiamo bene noi, se chatti da PC poi ti ritrovi notifiche anche su telefono e così via… han sistemato ed ora dovrebbe essere gestito in maniera più smart.
  • Anteprima link: molti più siti supportati.
  • Messaggi vocali con segnalino di ascolto: ora quando inviate un messaggio vocale vedrete un pallino che sparirà quando il messaggio vocale è stato ascoltato dal ricevente. Viceversa, quando ci verrà inviato, rimarrà il pallino finché non lo ascolteremo, in modo da comprendere facilmente quali messaggi abbiamo ascoltato e quali no.
  • Invitare nei gruppi tramite link: il moderatore del gruppo può creare un link tramite cui, chiunque ha Telegram, viene automaticamente aggiunto con un click (finché il moderatore lo mantiene “funzionante”, può anche revocarlo). Questa particolare funzione è stata fatta per “trasportare” facilmente i gruppi da altri servizi (vedi WhatsApp) senza dover aggiungere manualmente tutti i partecipanti: mandate un link su quei gruppi e con un click ci si ritrova tutti (fino a 200 persone) su Telegram “che è meglio” (Puffo Quattrocchi cit.)

Ho da bacchettare le dita allo sviluppatore: se fai il copia e incolla del changelog di Android, ricordati di cancellare le voci che non hai aggiunto, come quella della sezione separata per gli sticker (che, appunto, iOS e Windows Phone non hanno). Ma soprattutto: perché non aggiungerla? Penso che non ci siano gli stessi limiti di iOS su questo punto…

Inoltre, come ho già segnalato da mesi al servizio clienti, non ha ancora implementato l’ascolto dei messaggi vocali tramite capsula auricolare (cioè avvicinando il telefono all’orecchio in modo da non far sentire a chi ci circonda il messaggio).

Comunque Telegram ha tantissimi altri vantaggi che più volte vi abbiamo elencato: diffondete il verbo! Anche io 10 anni fa dicevo “non mi iscrivo su Facebook, tanto tutti i miei amici hanno MSN!”…

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Mariano Mercuri
Chiedere ragione, è la prima cosa che l'apprendista filosofo dovrebbe apprendere a fare. Là dove nessuno chiede ragione, come può la filosofia anche solo cominciare? La domanda "perché?" ci fa scoprire l'intreccio di etica e logica, su cui i filosofi si interrogano, da Platone a Husserl. Se l'etica è la logica dell'agire giusto, la logica è l'etica del pensare [Roberta De Monticelli]