Terraria è finalmente disponibile sul Windows Phone Store

Ci sono videogiochi che sono un must nel loro genere. Super Mario per i platform, Final Fantasy per gli RPG (giochi di ruolo), Starcraft per gli RTS (strategia in tempo reale). Terraria è invece uno dei migliori rappresentati del genere sandbox-RPG in 2D e se fino ad oggi è stato relegato ad ecosistemi popolati da robottini verdi e mele mangiate da altri, la realtà è cambiata poiché è entrato a far parte delle app offerte dal nostro Store.

Per chi non conoscesse la tipologia videoludica, si tratta di un titolo molto vario che unisce l’avventura tipica dei role-playing game alla costruzione e fabbricazione di oggetti del mondo sandbox. Ci troveremo a vivere in un mondo casuale nei panni di un personaggio armato inizialmente solo una spada, un piccone e un’ascia di rame con cui esplorare l’ambiente e i biomi generati intorno a noi.

Nel corso della nostra avventura avremo diversi paesaggi da esplorare, nemici da sconfiggere e edifici da costruire in un gameplay frenetico che non lascia spazio a momenti morti, ma permette il libero sfogo della nostra fantasia. Che voi siate alle prime armi o esperti avventurieri poco importa. Ci sono infatti 3 modalità di difficoltà: Softcore per i novizi (in cui la morte vi causa la perdita di metà delle vostre monete), Mediumcore per chi cerca maggiori brividi (morendo si perdono tutti gli oggetti) e Hardcore per gli impavidi e amanti della sfida (se si muore bisogna ricominciare una nuova partita da zero).

wp_ss_20140912_0003
wp_ss_20140912_0005

Mentre noi della redazione attendiamo di provarlo per una futura recensione, vi lasciamo ad alcune considerazioni generali. Innanzitutto si tratta di un videogioco marchiato Xbox, con tutti i vantaggi che ne conseguono in termini di possibilità e sincronizzazione. Oltre a questo vi avvisiamo che il titolo ha un prezzo non proprio invitante (4,99 euro), ma che se siete amanti del genere e il videogioco è sviluppato come dovrebbe li vale tutti. Non fate troppo affidamento alla descrizione sullo Store visto che tra le altre recita “L’avventura indie in stile sandbox, acclamata dalla critica e campione di vendite, arriva finalmente su Android!”. Già, purtroppo avete letto bene, per cui prendete con le pinze anche il resto del testo data la scarsa cura con cui è stato pubblicato (copia e incolla dallo Store di Google).

Se Mojang si fa attendere con il rilascio di Minecraft (sostituibile con Survivalcraft Pro), i ragazzi di 505 Games (seppur in ritardo) ci deliziano con la loro interpretazione del genere in grafica retrò a due dimensione puntando a soddisfare anche i palati più esigenti. C’è riuscita? Solo una prova in prima persona ce lo potrà svelare.

Aspetterete maggiori informazioni o siete già corsi a rompere il salvadanaio?

Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates