Time Sense si aggiorna per Windows 10: UWP e Continuum

Svariati mesi fa vi parlammo di Time Sense sviluppata dal giovane e bravo Farinelli che, come sempre, è uno dei primi a introdurre le novità dei nuovi SDK che, nel corso del tempo, Microsoft ha rilasciato agli sviluppatori.

Quindi ora non solo abbiamo un’app integrata con Cortana, capace di scrivere e leggere tag NFC con precise istruzioni, ma abbiamo anche un’applicazione che si usa su più schermi grazie a Continuum e, ovviamente, si può usare anche su PC per monitorare l’uso dello stesso. Ah, non scordiamoci le notifiche interattive dalla quale, una volta avvisati di aver raggiunto un tot di ore d’uso del telefono, possiamo velocemente modificarne la soglia.

Senza contare il notevole incremento grafico, in linea con Windows 10 e decisamente più chiara e semplice da usare!

Non mancano, ovviamente, la possibilità di fare il backup (su dispositivo o su SD, non direttamente su OneDrive), di impostare una password di accesso all’app, di eliminare i dati di un determinato periodo o tutti.

Ricordiamo, per chi non lo sapessa, che Time Sense è un’applicazione che monitora il numero di sblocchi, di “ore di schermo acceso”, della relativa posizione in cui è stato sbloccato e, per non farci mancare nulla, anche la percentuale di batteria e lo stato di carica (e dell’eventuale bluetooth acceso o spento):

L’aggiornamento vede anche l‘introduzione della funzione “Analisi” che, inserendo dei parametri (intervallo di date, minimo o massimo di sblochi o di minuti d’utilizzo etc.) permette di avere un quadro completo della situazione.
Ad esempio: “dal 15 al 20 Dicembre, quante volte ho utilizzato il telefono per più di 5 ore?”

Questa funzionalità è a pagamento (1,49€) ma per i lettori di Windows Lover è gratis grazie ai codici redeem che trovate qui sotto (basta cliccare per ottenere l’InApp Purchase a 0€).

Noterete che nel titolo non ho fatto menzione di tale offerta perché non voglio sfruttare la generosità e il lavoro altrui per fare qualche visita in più. Inoltre mi piace pensare che il codice verrà usato da chi è veramente interessato e ha letto l’articolo fino in fondo.

http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=532540&mstoken=9HMX6-H44YY-C69X4-FDC4C-Q64CZ
http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=532540&mstoken=QJ6FC-663RM-9JPPJ-F4HFT-K76KZ
http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=532540&mstoken=XRXDD-WY399-6CJH3-XVFVC-6GWGZ
http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=532540&mstoken=V426X-XRXV6-4CGQY-FJKXH-X4XWZ
http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=532540&mstoken=XWFKK-3HFFW-2KXPJ-VHKMH-6KFDZ
http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=532540&mstoken=6QY4G-XKQC3-C2DDH-GH2PH-R27MZ

Cosa ne pensate di questa applicazione? Io la trovo fantastica e, suggerisco, solo un paio di funzioni:

  • possibilità di esportare le analisi o le timeline in formato Excel
  • backup su OneDrive (magari automatico)

Voi avete altri suggerimenti? Scrivetelo nei commenti, lo sviluppatore sarà lieto di leggerli e sentire i vostri pareri!

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Mariano Mercuri
Chiedere ragione, è la prima cosa che l'apprendista filosofo dovrebbe apprendere a fare. Là dove nessuno chiede ragione, come può la filosofia anche solo cominciare? La domanda "perché?" ci fa scoprire l'intreccio di etica e logica, su cui i filosofi si interrogano, da Platone a Husserl. Se l'etica è la logica dell'agire giusto, la logica è l'etica del pensare [Roberta De Monticelli]