Vector: lo smartwatch con autonomia di 30 giorni, compatibile con Windows Phone

In questi giorni sono stati presentati due smartwatch di una nuova casa produttrice londinese chiamata “Vector“, fino ad oggi sconosciuta.

LunaVector2

Si chiamano “Luna” e “Meridiana” e si differenziano principalmente per la forma della cassa che li caratterizza: il primo circolare, il secondo rettangolare. Ad accomunarli una promessa coraggiosa: il produttore garantisce infatti una durata della batteria di (udite, udite) 30 giorni (sì non 9 ore, 30 giorni). Il tutto per un costo di 399 euro se opterete per “Luna” e di 219 euro per Meridiana.

MeridianVector3

Ma dov’è il trucco? Naturalmente parliamo di device con schermo monocromatico ePaper a bassissimo consumo e con buoni contrasti con la luce diretta, che rinunciano al touch in favore di una navigazione tramite tasti laterali. Non mancherà la possibilità di sviluppare app di terze parti, anche se sono ovviamente già presenti diverse funzionalità native che potete osservare dalle immagini che vi abbiamo riportato.

LunaVector

Tra le feature di cui vantano c’è la resistenza all’acqua (fino a “soli” 50 metri di profondità, ma direi che per la mia vasca da bagno sono più che sufficienti), la compatibilità con Android, iOS e Windows Phone (permette di ricevere notifiche, leggere news, ecc…) e la possibilità di personalizzare il cinturino in base alle nostre richieste (si va dalla gomma, al cuoio, al metallo).

LunaVector3

Quando saranno disponibili? Per la fine dell’estate, ma i preordini sono già aperti sul sito ufficiale.

Cosa ne pensate? Meglio 30 giorni da Vector o 30 ore da Microsoft Band? Io dopo la mia disavventura con Kreyos (di cui vi parlerò) sono un po’ scettico ad affidarmi a marchi sconosciuti, ma c’è anche da dire che nel mio caso la situazione è stata ben diversa.

FONTE: Cnet, Vector

Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates
  • Ci vorrebbe una vita di mezzo. 3-7 giorni ma con touch. Magari anche display monocromatico

    • Federico

      in effetti l’idea della ePaper è ottima, ma senza touch sono poco utili.

      • Ma i display Mirasol che fine hanno fatto??

        • Federico

          Non so cosa siano Francesco

          • Sono display a colori ma passivi che quando vennero alla luce promettevano tanto! Sono passati almeno due anni Ma ancora pochissime applicazioni commerciali… Ecco alcuni link: http://www.eeevolution.it/qualcomm-mirasol-smi/ https://www.qualcomm.com/products/mirasol http://en.m.wikipedia.org/wiki/Mirasol_display

          • Federico

            Ti ringrazio Francesco, domani mattina leggerò.

          • Federico

            Ho dato un’occhiata Francesco, più avanti vedrò di approfondire questa interessante tecnologia che non conoscevo.
            Le ragioni per cui una tecnologia potenzialmente vincente non arriva poi sul mercato reale possono essere tantissime, ad esempio:
            – Costi di produzione non abbattibili con il fattore di scala.
            – Eccessiva delicatezza dei prodotti finiti.
            – Processi produttivi complessi che potrebbero determinare difficoltà di approvvigionamento.
            – Oppure, banalmente, al campione di utenti usato per l’indagine di mercato il risultato non è piaciuto.
            Io però ho un dubbio: che succede di notte? Da quel che mi pare di capire questa tecnologia non permette la retroilluminazione e magari l’illuminazione tramite vetro frontale ha dei risultati non buoni. Naturalmente è solo un’ipotesi.

  • ted

    Molto simile al pebble, più costoso ma compatibile con wp…. La cosa si fa interessante

  • simonelumia925

    Design vector,30 ore ma touch !!! Perché sti tasti laterali???