WhatsApp punta su sicurezza e nuove funzioni?

WhatsApp

L’articolo di oggi vuole essere una riflessione su come ipotizzo si stia muovendo il team di sviluppo di WhatsApp, ora sotto il controllo di Mark Zuckerberg. Non credo che sia un segreto per nessuno il fatto che WhatsApp non faccia della sicurezza il suo cavallo di battaglia, tant’è che non è difficile trovare metodi online per spiare le chat dei nostri amici che sono connessi alla nostra stessa rete WiFi, ma qui scendiamo in metodologie non legali e, di conseguenza, non ne parlerò!

Un’altra mancanza di WhatsApp risiede nella condivisione dei file: non possiamo inviare nient’altro che non siano messaggi audio, foto (in formato .jpeg) e video (in formato .mp4). Queste caratteristiche possono essere viste come una mancanza solo ed unicamente se avete mai utilizzato le app della concorrenza, prima fra tutte Telegram che permette di inviare qualunque tipo (documenti, foto, gif, etc.) di file purché sia di dimensioni inferiori a 1,5 GB (1536 MB).

Analogo discorso vale per quanto riguarda la sicurezza: Telergam utilizza due metodi di cifraggio differenti a seconda del tipo di chat che stiamo utilizzando. In questo caso, come spesso accade, chiamo in aiuto Wikipedia per la spiegazione del concetto; dalla pagina web riguardante Telegram possiamo leggere:

La chat “normale” utilizza una cifratura client-server, ovvero è cifrata dal dispositivo fino ai server di Telegram e viceversa, quindi la conversazione rimane in chiaro sui server di Telegram per poter essere sincronizzata fra più dispositivi. La chat utilizza una cifratura end-to-end (o detta punto-punto), ovvero è cifrata fra i due dispositivi coinvolti nella conversazione. Quindi la conversazione non rimane in chiaro sui server di Telegram. Se da un lato queste conversazioni sono notevolmente più sicure dal punto di vista della privacy, da un lato occorre ricordarsi che di conseguenza la chat non può essere sincronizzata fra più dispositivi.

Perché tutto questo preambolo riguardante Telegram se l’articolo è incentrato su WhatsApp?

Molto semplicemente perché faccio parte del team di volontari che traducono le stringhe di WhatsApp nelle varie lingue: ogni morte di Papa (passatemi il termine – NdR) il team di sviluppo dell’app dalla cornetta verde invia a noi, poveri sfigati, che non facciamo parte del programma di beta testing (qualcuno ha detto Mariano?) una mail con le stringhe da tradurre. Dalle ultime due email ricevute è nata la volontà di stendere questo articolo.

All’interno della prima email hanno catturato la mia attenzione le stringhe “Documents” e “Your phone failed to generate the required security keys required to register with WhatsApp. Please reboot your phone and try again.“.

WhatsApp

Queste due stringhe hanno attirato la mia curiosità, la prima perché faceva riferimento a documenti all’interno della conversazione e la seconda perché parlava esplicitamente di cifratura! In quel momento le piccole rotelle del mio minuscolo cervello hanno cominciato a girare a e chiedermi “A cosa staranno lavorando? Daranno possibilità di inviare i documenti e alla cifratura delle conversazioni?”.

WhatsApp

WhatsApp

Questa notte ho ricevuto un’altra email che confermava il mio dubbio: nuove tracce di stringhe che si riferiscono alla crittografia all’interno dei gruppi.

WhatsApp WhatsApp

WhatsApp

L’elemento che più mi fa piacere è che, per ora, di questa possibilità non si è ancora parlato negli altri OS mobili (le richieste di traduzione arrivano indifferentemente dal sistema operativo che si utilizza), fungeremo da beta tester per questa funzione? A questa domanda non so rispondere, ma spero che queste funzionalità vengano implementate il più presto possibile.

Che WhatsApp stia cominciando a temere la rapida ascesa del concorrente russo (aka Telegram) non è certamente un segreto e, i segni di questo timore, possono essere visti sia nell’atteggiamento del team di sviluppo dell’app verde che blocca i messaggi contenenti link al concorrente azzurro, sia nel totale azzeramento del canone annuale (irrisorio – NdR) che non è mai piaciuto troppo agli utenti e che, spesso, ha generato migrazioni verso i competitor.

A parte la sensazione di essere arrivati in uno stadio di “simil guerra fredda informatica” (ironizzo, ovviamente) che vede contrapporsi USA (WhatsApp) e Russia (Telegram), cosa ne pensate delle opinioni (personali) espresse in questo focus? Siete d’accordo con me? Come al solito, mi farebbe piacere discuterne assieme nei commenti.

Articolo precedenteArticolo successivo
Angelo Gino Varrati
Studio ingegneria meccanica, sono appassionato di Harley Davidson, Kustom e meccanica in genere! Adoro il mio Lumia 830 e fotografo con una Canon EOS1000d! Amo cucinare e l'informatica (sono un MSP). Amo essere italiano!
  • Dovrebbero rendere il file di backup accessibile da tutti per il ripristino, implementare la compressione video, aggiungere le notifiche interattive….. Ne hanno da fare, invece si perdono su cose come le emoji

    • Luca Serri

      Finchè vivono di rendita possono permettersi di non sistemare un’app ferma a 6 anni fa. Spero che facciano lo stesso errore di Nokia, che ha dormito troppo e ha perso (quasi) tutto.

      • Lo spero anche io, anche se penso che uma migrazione lenta e graduale verso telegram di sempre più persone sia più vicino alla realtà

    • per far ciò basterebbe una sincronizzazione basata sul cloud o personale (gdrive, onedrive, dropbox, etc) o centralizzato (come telegram)

  • Xfce

    Io non vedo l’ora di sbarazzarmi di whatsapp per sempre

    • purtroppo credo sarà molto dura vedere una conversione completa di tutti i nostri contatti a telegram… :((

      • Xfce

        Chi lo usa per le boiate fa bene a non cambiare ?

  • Rabza

    No vabbè, ma davvero si possono spiare le conversazioni? Che tristezza… ?
    In ogni caso, bene che la concorrenza con tg spinga wa a migliorarsi.
    Come già ho detto tempo fa, a me wa va bene anche così, tanto lo uso come mms service gratis. Nulla di più. Ma se è più sicuro, meglio.
    Inoltre in questo ultimo mese tg mi ha notificato una decina di persone che si son unite a tg. 9 su 10 fan parte della cerchia di quelli che “non avrei mai pensato di vederli qua”.
    La decima è un’assegnista che nel 2008 appena iniziato un dottorato, comprò mille euro di iMac dove usava solo Safari perché il resto lo virtualizzava come windows. Quindi non fa testo. ? Probabilmente non sa manco usarlo.

    • telegram è davvero in rapida ascesa.. quando scaricai per la prima volta telegram ebbi la stessa sensazione di quando scaricai per la prima volta whatsapp: “chi lo usa? nessuno!” e in entrambi i casi diedi inizio alla mia opera di “evangelism” :P

      • Rabza

        Angelo l’evangelista.
        È un segno. ?

        • ahahahah ora che vedo le due parole accostate, noto che non suona così male! :D

  • Sergione

    La guerra fredda tra app di messaggistica! E di mezzo ci vanno gli utenti (altro che Tedeschia cit. Salva Cantali) ?

  • Chissà che non passino “online” per queste conversazioni.. Almeno niente più bisogno di backup

    • Luca Serri

      Magari! Multipiattaforma con chat sincronizzate e senza il limite idiota del singolo device, sarebbe già un bel passo avanti.

      • decisamente un bel passo avanti! in questo caso sono le caratteristiche che effettivamente la fanno cadere in cattiva luce rispetto a telegram!

    • credo sia uno dei cambiamenti che attendo di più!

  • Simone

    Voglio diventare beta tester ?

    • purtroppo le iscrizioni al programma di beta testing sono chiuse da tempo.

  • Dario

    Sarebbe ora! Visto che alla fine la maggior parte degli utenti continua ad usare whatsapp nonostante telegram sia tecnicamente migliore, sarebbe utile poter avere queste funzionalità anche su WA. L’invio dei documenti e la cifratura delle conversazioni secondo me sono funzioni fondamentali. ?

  • Andrea

    Scusate l’off topic,ma io non rieso ad abilitare le notifiche…mi dice “qualcosa è andato storto,le notifiche sono state disattivate…codice errore 0x2” come posso risolvere?

    • le notifiche di cosa?

      • Andrea

        Dell’app windowslover

        • al momento ci sono problemi con le notifiche, stanno lavorando per risolvere

  • Enrico D. Bortolin

    Mi auguro che riescano a implementare al più presto l invio dei file come la rimozione del limite di audio/video.. Ho gruppi di lavoro su whatsapp e se il tuo obiettivo principalmente è scambiarsi file e comunicare magari vocalmente più persone capisci che sei limitato . Telegram é sicuramente più avanzato ma pochi gatti lo usano.. E spesso non per lavoro o cose serie :/ per il resto concordo anche io che sarebbe sufficiente una sincronizzazione sui server (gcloud, gdrive ecc..)