Windows 9? Windows One? No, il futuro è Windows 10!

In un evento a porte chiuse a San Francisco, che ha destato l’interesse di tutti gli appassionati di informatica fedeli al marchio Microsoft e non, Terry Myerson ha annunciato ieri il futuro della piattaforma Windows. Il suo nome? Non Windows 9, ma Windows 10.

Win10-One

“One product family, One platform, One store”. È questa la filosofia che seguirà Microsoft con la prossima versione del proprio sistema operativo, cammino in parte già intrapreso a partire dal rilascio di Windows Phone 8.1 e delle Universal App. Che cosa significa? Che Windows 10 non si limiterà ad essere un sistema operativo per PC o tablet, ma assisteremo alla nascita di un unico sistema operativo per tutti i tipi di device (telefoni e console di gioco inclusi) con uno store unificato e una interfaccia che si adatta all’occorrenza. In parole povere: ci troviamo davanti ad una svolta nel mondo dell’informatica moderna.

La strada da percorrere è ancora lunga e il rilascio della piattaforma è previsto per il secondo semestre del 2015. Lo sviluppo di concentrerà in una prima fase nei confronti degli utenti che fanno uso della tastiera fisica e in particolar modo degli utenti enterprise (aziende). Quest’ultimi pare non abbiano apprezzato molto l’interfaccia moderna di Windows 8.x e che abbiano continuato a preferire lo stile più tradizionale di Windows 7 nell’ottica della produttività. Nella seconda fase l’attenzione sarà rivolta ai consumer user, ma di questo se ne parlerà più avanti.

Win10-Start Menu

Quali funzionalità di Windows 10 sono state presentate? Joe Belfiore, che si è alternato a Myerson nelle sessioni demo, ha mostrato alcune novità presenti nelle prime build del sistema. Innanzitutto vedremo una fusione tra la visione “old school” dello Start menu e la “modern” introdotta con Windows 8. Ci sarà infatti in parte un ritorno alle origini da questo punto di vista con l’integrazione (per i dispositivi muniti di tastiera) di uno Start menu classico a prima vista, ma popolato di Live Tile e personalizzabile.

Win10-Modern App

Dovremo scordarci della distinzione tra modern app dello Store e programmi desktop, poiché le prime si troveranno nello stesso unico ambiente dei secondi (e il primo passo era già stato fatto con Windows 8.1 Update 1) e saranno anch’esse ridimensionabili a piacere dalla barra del titolo. Un’altra novità sempre in questo settore è costituita dalla possibilità di usufruire della feature Snap view su entrambi i tipi di applicazioni, affiancandole in modo semplice e naturale.

Win10-Snap View

Sarà inoltre possibile affiancare tramite Snap view fino a quattro applicazioni. Nel processo di organizzazione della nostra schermata, Windows ci guiderà suggerendoci in modo intelligente altre app o programmi per riempire lo spazio in modo utile e razionale. Anche il File Explorer non rimarrà immutato: sarà infatti dotato di una cronologia di navigazione per consentirci di muoverci rapidamente tra le cartelle e i file utilizzati di recente o più frequentemente.

Win10-Multiple Desktop

A questo nuovo approccio si aggiungerà la filosofia dei desktop multipli (concetto che vi sarà già familiare se avete lavorato in ambiente Linux), con la possibilità di avere più sessioni desktop in simultanea da intercambiare a nostro piacimento. Sull’interfaccia apparirà anche un nuovo “task view button” per muoversi velocemente tra i file aperti o tra i desktop multipli che abbiamo creato.

Cosa accadrà all’interfaccia nei dispositivi ibridi “2 in 1” come i Surface Pro? Rimarrà invariata? Assolutamente no. Dal video che vi propongo si vede chiaramente cosa avverrà quando passeremo da un utilizzo Desktop con tastiera a uno tablet con schermo touch. Non appena il sistema rileverà l’assenza di una tastiera proporrà all’utente di passare ad una configurazione tablet, ottimizzata per un utilizzo touch. Questa feature innovativa prende il nome di “continuum” ed è un chiaro esempio di ciò che nascerà con Windows 10: un unico sistema la cui interfaccia si adatta all’occorrenza.

Win10-Prompt dei Comandi

Un’ultima cosa su cui intendo soffermarmi è una piccola funzionalità che se può sembrare insignificante a buona parte dell’utenza, è invece una comodità non da poco per chi come me ne farà uso di frequente. Mi riferisco all’aggiunta della possibilità di eseguire l’operazione “Incolla” sul prompt dei comandi tramite la combinazione “Ctrl+V”, cosa ad oggi non possibile (è infatti necessario fare “click destro” e poi premere “Incolla” sul menu contestuale).

E Cortana e il centro notifiche di cui si era parlato dove sono finiti? Come già accennato all’inizio dell’articolo vi ricordo che le feature per gli utenti consumer verranno integrate in seguito. Nelle prossime ore dovrebbe essere disponibile una Technical Preview  (reperibile da qui) dedicata a chi vuole esplorare il nuovo sistema e fornire un feedback a Microsoft. Naturalmente sarà caratterizzata da una forte instabilità e aggiornamenti frequenti per cui ne sconsigliamo l’installazione agli utenti meno esperti e invitiamo chi fosse interessato a procedere con una installazione su una device secondario, una partizione o una macchina virtuale.

Siete esaltati almeno quanto me da questa svolta che investirà anche i nostri terminali Windows Phone? Se volete saperne di più, seguiteci nei prossimi giorni.

Nel mentre vi lascio in compagnia del video della conferenza (ovviamente in inglese) di ieri da cui ho tratto le informazioni qui esposte. Buona visione!

Articolo precedenteArticolo successivo
Alessandro Del Grano
If something is expensive to develop, and somebody's not going to get paid, it won't get developed. So you decide: Do you want software to be written, or not? - B. Gates
  • la prima cosa che farò sarà disabilitare il menu start :D Windows 8.1 Forever :P