Windows Hello alla portata di tutti grazie a SideTouch | Recensione

SideTouch porta la sicurezza del vostro PC ad un livello superiore grazie a Windows Hello!

Era il marzo del 2015 quando Microsoft presentò al mondo intero Windows Hello. Non si trattava di un semplice sistema di sicurezza migliorato, bensì dell’arrivo ufficiale del riconoscimento biometrico su Windows 10, un sistema operativo pensato e studiato appositamente per PC.

Grazie a Windows Hello ogni produttore avrebbe potuto inserire all’interno dei propri dispositivi i famosi scanner biometrici, dispositivi in grado di leggere la nostra iride ed identificarci grazie ad essa, impedendo ad eventuali sconosciuti di metter mano al nostro PC ed alle nostre informazioni. Ben presto questo sistema di sicurezza si espanse grazie alla compatibilità dei lettori di impronte digitali, sempre più in voga nel settore smartphone (ormai anche la fascia bassa del mercato smartphone prevede i lettori di impronte digitali come sistema di sicurezza) ma altrettanto rari su PC desktop e Notebook.

Da allora molti produttori hanno iniziato ad inserire un lettore nei propri computer, garantendo una sicurezza decisamente superiore rispetto alla classica password, ma ancora oggi è facile vedere o acquistare computer non dotati di questo dispositivo (soprattutto computer desktop). E allora come è possibile ovviare a questa mancanza?

Ci pensa SideTouch!

Grazie alla cortesia di SideTouch abbiamo avuto la possibilità di provare due dei loro prodotti di punta, in particolar modo due lettori di impronte digitali esterni da collegare al nostro computer. In particolar modo abbiamo testato il modello NEXT Active Thermal, indicato soprattutto per un uso desktop fisso poichè prevede l’utilizzo di un cavo USB per essere collegato, ed il più piccolo IDEX Eagle II Sensor, dedicato soprattutto al reparto PC Notebook poichè provvisto direttamente di un’uscita USB da collegare ad una delle nostre porte.

81OIZuF+wdL._SL1500_

Entrambi i dispositivi si sono dimostrati assolutamente comodi ed all’altezza del loro compito.

Ma come funzionano?

41CHa0Wg1BL

In realtà il funzionamento è estremamente semplice: basterà infatti collegare uno dei due dispositivi alla porta USB del nostro computer e dalle impostazioni cercare Windows Hello (ci verrà suggerito di configurare l’accesso tramite riconoscimento del volto o tramite impronta digitale). Seguendo la procedura guidata, Windows riconosce in automatico i due lettori di impronte e ci permette quindi di registrare fino a 5 dita, preferibilmente in posizioni differenti così da migliorare la capacità di riconoscimento.

31lXLTPHeiL

Una volta configurata l’impronta, basterà lasciare il lettore collegato e, da qui in poi, ogni volta che ci verrà chiesta la password per accedere al PC potremo semplicemente appoggiare il dito sul lettore ed accederemo automaticamente al sistema.

Dove si possono acquistare?

81y17rDEtBL._SL1500_

E qui arriviamo all’unica nota dolente. Per portarvi a casa uno di questi piccoli lettori di impronte dovrete affidarvi ad Amazon.com , poichè purtroppo non sono disponibili sulla versione Italiana di Amazon (ma gli stratagemmi per averli lo stesso ci sono e sono semplici). Il prezzo non è proibitivo (ci aggiriamo attorno ai 40€) , e ci permetterà di migliorare nettamente la sicurezza del nostro computer/tablet Windows 10!

Lettore per Notebook – Acquista

Lettore per PC Desktop – Acquista

 

Nel caso in cui voleste dare una lettura più approfondita sul lavoro svolto da SideTouch vi lascio il link del sito ufficiale dell’azienda QUI.

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
  • Molto comodo. 40 € non sono comunque pochetti. Mi sa che rimango con la classica password manuale, anche se questo prodotto può essere molto comodo.

    • è vero, però è anche vero che ti garantisce una sicurezza in più che altrimenti non avresti :P

      • Mah. Per la sicurezza non credo interessi molto. Certo, io ho una password generata da un software (non mio, ma di mio cugino che è programmatore ;-) ) e che è costituita da maiuscole, minuscole, lettere e,.. non vado nel dettaglio perché è comunque una pAssw0rd. Certo, se uno utilizza una pAssw0rd debole come “Peppino111”, è ovvio che a bucarla ci vogliono pochi secondi per uno capace. Nel mio caso invece, questo strumento lo vedo come una comodità in più: accendi il pc, non devi toccare il mouse per aprire la tendina e non devi saltare da una parte all’altra della tastiera, un dito e Windows si apre. Ribadisco: per me è solo uno strumento che offre una comodità in più, niente di che’, per altri, invece, potrebbe essere anche una sicurezza in più.

        • cipp

          Bellissimo commento.
          sicuramente e molto difficile bucare una password generata in modo random da un software, ( e forse molto difficile ricordarla ). ma per la sicurezza si può stare tranquilli.

          Questo dispositivo fa il tutto più ficco e veloce.

  • Antonio Buchicchio

    Magari se scende di prezzo, ma ora come ora 40€ sono abbastanza per farmi bastare la sicurezza della password ?

  • simone950

    Sapete se funziona su mobile?? In caso positivo sarebbe bello riuscire a collegarlo ad esempio al 950 e aggiungere il supporto alle impronte sul posteriore…

  • Nicol Fava

    Impronte digitali in voga sul Smartphone, veramente é anni che ho il notebook con lettori di impronta digitale e pure smart card (da windows 2000) diciamo che era solo un retaggio aziendale e solo per alcune tipologie di utenti.

  • SirMau

    Aspetto direttamente che sia equipaggiato nativamente sul dispositivo