Tutti i dispositivi Windows Mixed Reality a confronto!

Holo my life!

Ci avete richiesto un confronto tra i vari headset per Windows Mixed Reality e quindi eccolo qui!

Gli ultimi mesi sono stati pieni di annunci e rumors sui vari visori per Windows Mixed Reality. La prima ondata di dispositivi è ora ufficiale, in arrivo a partire dal 17 ottobre 2017, pronta per farci immergere nella realtà virtuale targata Windows.

Windows Mixed Reality headsets

Ci sono ben 6 dispositivi tra cui scegliere, ma qual è il migliore? Di base sono tutti “reference design” creati da Microsoft e i produttori non hanno avuto molto tempo per variarne le specifiche. Ci quindi sono differenze? Vediamo insieme.

 

Asus Windows Mixed Reality Headset

Ok il nome è davvero brutto, lungo e osceno. Tuttavia il visore di Asus è quello che, a mio avviso, ha il design più bello e piacevole. Una lastra sfaccettata sulla parte frontale che nasconde bene le due fotocamere e dona un tocco futuristico al dispositivo.

Asus Windows Mixed Reality Headset

Le specifiche di questo visore sono:

  • Display: due display LCD da 1440×1440 pixel fino a 90 Hz, diagonale 2.89 pollici e 100 nits di luminosità.
  • Campo visivo: 95° (orizzontale) con lenti Fresnel-asferiche.
  • Sensori: giroscopio, accelerometro, magnetometro, sensore di prossimità.
  • Fotocamere: due esterne per il tracking inside-out.
  • Audio: jack audio da 3.5 mm.
  • Connettività: 4 metri di cavo di connessione con un connettore HDMI (video) e uno USB 3.0 (dati).
  • Peso: meno di 400 grammi.
  • Accessori: due controller con 6 gradi di libertà.
  • Altro: design flip per tornare al monto reale sollevando il visore; corona bilanciata che sposta il peso in modo uniforme sulla testa; superfici antibatteriche; materiali a rapida asciugatura; tessuti “cool-touch”; corona che si aggiusta con una rotellina.
  • Prezzo: 399 $ (449 €)
  • Disponibilità: n/d

Ed ecco la nostra votazione basata su queste specifiche!

Asus MR - Voto

Vi lascio al video di presentazione.

 

Lenovo Explorer

Con un nome migliore e più originale, anche Lenovo salta sul carro dei visori virtuali con il Lenovo Explorer. Dal design più parco e semplice, il visore Explorer è praticamente identico a quello di Asus che abbiamo appena visto.

Lenovo Explorer

Le specifiche di questo visore sono:

  • Display: due display LCD da 1440×1440 pixel fino a 90 Hz, 2.89 pollici.
  • Campo visivo: 95° (orizzontale).
  • Sensori: giroscopio, accelerometro, magnetometro, sensore di prossimità, microfono.
  • Fotocamere: due esterne per il tracking inside-out.
  • Audio: jack audio da 3.5 mm.
  • Connettività: 4 metri di cavo di connessione con un connettore HDMI (video) e uno USB 3.0 (dati).
  • Peso: n/d
  • Accessori: due controller con 6 gradi di libertà.
  • Altro: design flip per tornare al monto reale sollevando il visore; corona che si aggiusta con una rotellina.
  • Prezzo: 399 $ (~ 449 €).
  • Disponibilità: dal 17 ottobre 2017.

Lenovo Explorer - Beauty

La nostra votazione?

Lenovo Explorer - Voto

 

Acer Windows Mixed Reality Headset

A mio avviso il più brutto, con una plastica blu piuttosto anti-estetica!

Acer Mixed Reality Headset

L’Acer Windows Mixed Reailty Headset ha specifiche identiche agli altri visori di cui abbiamo parlato.

  • Display: due display LCD da 1440×1440 pixel fino a 90 Hz, 2.89 pollici.
  • Campo visivo: 95° (orizzontale).
  • Sensori: giroscopio, accelerometro, magnetometro, sensore di prossimità, microfono.
  • Fotocamere: due esterne per il tracking inside-out.
  • Audio: jack audio da 3.5 mm.
  • Connettività: 4 metri di cavo di connessione con un connettore HDMI (video) e uno USB 3.0 (dati).
  • Peso: 439 g.
  • Accessori: due controller con 6 gradi di libertà.
  • Altro: design flip per tornare al monto reale sollevando il visore; corona che si aggiusta con una rotellina.
  • Prezzo: 399 $ (~ 449 €).
  • Disponibilità: dal 17 ottobre 2017.

Acer Windows Mixed Reality Headset

La votazione eccola qua:

Acer MR - Voto

 

Dell Visor

Dal design più simpatico, Dell presenta un visore diverso dagli altri perché: è bianco! Gli inserti morbidi e l’interno del visore sono neri, ma il design in plastica bianca è sicuramente un elemento di differenziazione.

Dell HMD

La parte frontale ci farà sembrare tipo Baymax, ma le specifiche sono sempre le stesse.

  • Display: due display LCD da 1440×1440 pixel fino a 90 Hz, 2.89 pollici.
  • Campo visivo: 95° (orizzontale).
  • Sensori: giroscopio, accelerometro, magnetometro, sensore di prossimità, microfono.
  • Fotocamere: due esterne per il tracking inside-out.
  • Audio: jack audio da 3.5 mm.
  • Connettività: 4 metri di cavo di connessione con un connettore HDMI (video) e uno USB 3.0 (dati).
  • Peso: 589 g.
  • Accessori: due controller con 6 gradi di libertà.
  • Altro: design flip per tornare al monto reale sollevando il visore; corona che si aggiusta con una rotellina.
  • Prezzo: 349 $ (~ 399 €).
  • Disponibilità: dal 17 ottobre 2017.

Dell Visor

Pronti col nostro giudizio?

Dell HMR - Voto

 

HP Headset

Il visore di HP si nasconde dietro a un generico “Headset”, con un generico design e un generico sito (che al momento risulta offline). Il visore ha le stesse caratteristiche dei precedenti, con un design in plastica nera e le stesse specifiche tecniche.

HP Headset

  • Display: due display LCD da 1440×1440 pixel fino a 90 Hz, 2.89 pollici.
  • Campo visivo: 95° (orizzontale), con lenti Fresnel-asferiche.
  • Sensori: giroscopio, accelerometro, magnetometro, sensore di prossimità, microfono.
  • Fotocamere: due esterne per il tracking inside-out.
  • Audio: jack audio da 3.5 mm.
  • Connettività: 4 metri di cavo di connessione con un connettore HDMI (video) e uno USB 3.0 (dati), più un altro cavo identico da 60 cm.
  • Peso: 830 g.
  • Accessori: due controller con 6 gradi di libertà.
  • Altro: design flip per tornare al monto reale sollevando il visore; corona che si aggiusta con una rotellina.
  • Prezzo: 449 $ (~ 499 €).
  • Disponibilità: dal 17 ottobre 2017.

HP Headset

La nostra votazione non lascia scampo:

HP Headset - Voto

 

Samsung Odissey

Il visore dalle specifiche migliori e diverse dalla massa, è quello di Samsung. Il Samsung Odyssey ha i display OLED e con angolo di visione maggiore, che dovrebbe conferire una migliore esperienza visiva. Inoltre il visore ha anche un paio di cuffie “On-Ear” integrate della AKG!

Samsung Odissey

Le specifiche sono simili alle altre, ma con differenze sostanziali:

  • Display: due display OLED da 1440×1600 pixel fino a 90 Hz, 3.5 pollici.
  • Campo visivo: 110° (orizzontale), con lenti Fresnel singole.
  • Sensori: giroscopio, accelerometro, sensore di prossimità, 2 microfoni.
  • Fotocamere: due esterne per il tracking inside-out.
  • Audio: jack audio da 3.5 mm.
  • Connettività: 4 metri di cavo di connessione con un connettore HDMI (video) e uno USB 3.0 (dati).
  • Peso: 625 g.
  • Accessori: due controller con 6 gradi di libertà.
  • Altro: design flip per tornare al monto reale sollevando il visore; corona che si aggiusta con una rotellina; cuffie AKG “on-ear” integrate.
  • Prezzo: 499 $ (~ 569 €).
  • Disponibilità: dal 10 novembre 2017.

Samsung Odissey

Ed infine la votazione!

Samsung Odissey - Voto

 

Conclusioni e confronti

Parto col dire che c’è una confusione generale sia sui siti di tecnologia che sui siti ufficiali, riguardo le specifiche di questi dispositivi ed il costo. Si va da più o meno 50 $, a più o meno 15 gradi di angolo di visione. Tutti i dispositivi hanno 95° di angolo di visione orizzontale (tranne il Samsung Odissey che ne ha 110 °). Inoltre i prezzi sono fortemente instabili, con annunci e prezzi di listino diversi. Dovremo aspettare l’effettiva disponibilità in Italia per avere informazioni ufficiali sul costo.

Detto questo, i dispositivi sono sostanzialmente tutti uguali come specifiche. L’unico visore che si scosta dagli altri è il Samsung Odissey, che ha dei display migliori e un maggiore angolo di visione orizzontale.

Dal punto di vista del design, il migliore è sicuramente il visore Asus dal nome impronunciabile. Tuttavia non è stato ancora inserito sui siti ufficiali USA, quindi forse non è ancora sicura al 100% la sua produzione. Se invece preferite la tecnologia “bianca”, allora anche quello della Dell fa al caso vostro, che sembra anche essere il meno costoso.

Regalo di consolazione per il visore Acer, che è brutto e nemmeno il più economico. Il più costoso è ovviamente quello di Samsung che ha anche delle cuffie integrate e display OLED.

Che ve ne pare di questo confronto? E dei dispositivi? Li comprereste? Volete saperne di più sulla parte software? Fiondatevi nei commenti!

 

Siti ufficiali dei prodotti in questo articolo:
Asus Headset
Lenovo Explorer | Preordina
HP Headset | Preordina
Samsung Odissey | Preordina
Dell Visor
Acer Headset | Preordina

Se reputi utile questo contenuto, aiutaci condividendolo!
Articolo precedenteArticolo successivo
Francesco Tili
When you change the way you see the world, you'll change the world you see - S. Nadella
  • Dai su. Spero in questa tecnologia domanda: Stanno studiando modi per usarli anche come VR o solo AR? Perché per me un punto forte potrebbe essere l’uso del tracking della videocamera per evitare joystick con sensori e le scatolette del Vive

    • Questi sono sostanzialmente solo VR, nessuna applicazione per AR

      • Ma scusa, quelle videocamere non potrebbero funzionare come “occhi”? A ste punto potrebbero mettere dei sensori e basta. La cosa mi perplessa… Cioè comprando un visore del genere mi aspetterei che le videocamere fossero grandangolari in modo da offrire un effetto 3D unendole come se guardassi la stanza di casa mia da un buco in cui però so la distanza degli oggetti… Mi perplessa…

        • Eh no quelle fotocamere non servono per la visione, ma solo per tracking! Non credo ci vedresti nemmeno bene 😁 perché hanno un mega grandangolo, ti sentiresti male… Comunque gli sviluppatori non hanno accesso a quelle fotocamere, perche sono riservate al tracking dei controller e della stanza

          • Bah. Allora ho sprecato del mio HYPE per niente… Che schifo. Ed io che pensavo stessero sviluppato una versione di HoloLens più economica e con switch a VR…

          • Ma non ne abbiamo mai parlato in questi termini, anche sui video si vede bene che è realtà virtuale! Comunque approfondiremo meglio 😊

          • Ho visto anche i video, ma pensavo fosse in sviluppo lo sfruttamento di quelle videocamere per un uso verso l’AR…

  • Nicol F.

    Ma come AR non puoi usarli cme gli Hololens davanti é tutto chiuso.. Solo le telecamere. E se devo aggiustare un dispositivo es un bagno essendo guidato non lo posso farlo. A me sembrano più VR che AR.

    • Infatti è vero hai ragione, nell’articolo non ho mai nominato la realtà aumentata! È realtà virtuale, senza bisogno di torri o altri accessori per il tracking e che in più riporta i limiti del tuo spazio reale nella realtà virtuale (cosi non sbatti sulle tue cose vere )

  • 000

    Grazie @liltee89:disqus !…Per riassumere a parte il Samsung(che ha delle belle specifiche in più ma non so se posso spingermi a giustificarne il prezzo…) per gli altri cambia poco e tanto vale restare su ciò che costa meno…
    Ciò premesso sono rimasto un po’ deluso dal fatto che si tratti solo di VR, nel senso che mi aspettavo che le videocamere oltre a fare il tracking potessero anche sovrapporre le immagini catturate con il 3D…insomma mi è scesa la scimmia perché alla fin fine non fanno nulla di diverso da quello che già esiste con altri dispositivi simili.
    Dite che forse con un aggiornamento firmware possano venir sbloccate(non par strano che tutti presentino tutti specifiche simili?)?
    Poi mi chiedo ma per il semplice tracking non hanno già la tecnologia RealSense…cioè bastava prendere la webcam del Surface e potenziare il raggio d’azione del tracking (in realtà Intel ha già un sensore per la lunga distanza…)!…francamente questa scelta non la capisco…
    tuttavia avevo letto pochi giorni fa di un accessorio per il Vive che è costituito da 2 videocamere per la visione binoculare che servono per sovrapporre il la realtà virtuale con quanto registrato nell’ambiente circostante, ricordo che l’articolo sembrava suggerire l’uso anche per gli attuali headset Microsoft based…

    • Allora:
      1) Non potresti vederci bene con quelle fotocamere perché hanno un grandangolo spinto, per un tracking efficiente. Quindi anche se le sbloccassero, vedresti come dal buchino della porta di casa :-D
      2) La webcam del surface non ha sufficiente raggio di azione perché, appunto, non è grandangolare… se avessero messo quella, avresti dovuto sempre tenere i controller in vista…
      3) Il fatto che sono tutti simili è che Microsoft ha dato agli OEM il reference design in ritardo e quindi gli OEM (che dovevano presentare un prodotto per il Fall Creators Update) hanno potuto fare poco. Tuttavia in futuro potranno osare di più e, perché no, aggiungere altre due fotocamere per la AR! La piattaforma software lo potrebbe consentire, se l’hardware gli va dietro.
      4) Non è vero che puoi fare lo stesso di altri prodotti, con un Oculus non hai la possibilità di pinnare su un “muro” virtuale le tue app universali. Certo è che questi visori sono per ora principalmente per l’entertainment… anche per sondare come va con gli utenti. Comunque sono un’entrata nel mondo VR di Microsoft, pian piano senza far uscire prodotti AR che non avrebbero nulla in più (per fare cosa, senza software e app che lo sfruttino?)

      • 000

        1) Ok hai ragione…mi rimane la speranza che via software possano correggere l’aberrazione ottica…è una cosa che si fa ma mi rendo conto che in realtime è pesantuccia… :-(
        2) pensavo più una cosa controllata o col movimento della testa o con gesture(va da se che metti la mano dove riesci ad inquadrarla) o comunque che i sensori fossero dotati di giro giroscopio che calcola e comunica la loro posizione nello spazio…
        3) mannaggia a fare queste figure si rischia di perdere la fiducia degli OEM…
        4) onestamente pensavo che fossero in grado di usare le app per HoloLens ….ce ne sono già alcune di valide e l’idea che mi motivava nel comprarli principalmente era quella di fare degli inserimenti di modelli 3d nell’ambiente reale per mostrare al cliente come si inserisce la mia proposta nel loro spazio…diciamo che me li immaginavo come la versione “povera” degli HoloLens.

        Dopo tanto “negativismo” confermo la validità della tecnologia per un uso ludico e di intrattenimento… per altro resto alla porta in attesa di aggiornamenti.